L'incontro regionale dei donatori di sangue a Cima Grappa

Lunedì 3 Luglio 2017 di Roberto Lazzarato
Grappa. Incontro regionale donatori di sangue

GRAPPA - «Siamo qui venuti per ‘fare memoria’ degli eventi passati e presenti, perché non c’è futuro se non c’è il ricordo - ha rammentato Lamberto Zen, presidente del Rds Monte Grappa, alla presenza di autorità civili e militari, al ‘21° Incontro Regionale dei Donatori di Sangue’, con la partecipazione di donatori da tutto il Veneto e dalle regioni limitrofe, promossa dal Rds Monte Grappa, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Alpini, Fidas, Avis, Admo e Aido. - Il ricordo delle migliaia di caduti, soldati di tutte le regioni d'Italia, che 100 anni fa hanno versato il loro sangue e si sono spesi per un’Italia unita. Il ricordo che c’è sempre qualcuno che ha bisogno del sangue donato, che da sempre contraddistingue l’opera dei milioni di donatori di sangue impegnati a non dimenticare chi si trova in difficoltà».
Oltre alla memoria, «qui voi fate la storia - ha sottolineato Giuseppe Rugolo, presidente della sezione Ana Monte Grappa, - voi che ogni giorno donate il sangue passando un testimone alle future generazioni. Ogni piccola goccia di sangue contribuisce a formare un mare di solidarietà e amore».
Sono aumentate, nel primo semestre 2017, le donazioni del Rds Monte Grappa, che conta oltre 9000 associati e 6305 donatori attivi, salite da 3958 a 3990. «Ritrovandoci a Cima Grappa veniamo anche a celebrare e ringraziare le persone che donano il sangue regolarmente, ad incoraggiare i giovani a compiere questo gesto per ritrovare l'impegno per una convivenza umana, capace di dedizione e di solidarietà - ha concluso Zen. - Testimoniamo, con la nostra esperienza del dono del sangue, di midollo osseo e di organi, la scelta che aiuterà a dare senso alla nostra vita e questo incontro diventi memoria per la costruzione di valori essenziali di una società che guarda al futuro». 
Prima della cerimonia religiosa, è stata deposta una corona in onore ai caduti di tutte le guerre.

Hanno animato la manifestazione il ‘Coro Improvviso’, diretto dal maestro Pierangelo Pasqualon e la Fanfara della sezione Ana Monte Grappa.

Ultimo aggiornamento: 15:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci