Dolore alla testa e puntini: 38enne ​colpito da meningite fulminante

PER APPROFONDIRE: meningite, meningocco b, profilassi, vicenza
Ospedale San Bortolo
VICENZA - Caso di meningite fulminante in città. All’ospedale San Bortolo da mercoledì sera lotta tra la vita e la morte un 38enne residente in città, colpito da meningite da meningocco B, batterio aggressivo che in 24 ore può causare la morte. In una manciata di ore la meningite ha condotto il 38enne, artigiano, in fin di vita: mercoledì mattina ha accusato un dolore alla testa, poi nausea con comparsa sulla pelle di puntini rossi e febbre alta, che nel pomeriggio è salita a oltre 40 gradi. Allarmati i familiari hanno chiamato il medico di base che ha inviato il paziente al pronto soccorso. Entrato in serata al San Bortolo il 38enne è stato sottoposto a esami e prelievi, per il sospetto di meningite. La conferma è arrivata dopo un prelievo del liquido cefalorachidiano con una puntura spinale. Responso terribile: meningite da meningocco B che può portare alla morte in poche ore. Un batterio trasmissibile per via respiratoria e così sono sotto profilassi i familiari, gli infermieri e i medici a contatto con il malato.  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 27 Ottobre 2017, 09:45






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Dolore alla testa e puntini: 38enne ​colpito da meningite fulminante
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2017-10-28 12:56:51
Copio incollo da " Il Mattino": "" Sconcerto e dolore per la morte di un bimbo di due anni di Monteforte Irpino deceduto nella serata di ieri nel reparto di rianimazione dell'ospedale «Cotugno» di Napoli. Pasqualino, figlio di una giovane coppia che vive nel comune a pochi chilometri da Avellino, sarebbe morto a causa di una forma di meningite da pneumococco, una forma delle patologia non infettiva. Nella serata di martedì scorso, il bambino aveva accusato crisi di vomito e febbre alta inducendo i genitori, la madre è una infermiera professionale, a portarlo in ospedale ad Avellino. I sanitari del «Moscati», dopo aver disposto una Tac e terapie antibiotiche, alla luce del peggioramento delle condizioni, disposero il suo trasferimento nell'ospedale napoletano. Dal Dipartimento di prevenzione della Asl di Avellino si apprende che il bimbo era stato sottoposto a completa copertura vaccinale. Giovedì 26 Ottobre 2017, 14:53 - Ultimo aggiornamento: 26-10-2017 20:43 "". Ecco di cosa si tratta Signori miei.
2017-10-28 14:52:33
Quindi non è vero che il vaiolo è stato eradicato dai vaccini e che neanche hanno ha risolto il problema della malattia Polio in Italia. In vaccini sono tutta una menzogna: gombloddo!!!
2017-10-28 23:28:03
Ma l'utente RedFoxy ha portato un fatto, non l'avevi notato? Tu non ti poni mai nessuna domanda, oltre il tuo naso? C'è da tener conto della evidente altra possibilità che a contribuire all'eradicazione di certe malattie non sia stato unicamente l'uso delle vaccinazioni. Il miglioramento delle situazioni igieniche e le migliori possibilita' alimentari hanno fortemente contribuito. Sai quanti milioni (e dico milioni) di morti ha fatto l'influenza spagnola ai primi del '900? Altro che polio. La spagnola faceva presa facile sui corpi immunodepressi di persone che vivano a cavallo delle guerre mondiali spesso alimentandosi a pane ed acqua. Esistevano le latrine a cielo aperto, non i WC come oggi. Il frigorifero nemmeno se lo potevano immaginare. Alla fine di tutto l'influenza spagnola si è autoestinta da sola senza l'aiuto di nessun vaccino. Milioni e milioni di morti, altro che i 4000 casi del morbillo di cui pare 4 morti (tutte persone gia immunodepresse). Allora cosa ha fatto estinguere quel virus? Non sono state le migliorate condizioni igieniche e le complessive migliorate situazioni immunitarie? Ma riuscite qualche volta a porvi una mezza domanda in autonomia nella vostra testa? A mettere in discussione qualcosa? Si puo' fare assieme un ragionamento? E riguardo il gombloddo, sei tu che stai accusando. Ma allora la tangente che prese l'allora ministro De Lorenzo dalla casa farmaceutica affinche venisse resa obbligatoria la vaccinazione per l'epatite B di cosa si tratta? Non è la solita corruzione dell'uomo che ha portato a questo? E quindi allora tu sei felice e grata che sia successo questo? Ti sembra normale? Esistono o non esistono i conflitti di interesse? O ti senti piu serena a girare la testa dall'altra parte?
2017-10-29 16:47:00
Certo Ilaria T certo, infatti il bambino è morto per favorire la causa certo sì, anzi è gomblotto anche la sua morte no? Ma perché non glielo vai a dire ai suoi genitori da brava cristiana osservante che sei? Ma senti ancora gli agnelli urlare?
2017-10-29 09:11:27
Cosa vorresti dimostrare con questo? Ti è già stato spiegato che che i ceppi batterici sono diversi ed il vaccino non copre tutto. Bene però proteggersi per quello che è possibile. E poi....una forma della patologia non infettiva???? Ahahahah ... vai vai documentati sul Mattino. Non ti fidare di chi ha studiato un attimo (6 anni) queste cose. Ridicoli te e loro. Ahahaha spettacolo