Ricerche del mestrino scomparso: al lavoro 50 uomini e 4 cani molecolari

Giovedì 5 Dicembre 2019 di Luca Pozza
Paolo Tramontini, l'uomo di Mestre scomparso

VALBRENTA - Da questa mattina, appena si era fatto chiaro ed è stata possibile alle squadre muoversi, sono riprese le ricerche di Paolo Tramontini, il 67enne di Mestre, scomparso martedì dopo essere partito per una camminata nella zona della Valsugana.

Oggi le ricerche si stanno concentrando sopra Rivalta, dove, da una attendibile segnalazione pervenuta ieri (mercoledì), l'uomo sarebbe stato visto di passaggio attorno alle 9 da un testimone. Fissato il campo base a Valstagna, comune che si trova nella Valbrenta, dopo aver prelevato campioni di vestiario dalla sua abitazione, in mattinata sono stati fatti lavorare anche quattro cani molecolari del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico verso due sentieri che da Rivalta portano sul massiccio del Grappa.

Alcune squadre hanno quindi iniziato a percorrerli dal basso, mentre altre due sono state trasportate in quota dall'elicottero di Treviso Emergenza per perlustrarli dall'alto verso valle. Sul versante dell'Altopiano di Asiago, i soccorritori si stanno muovendo sui due sentieri della Valgadena e una squadra della Protezione civile sta visionando un tratto dell'Alta Via del tabacco. Sul posto stanno anche volando i droni del Soccorso alpino e dei pompieri. Sono presenti una cinquantina di persone tra Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa e di Asiago, vigili del fuoco, Protezione civile e carabinieri.
 

Ultimo aggiornamento: 15:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci