Consegnata ai parenti la piastrina
di Guido, morto nel '43 in Russia

Consegna ai discendenti della piastrina del Tenente medico Guido Miotto

di Vittorino Bernardi

THIENE – Un commosso balzo all’indietro nella storia, nel 1942 e ’43, è stato vissuto questa mattina in municipio, con una toccante cerimonia in coincidenza dell’anniversario della battaglia di Nikolajewka, con protagonista un caduto thienese della Seconda guerra mondiale: il tenente medico Guido Miotto, Medaglia d’Oro al Valore Militare. Il sindaco Giovanni Casarotto ha consegnato ai discendenti di Guido Miotto la piastrina militare che il Comune ha recentemente ricevuto dall’associazione U.N.I.R.R. (Unione Nazionale Italiana Reduci di Russia) e l’associazione Ricercatori Storico Aeronautica Dogfight.

Nato a Thiene il 14 aprile 1909 dopo avere conseguito la laurea e l'abilitazione all'esercizio della professione medica, Guido Miotto si era ritrovato nella bufera della Seconda guerra mondiale. Arruolato nei servizi sanitari era stato inviato sul fronte russo come ufficiale medico aggregato al 52. reggimento Artiglieria divisione Torino, suscitando la stima dei superiori. Durante la ritirata nel dicembre ’42 fu fatto prigioniero e internato nel gulag di Kalasc per prestare la sua infaticabile e preziosa opera di medico, in condizioni estreme, morendo nell’aprile ’43 per tifo petecchiale.  Il 6 maggio 1959 a Guido Miotto è stata riconosciuta la Medaglia d'Oro al Valore Militare alla Memoria con la motivazione: “Ufficiale di un Gruppo di Artiglieria divisionale incurante del pericolo si prodigava nel raccogliere e curare i feriti e gli ammalati nei posti più avanzati e battuti, distinguendosi particolarmente durante il duro ripiegamento.

Catturato si prodigava senza risparmio e senza preoccuparsi della sua incolumità tra innumerevoli ammalati di morbo contagioso, finché, colpito egli stesso dal male. moriva nel compimento del suo dovere stoicamente compiuto”. Questa mattina alla consegna della piastrina oltre al sindaco Casarotto hanno presenziato esponenti del Gruppo Ana Thiene; il presidente del Consiglio Regionale Roberto Ciambetti; il Col. Ferdinando Braglia, direttore del Dipartimento Militare di Medicina Legale di Padova; il Col. Fausto Vignola, vice direttore del  CoESPU, Centro di Eccellenza per le Stability Police Units; il Cap. Pierluigi Traiani, comandante territoriale del Corpo Militare della Croce Rossa; il Capitano dei carabinieri Thiene Davide Rossetti; il Luogotenente Francesco Mocellin, comandante della Guardia di Finanza di Thiene, il Col. Gianfranco Ciancio, presidente Ufficiali in Congedo d’Italia Alto Vicentino; Maurizio Comunella, componente dell’UNIRR nazionale e segretario della sezione UNIRR Pedemontana, il Ten. dr. Mario Palermo, delegato territoriale dell’Associazione Nazionale della Sanità Militare, le Associazioni d’Arma e Combattentistiche e le delegazioni di tutti gli Istituti Scolastici di Thiene. Le note di “Monte Pasubio” e “Signore delle Cime” cantata dal maestro Alberto Spadarotto, docente all’Istituto Musicale Veneto “Città di Thiene”, hanno aperto e concluso la  cerimonia.  
 
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 26 Gennaio 2016, 14:38






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Consegnata ai parenti la piastrina
di Guido, morto nel '43 in Russia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti