Arabi e lussemburghesi fanno ripartire i sogni dei tifosi: «Obiettivo play-off»

PER APPROFONDIRE: boreas, società, vicenza, vicenza calcio, vifin
Arabi e lussemburghesi fanno ripartire i sogni dei tifosi: «Obiettivo play-off»

di Luca Pozza

VICENZA - La nuova "era" del Vicenza Calcio è iniziata ufficialmente oggi con la lettera d'intenti firmata, davanti a giornalisti, cameraman e fotografi, dall'imprenditore Marco Franchetto, attuale vicepresidente e amministratore delegato della Vi.Fin. (la finanziaria che detiene il pacchetto azionario del club) e dall'ingegner Francesco Pioppi, rappresentante della Boreas Capital, la holding arabo-lussemburghese, con sede proprio in Lussemburgo, che nell'arco di alcuni mesi acquiserà il 75% delle azioni, attraverso il closing previsto entro il 31 dicembre 2017, ma che potrebbe concretizzarsi tra settembre e ottobre.
 
 

Nell'arco di alcuni mesi, duranti i quali le scelte saranno condivise tra la stessa Vi.Fin e la Boreas, il club biancorosso, nella storia il primo club calcistico italiana di proprietà di una società straniera (l'inglese Enic nell'estate 1997), tornerà dunque in mani straniere: la Boreas Capital è partecipata e controllata dalla I.G.S. Holding con sede a Dubai (Emirati Arabi Uniti), organizzazione leader nel settore sanitario dal 2007 operante nel Medio oriente, Asia ed ora anche in Europa. La Boreas Capital sarl è una newco di recente costituzione, necessaria per avviare importanti investimenti in Europa ed in particolar modo in Italia nel settore medico/sanitario. La principale attività di riferimento è quella della medicina sportiva e riabilitativa, che prevede entro i prossimi sei anni due ingenti investimenti in Veneto, a cui si aggiunge ora la partecipazione in una società calcistica professionistica italiana.

«Dal punto di vista sporivo ripartiamo praticamente da zero - le prime parole di Marco Franchetto - ma lo faremo con umiltà e sacrificio, ma anche con trasparenza. L'impegno è di non ripetere gli errori commessi nella passata stagione, culminata con la dolorosa retrocessione in serie C. Questa città ma soprattutto i suoi tifosi non meritano la terza serie, proveremo a risalire anche se non sarà facile. A creare la strada in vista dell'imminente ritiro sull'Altopiano ci penserà il direttore sportivo Moreno Zocchi, che in questo periodo sta lavorando giorno e notte per allestire una squadra competitiva. Punteremo ai play-off, l'obiettivo è stare nella parte sinistra della classifica».

«L'investimento su un progetto triennale per tornare il prima possibile in serie B - ha invece spiegato l'ingegner Pioppi - è nell'ordine dei 7-8 milioni di euro. Il budget per la stagione 2017-2018,  rateizzazione dei debiti esclusa, sarà di 4 milioni». Durante l'incontro di oggi, avvenuto a Vicenza nella sede del Caffè Vero, è intervenuto anche Massimo Amenduni, consigliere delegato di Acciaierie Valbruna Spa, il prestigioso marchio, leader mondiale nella produzione dell'acciaio, che sponsorizzerá il Vicenza nei prossimi tre anni. Nell'occasione presentata le prime due maglie ufficiali, quella tradizionale a strisce biancorosse e quella nera con lo sponsor Acciaierie Valbruna.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 10 Luglio 2017, 16:16






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Arabi e lussemburghesi fanno ripartire i sogni dei tifosi: «Obiettivo play-off»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-07-12 00:41:29
Una Holding di cui non si sapra' mai nulla e i tifosi che ancora credono alle favole mah
2017-07-11 11:48:48
Io invece sono molto ottimista. Aria nuova, si riparte dal basso per tornare in alto.
2017-07-11 09:59:24
Ennesima pagliacciata, finirà tutto sul nulla di fatto, peggio della Eric che si mangiò tutto.