Appostato nel capanno, parte una fucilata che lo colpisce in faccia: muore cacciatore

PER APPROFONDIRE: arzignano, caccia, capanno, fucilata
Appostato nel capanno, parte una fucilata che lo colpisce in faccia: muore cacciatore
ARZIGNANO - Tragico incidente di caccia questa mattina ad Arzignano (Vicenza), in località Castello: un cacciatore di 80 anni, T.T., nativo e residente ad Arzignano, è rimasto ferito da una fucilata ed è stato trasportato d'urgenza con l’elicottero all’ospedale di Vicenza: l'uomo, ricoverato in condizioni disperate nel reparto di rianimazione del San Bortolo, è spirato a metà pomeriggio nonostante il prodigarsi dei sanitari, senza mai riprendere conoscenza: al cacciatore sarebbero stati fatali i pallini che l'hanno colpito in pieno volto, soprattutto tra la gola e il mento.

Secondo una prima ricostruzione l'anziano era da solo all'interno del suo capanno quando sarebbe scivolato, con il fucile a tracolla, senza aver azionato la sicura: dall'arma sarebbe partito un colpo che l'ha investito in pieno volto. A dare l'allarme è stato un altro cacciatore presente in zona, che ha sentito il rumore dall'interno del capanno e si è insospettito: sul posto è giunta un'ambulanza del Suem 118 dell'ospedale di Arzignano, i cui sanitari gli hanno prestato le prime cure mentre nel frattempo è stato chiesto l'intervento dell'elisoccorso dell'ospedale di Verona, che l'ha poi trasferito nel nosocomio berico.

Sul luogo anche i carabinieri della stazione di Arzignano per i rilievi, che al momento sembrano escludere altre ipotesi se non quella di un tragico incidente. Del tragico fatto è stato avvertito il pm di turno della Procura di Vicenza.


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 21 Ottobre 2019, 13:46






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Appostato nel capanno, parte una fucilata che lo colpisce in faccia: muore cacciatore
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2019-10-24 12:19:42
rischi del mestiere, per quello che uno sport non è
2019-10-22 12:57:46
... la caccia non è nata con l'uomo. ma viceversa. la civiltà è nata con la caccia.. papi, imperatori, poeti, filosofi, musicisti e scrittori sono stati cacciatori e non a caso.. dittatori e massacratori d'uomini, di libertà e del libero pensiero sono stati ( e sono spesso ) contro la caccia, vegetariani ( hitler ) e nel caso di himmler oltranzista vegano.. se uccidere è caccia nessuno si salva.. ma è meglio non dirlo.. l'ipocrisia lo impone, il lavaggio del cervello lo dispone.. la pecora segue il gregge sino al baratro e pure un po oltre.. quando un uomo muore tutto l'universo si fa più povero. quando muore un poeta rurale dal cuore antico e dallo spirito bucolico lo è di più.. chiedete al passero, all'averla alla capinera, al fiore del campo e al fiordaliso chi l'ho ha ucciso.. ti risponderà di certo.. ma tu non capirai e ti adirerai..
2019-10-22 11:52:58
difendono gli uccellini (da una tastiera), poi si ingozzano di grigliate con carne comprata al supermercato. Sono contenti per la morte di un uomo (senza neanche averlo conosciuto), poi magari vanno in chiesa la domenica. Spesso mi domanda cosa sta aspettando il pianeta per levarsi una certa infezione.
2019-10-22 08:11:11
ne danno felice notizia i pennuti della zona...
2019-10-22 05:47:51
tra il mento e la gola... niente numeri anti suicidio?