Lei gli confessa di avere l'Hiv dopo 6 mesi di relazione: «Ora controlli continui»

PER APPROFONDIRE: aids, appello, contagio, hiv, vicenza
Lei gli confessa di avere l'Hiv dopo 6  mesi di relazione: «Controlli continui»
VICENZA - L’Aids fa ancora paura e devastante è il sospetto di avere contratto la malattia. Involontario testimonial di ansie e paure è un 45enne vicentino di nome Antonio che attraverso il Giornale di Vicenza ha lanciato un appello pubblico. «Giovani fate le analisi, girate con il test in mano. Non fate il mio stesso errore: chiedete il test anche ai vostri partner. E prima usate il preservativo. Nessuno è al riparo». 

Nella sua condizione di separato Antonio aveva intrecciato una relazione con una donna che dopo 6 mesi, lo scorso maggio, ha confessato di essere positiva all’Hiv. Al 45enne all’improvviso è crollato il mondo addosso: vita stravolta e rabbia in corpo, anche se i primi test hanno dato esito negativo. Il 45enne che deve sottoporsi a test periodi vive in un continuo stato di ansia: ha perso degli amici e al lavoro non è più lo stesso e inoltre ha allontanato la giovane figlia che viveva con lui per la paura di contagiarla. Al Giornale di Vicenza ha lanciato un’accusa alla società e alla politica. «Avrei tanta voglia di vendicarmi, ma non posso fare niente. La legge va cambiata, è troppo blanda nei confronti di chi sa di essere sieropositivo e lo nasconde volontariamente al partner».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 26 Ottobre 2017, 11:29






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lei gli confessa di avere l'Hiv dopo 6 mesi di relazione: «Ora controlli continui»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2017-10-26 19:22:47
Se la tipa prende i retrovirali: smetta di preoccuparsi. Se crede di contagiare la figlia: che si informi e smetta di preoccuparsi. Un altro che si è fasciato la testa prima di rompersela. L'informazione è a nostra disposizione ed è pure a gratis. Se ti fa schifo leggerla: nel telefono hai il lettore automatico. I mezzi per migliorare il tuo sapere ce li hai. Se decidi di ignorarli nonostante questo... verso Panarello in Puglia credo ci siano ancora alcune grotte libere.
2017-10-26 18:34:24
A livello informativo...sembra scritto nel 1989...
2017-10-26 17:17:56
Chissa' perche' questo ha scritto ai giornali per raccontare i fatti suoi.
2017-10-26 13:40:12
La trasmissione dell'HIV da donna a uomo, se le mucose sono sempre state integre, è molto improbabile.
2017-10-26 13:26:59
non tutti sanno che una persona sieropositiva, dopo un periodo di almeno 6 mesi con i farmaci antiretrovirali, riduce la carica virale a livelli molto bassi, tali da rendere il contagio con percentuali molto basse. Le vere mine vaganti sono coloro che consapevoli di fare sesso non protetto, non fanno i test periodici e non si curano in caso di contagio, magari per anni.