Gare di moto nei sentieri dei Berici: «Non se ne può più, li stanghiamo»

PER APPROFONDIRE: colli berici, moto, prefetto, umberto guidato
I sentieri dei Berici sono usati come circuiti per gare clandestine di moto

di Roberto Cervellin

VICENZA - Multe fino a 500 euro e sequestro delle moto. Tolleranza zero nei confronti dei motociclisti che gareggiano lungo le strade bianche dei colli Berici.

Un fenomeno che i comuni del comprensorio dell'Altavia dei colli - oltre 100 km di percorsi immersi nella natura - intendono bloccare quanto prima. Non solo per l'incolumità delle migliaia di escursionisti che li attraversano, ma anche per la tutela dell'ambiente.

Lo hanno ribadito al prefetto Umberto Guidato in occasione della riunione tecnica del coordinamento delle forze di polizia tenutasi il 13 marzo a Vicenza. «Non ne possiamo più», hanno tuonato i sindaci degli 11 comuni presenti al tavolo, tra cui quelli di Longare, Brendola, Val Liona e Barbarano Mossano. «E' a rischio l'equilibrio del territorio», ha confermato il primo cittadino di Villaga Eugenio Gonzato. I sentieri naturalistici dell'area vengono usati infatti come circuiti per gare clandestine. «Questo si ripercuote sul delicato equilibrio idrogeologico delle colline», hanno denunciato gli enti locali.

Parole d'ordine sono prevezione e controllo. Nel mirino, in particolare, i motociclisti che si dedicano al fuoripista nelle strade sterrate. Questi, in altre parole, dovranno stare lontani dalle aree protette. Il questore Giuseppe Petronzi ha annunciato il potenziamento dei pattugliamenti in una sorta di task force che coinvolgerà non solo polizia stradale e provinciale ma anche polizie locali. Tra le ipotesi, c'è quella del sequestro delle moto. Nel frattempo alcuni comuni, come Villaga, hanno portato le multe a 500 euro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 14 Marzo 2018, 12:41






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Gare di moto nei sentieri dei Berici: «Non se ne può più, li stanghiamo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-03-18 13:14:17
E molto comodo dire che sono i motociclisti a creare danni ambientali non i boscaioli che tagliano piante e le trascinano sui sentieri provocando solchi molto profondi noi motociclisti il piu delle volte per passare con le nostre moto ci fermiamo e puliamo i sentieri.Quello che la gente di solito non fa!! Se non fosse per noi molti sentieri sarebbero già scomparsi . Poi scrivono che i sentieri vengono usati per circuiti di gare clandestine . Non credo proprio perché la gente che vuole fare gare va nei tracciati apposta dove possono essere cronometrati nei sentieri la gente non fa gare si fa solo dei giri in moto come se andassero a camminare.
2018-03-18 13:13:24
E molto comodo dire che sono i motociclisti a creare danni ambientali non i boscaioli che tagliano piante e le trascinano sui sentieri provocando solchi molto profondi noi motociclisti il piu delle volte per passare con le nostre moto ci fermiamo e puliamo i sentieri.Quello che la gente di solito non fa!! Se non fosse per noi molto sentieri sarebbero già scomparsi . Poi scrivono che i sentieri vengono usati per circuiti di gare clandestine . Non credo proprio perché la gente che vuole fare gare va nei tracciati apposta dove possono essere cronometrati nei sentieri la gente non fa gare si fa solo dei giri in moto come se andassero a camminare.
2018-03-15 13:58:02
Effettivamente le moto da cross , fuoripista, sono pericolose per la gente. Dovrebbero correre solo nelle piste da cross.
2018-03-14 20:56:18
ma lasciate che la gente si diverta! invece di fare gli invidiosi su tutto!...
2018-03-14 20:05:16
... speranza vana.. mai sanzionato, mai fermato e neppure intimidito.. penso che colui che sia in grado di farlo a fronte di un ktm 400 debba ancora nascere..