Sequestro da 190 mila euro per falso in bilancio a due imprenditori

Giovedì 11 Ottobre 2018 di Vittorino Bernardi
1
VICENZA - In esecuzione di un provvedimento emesso dal giudice per le indagini preliminari su proposta della procura berica la guardia di finanza di Vicenza al termine di un’articolata indagine  in materia di accesso agevolato ai finanziamenti bancari ha sequestrato due orologi Rolex di grande valore, due immobili e quote societarie per un valore di oltre 190 mila euro a due imprenditori che si occupano di commercio all’ingrosso di metalli non ferrosi e della società da loro rappresentata che ha sede nel Vicentino. I due sono indagati per falso in bilancio, truffa ai danni dello Stato e responsabilità amministrativa della persona giuridica.

Coordinate dalla procura della Repubblica di Vicenza le indagini hanno consentito di accertare che I.Z., 49enne bresciano e M.C. 47enne vicentino, attraverso la società che gestiscono, simulando un “versamento in conto capitale”, hanno indebitamente avuto accesso a un finanziamento erogato da un istituto di credito in assenza di proprie garanzie private, sul presupposto della concessione, invece di una “garanzia pubblica” costituita dal “Fondo di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese” previsto dalla legge 662/96. © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci