Colpito dal pallone al parco giochi: taglia la guancia al 16enne "colpevole"

Venerdì 19 Ottobre 2018 di Vittorino Bernardi
13
MALO - È un 16enne residente in paese, colpito al volto da un taglierino, l’ultima vittima della baby gang composta da circa 7 elementi tra italiani e africani di seconda generazione (con nazionalità italiana), anche minorenni, che da oltre un anno scorazza a Schio e nei Comuni limitrofi. È un gruppo scatenato e già responsabile di aggressioni e danneggiamenti al patrimonio pubblico e privato.

Nelle ultime ore la compagnia dei carabinieri di Schio del capitano Jacopo Mattone ha reso noto l’episodio accaduto nel pomeriggio di venerdì 12 ottobre presso il parco giochi Montecio. Il gruppo di bulli si è recato nel parco, dove alcuni adolescenti stavano giocando una partitella di calcio. I carabinieri hanno ricostruito la dinamica dell’aggressione al 16enne, costato una denuncia a un 17enne di origine marocchina, noto alle forze dell’ordine. I bulli si sono posti a margine del campo calcio, con la partitella in corso ed è scattata la violenza, come spiega il capitano Mattone. «A un certo momento uno del gruppo è stato colpito al corpo da un pallone calciato da un giocatore e ha reagito contro di lui con un’aggressione verbale, con richiesta di scuse. Al rifiuto di fornirle, il giocatore, un 16enne italiano residente a Malo, è stato colpito a una guancia con un taglierino». Partitella sospesa con intervento dei carabinieri della locale stazione che hanno identificato e denunciato l’aggressore 17enne. Accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale Altovicentino di Santorso il ferito è stato medicato con una prognosi di 3 giorni per una ferita superficiale alla guancia.    Ultimo aggiornamento: 13:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci