Sequestrato capannone di confezioni: 16 cinesi senza contratto, 5 irregolari

Giovedì 5 Dicembre 2019 di Luca Pozza
Foto di archivio
9
ROSSANO VENETO - Blitz ieri pomeriggio alla ditta "Confezioni Xia di Xia Suihao" situata in via Meucci 5 a Rossano Veneto, di cui è titolare un cinese residente a Borso del Grappa, nell'ambito dell'attività di prevenzione e contrasto all'immigrazione clandestina portata avanti dal commissariato di Bassano, unitamente a personale dell'Ispettorato territoriale del Lavoro, del servizio Spisal dell'Ulss 7 Pedemontana,  dell'Inail-Inl della città del Grappa e della polizia locale di Rossano. 

Durante l'accertamento, all'interno del capannone sono state identificate 23 persone di origine cinese delle quali 16 prive di regolare assunzione e 5 risultate completamente irregolari sul territorio nazionale. E' stato rilevato, inoltre, che lo stabile era privo di qualsiasi dichiarazione di conformità prevista. Inoltre in una zona del fabbricato erano stati adibiti, in modo abusivo, dei locali ad uso dormitorio prive di vie di uscita e di emergenza.

Constatata la flagranza del reato di sfruttamento del lavoro clandestino e considerate le gravi carenze riscontrate in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro, si è proceduto al sequestro della porzione di fabbricato  adibito  a  laboratorio. Il sequestro è stato  operato a carico di Youyu Zhou, 45 anni, nato in Cina e residente a Borso del Grappa (Treviso), in via Molini 109, che risulta ora indagato per sfruttamento del lavoro clandestino. Ultimo aggiornamento: 18:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci