Clandestini afgani nascosti nel camion dalla Serbia. L'autista: «Non lo sapevo»

Giovedì 18 Aprile 2019
POZZOLEONE - Terzo caso nel 2019 in terra vicentina di profughi afgani che all’estero salgono nel cassone di un camion, si nascondono tra le merci caricate all’insaputa dell’autista e dopo lunghe ore di viaggio arrivano in Italia e si fanno scoprire all’apertura del portellone per l’operazione di scarico. Alle 11 di ieri è entrato nel piazzale della Technogel Italia srl di via Bassanese Inferiore un camion partito dalla Serbia.

L’autista aperto il cassone del rimorchio ha notato tra gli imballaggi due giovani uomini: fatti scendere e chiamato il 112 sono stati consegnati ai carabinieri di Sandrigo. Condotti in caserma per l’identificazione i due soggetti hanno dichiarato di essere afgani e condotti in questura a Vicenza hanno chiesto protezione internazionale. Al momento sono ospiti di una comunità di accoglienza di Sandrigo. È il terzo caso quest’anno dopo quelli di Cartigliano del 24 gennaio con sei afgani saliti nei Balcani in un tir bulgaro e di Zané del 27 gennaio con un afgano salito in Grecia pure su un tir bulgaro. Ultimo aggiornamento: 10:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA