Azienda vicentina tra i segreti del ritorno in pista di Jorge Lorenzo

Mercoledì 3 Aprile 2019 di Luca Pozza
Jorge Lorenzo con l'apparecchiatura della Amel di Vicenza
2

VICENZA - Dopo il clamore mediatico del caso Sophia Floersch, pilota di Formula 3 guarita a tempo record dopo un impressionante incidente automobilistico, anche Jorge Lorenzo, pluricampione mondiale di motociclismo, ha sperimentato, su indicazione del Dr. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine, i benefici di Magnetology® la speciale terapia messa a punto dall’azienda Amel Medical di Vicenza con unità produttiva a Milano. E’ stato proprio il campione maiorchino, con una “storia” pubblicata nella sua pagina Instagram, a dare ai suoi milioni di fans la bella notizia del ritorno in gara per il Gran Premio di Argentina.
 
Dopo il violento impatto, avvenuto durante il G.P. del Qatar nella gara di apertura del mondiale 2019 di MotoGP, che gli aveva procurato la frattura di una costola ed un doloroso risentimento al polso, compromettendo una situazione fisica già non ottimale, per Lorenzo era iniziato il periodo obbligato di recupero funzionale la cui durata era stata diagnosticata dal suo staff medico in almeno un mese. Per consentire al grande campione maiorchino di recuperare la salute e tornare quanto prima a competere ai massimi livelli, il dottor Riccardo Ceccarelli, specialista in medicina dello sport e fondatore del Centro Studi Formula Medicine di Viareggio, gli aveva prescritto un particolare trattamento magnetoterapico mediante il dispositivo prodotto appunto dall’azienda vicentina specialista del settore.

La convinzione del medico italiano era che attraverso questa terapia anche Jorge avrebbe potuto riprendersi e in tempi più rapidi del previsto come era recentemente avvenuto con successo per Sophia Floersch. E così è stato: a distanza di soli 15 giorni Jorge è infatti tornato in pista in tempo per le prove libere del Gran Premio di Argentina raccogliendo poi in gara un risultato di tutto rispetto considerate le premesse, il 12° posto assoluto, in una pista notoriamente a lui ostica. Il campione spagnolo ha voluto raccontare in prima persona ai suoi fans questa storia a lieto fine con un ringraziamento pubblico nella sua pagina ufficiale Instagram, seguita da milioni di fans. Anche in questo caso non si è trattato di una pubblicità, ma di una storia vera e per questo meritevole di essere raccontata.

Ultimo aggiornamento: 23:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA