SoS per i ponti: oltre 100 da riparare, ma servono 23 milioni e non ci sono i soldi

PER APPROFONDIRE: ponte alto, ponti, provincia, soldi, vicenza
Ponte Alto, a Vicenza, dovrà essere messo in sicurezza

di Roberto Cervellin

VICENZA - Un centinaio di ponti da consolidare per 23 milioni di euro. Peccato che i soldi non ci siano. 

E' l'amara conclusione del primo check up effettuato dalla Provincia sullo stato di salute delle infrastrutture del Vicentino dopo la tragedia del ponte Morandi a Genova. In termini tecnici sono classificati a “priorità alta”. Si tratta cioè di ponti che necessitano di essere risistemati, in particolare per le armature corrose.

Alcuni verranno messi in sicurezza tra il 2018 e il 2019 perché non possono aspettare. Sono il ponte di Roana, quelli delle Tezze ad Arzignano e di Enego, il Giaron ad Asiago, il ponte di Chiuppano sulla sp 349, il cavalcaferrovia di Dueville e il sovrappasso di Ponte Alto a Vicenza.

Ma c'è di più. La relazione di Palazzo Nievo si è fermata a 106 ponti e da monitorare ne restano altri 300, in quanto sul territorio ce ne sono oltre 400. «Una cosa è certa - taglia corto la presidente della Provincia Maria Cristina Franco -  Nonostante  le ridottissime risorse su cui fino possiamo contare, finora non siamo stati a guardare. Ci siamo attivati per controllare l'ingente patrimonio infrastrutturale. Siamo partiti mettendo a bilancio 1,2 milioni di euro per le verifiche».

Verifiche che hanno interessato pavimentazioni, guardrail e, appunto, i ponti. Per la manutenzione complessiva servirebbero nientemeno che 84 milioni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 5 Settembre 2018, 11:23






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
SoS per i ponti: oltre 100 da riparare, ma servono 23 milioni e non ci sono i soldi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-09-07 11:30:59
Ci sarebbero quei famosi 49 milioni.....
2018-09-05 13:55:55
prima la pedemontana
2018-09-05 11:29:43
e allora chiudeteli!...