Bambino travolto dal camion, l'artigiano rimane in carcere

Lunedì 11 Marzo 2019 di Luca Pozza
Pietro Dal Santo e una scena della tragedia
25

VICENZA - Si è avvalso della facoltà di non rispondere Pietro Dal Santo, il 58enne artigiano di Thiene, che venerdì sera a Marostica, in guida di ebbrezza alla sua guida del suo camioncino, ha falciato una famiglia di origini albanesi, travolgendo la mamma e il bimbo di 14 mesi sul passeggino all'incrocio tra via Montegrappa e via Pizzamano.

IL FATTO Ubriaco travolge con il camion mamma e bimbo. E rifiuta l'alcoltest. Amputata gamba al piccolo
COME AIUTARE Aperto un conto corrente per le cure del bimbo

L'uomo, rinchiuso dall'alba di sabato nella casa circondariale di Vicenza, nella mattinata di oggi ha dunque fatto scena muta durante l'interrogatorio di convalida dell'arresto, tenutosi nello stesso carcere berico. Dal Santo era assistito dal proprio legale, l'avvocato bassanese Luca Milano, nominato d'ufficio. Nel pomeriggio il giudice Massimo Gerace non ha disposto gli arresti domiciliari (questa ipotesi era circolata in mattinata in Tribunale, ma poi è stata smentita) ma ha invece confermato la custodia cautelare in carcere. Da parte sua, anche il pm che segue l'inchiesta, dott.ssa Barbara De Munari, aveva chiesto il carcere per Dal Santo.
 

 

Ultimo aggiornamento: 20:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci