Nato con cesareo muore in ospedale dopo 15 giorni: aperta un'inchiesta

Nato con cesareo muore in ospedale dopo 15 giorni: aperta un'inchiesta
SCHIO - Si è spento a 15 giorni di vita, nonostante gli sforzi dei sanitari: è morto il piccolo di una coppia residente a Schio che era nato all'ospedale di Santorso lo scorso 22 giugno. Il neonato   è morto  al San Bortolo di Vicenza, dove era stato trasferito in seguito alla necessità di avere una ventilazione particolare per respirare.

Il bambino era venuto alla luce con un parto cesareo, effettuato a 36 settimane dopo una diagnosi di pre-eclampsia alla madre. Secondo quanto si è appreso, il trasferimento del neonato, arrivato già in gravi condizioni al San Bortolo con una grave insufficienza respiratoria, era avvenuto nella notte tra il 23 e il 24 giugno. Il piccolo era venuto alla luce tramite taglio cesareo effettuato, a 36 settimane, quindi molto prematuro, per una diagnosi di pre-eclampsia nella madre. L'Ulss 7 Pedemontana in una nota diffusa oggi nega l'ipotesi che il neonato possa aver contratto un'infezione presso l'ospedale di Santorso. «Gli esami ai quali era stato sottoposto prima del trasferimento - volti a individuare eventuali infezioni - erano infatti risultati tutti negativi e il trasferimento, avvenuto nella notte tra il 23 giugno e il 24 giugno, era stato disposto solo per la necessità di supporto ventilatorio - viene precisato - mentre il cesareo era stato effettuato, a 36 settimane, per diagnosi di pre-eclampsia nella madre»
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 16 Luglio 2019, 18:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nato con cesareo muore in ospedale dopo 15 giorni: aperta un'inchiesta
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-07-17 07:14:39
Triste storia. 36 settimane e' "appena" prematuro, non "molto" prematuro. I prematuri veri sono ormai quelli di meno di 28 settimane di gestazione. Manca pero' il dato sul peso alla nascita del piccolo e sulla eventuale presenza di ulteriori problematiche (malformazioni, patologie congenite). Per altro ci si e' accorti che la fascia dei bambini tra 35 e 37 settimane di gravidanza, i "quasi a termine", bimbi che spesso pesano 3 kg e oltre, sono in realta' a rischio di problematiche respiratorie, metaboliche, infettive significativamente piu' alto rispetto a quanto si pensasse in passato. Per altro il calcolo dell'eta' gestazionale viene fatto partendo dalla data dell'ultima mestruazione materna: se i cicli sono irregolari o ci sono state altre perdite, l'eta' gestazionale puo' essere sotto o sovrastimata almeno di un paio di settimane. Che magari "fanno la differenza" su eventuali problemi