Terza brutta sconfitta su tre gare di Eurolega per Schio: c’è aria di crisi

PER APPROFONDIRE: basket donne, beretta, eurolega, schio, vicenza
Sandrine Gruda

di Vittorino Bernardi

VILLENEUVE     69
SCHIO                 50
 
VILLENEUVE D’ASCQ - In terra di Francia nella terza giornata di Eurolega il Beretta ha bevuto l’amaro calice della terza sconfitta e i play off (quarto posto nel girone a otto) sono molto lontani: utopia o quasi. È il terzo ko consecutivo tra Eurolega e campionato per il team arancione, se non è crisi poco ci manca: sabato sera giocherà a Napoli un confronto diretto tra le seconde della classe; un ulteriore stop potrebbe essere deleterio per il team di Pierre Vincent. Priva della play Francesca Dotto che resterà ferma tre settimane per un problema muscolare, con Battisodo in cabina di regia la squadra di Schio parte bene per il 0-4 (Lavender e Gemelos) al 3’. Le francesi reagiscono e con una tripla di Bar passano 10-9 al 5’. Partita bella, tecnica e fisica. Lavender al 7’ firma il vantaggio Schio 12-14 e Fassina firma il +3 Beretta (17-20) al 10’. Secondo quarto, è aggressivo il Beretta in difesa che lancia in attacco Lavender il 21-26 al 24’. È l’ultima fiammata arancione. Il ritmo della partita si alza, il Beretta si inceppa e con un 12-0 le francesi trascinate da Evans passano sul 35-29 del riposo. Al ritorno in campo il Beretta appare reattivo per un recupero sul 38-33 al 25’. Ancora una volta Schio si blocca, ”spadella” e perde più palloni per il 47-33 al 27’. Gruda al 28’ rompe il lungo digiuno (47-35). Non c’è il Beretta in campo, si lascia travolgere 55-37 al 30’. Ultimo quarto, il pur giovane Schio è privo di mordente, appare in balia dell’avversario che non forza, bada a gestire il vantaggio: 62-44 al 35’. Negli ultimi minuti un brutto Famila esce sconfitto di 19 e sabato a Napoli è atteso alla prova d’orgoglio, da non fallire.
 
Gli altri incontri del girone A: Orenburg-Ekaterinburg 51-80, Praga-Bourges 88-80, Polkowice-Braine 71-52. CLASSIFICA: Ekaterinburg e Praga 6; Bourges e Villeneuve 5, Polkowice e Braine 4, Schio e Orenburg 3.
 
ESVBA LM VILLENEUVE D’ASCQ: Bar 14, Bjorklund 11, Bremont 6, Diallo 5, Evans 6, Gomis 2, Jakovljevic, Kamba 9, Mavambou, Mendy 9, Sy-Diop 7. All.: Frederic Dusart.
BERETTA SCHIO: Filippi, Fassina 6, Lisec 2, Crippa 2, Masciadri ne, Gruda 8, Battisodo 10, Lavender 14, Gemelos 3, Andrè 2, Micovic 3, Chagas. All.: Pierre Vincent.
ARBITRI: Valente (Portogallo), Arana (Spagna), Sahin (Turchia). Commissario Fiba: Gyorgyi (Norvegia).
NOTE: tiri liberi, da due, da tre; Esvba 5/6, 20/42, 8/15; Beretta 0/3, 19/51, 4/15. Rimbalzi offensivi/difesivi: Esvba 8/29, Beretta 15/22. Nessuna uscita per falli. Parziali: 17-20, 35-29 (18-9), 55-37 (20-8), 69-50 (14-13).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 8 Novembre 2018, 09:53






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Terza brutta sconfitta su tre gare di Eurolega per Schio: c’è aria di crisi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti