Cagnolino Simba muore in una trappola per volpi: denunciato un 67enne

Mercoledì 16 Gennaio 2019 di Vittorino Bernardi
Il meticcio Simba
4
ISOLA VICENTINA - È morto di freddo, fame e sete il meticcio di 7 anni Simba, rimasto prigioniero tre giorni in una trappola a scatto per volpi, sistemata su un terreno privato in località Lombarda. Dopo la denuncia presentata dai proprietari del cane i carabinieri forestali della stazione di Arsiero hanno interrogato e denunciato in stato di libertà il proprietario del terreno, un 67enne, per uso illecito di trappole ai sensi degli artt. 20 e 21 della Legge nazionale 157/92. L’uomo ha giustificato la presenza della trappola, che è stata sequestrata, per salvaguardare il proprio pollaio dagli assalti delle volpi che vivono nei dintorni. Simba era scomparso nel pomeriggio di sabato 5 gennaio in un’uscita in collina, assieme alla propretaria in zona Lombarda. Libero di correre il meticcio a un certo momento è scomparso nel nulla: inutili sono stati i ripetuti richiami della proprietaria e la ricerca effettuata il giorno successivo è andata vuoto. La famiglia di Simba lunedì 7 gennaio ha postato con foto un appello sulla pagina Facebook “Sei di Isola Vicentina se…”. «Ciao, sto cercando questo cagnolino, si è perso sabato pomeriggio in via Lombarda, chi avesse notizie mi contatti per favore. Grazie». L’appello è stato raccolto con la notizia del ritrovamento martedì 8 del meticcio morto per stenti all’interno di una trappola per volpi. La proprietaria M.P. ha sfogato la rabbia con un post su Facebook. «Caro amico Simba ho aspettato e speravo nel tuo ritorno a casa: la tua, la nostra. Ti ho trovato senza vita dopo inutili sofferenze causate da freddo, sete e fame provocate da una incivile persona che lascia nel proprio terreno trappole per animali incustodite. Ti voglio ricordare come un Amico fedelissimo, sempre pronto a dare e ricevere coccole, un figlio, un fratello, un compagno di viaggio meraviglioso e sincero per 7 anni. Sei stato un dono: sei e sarai per sempre nei nostri cuori, Amico mio».
  Ultimo aggiornamento: 17:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci