Bimba di 16 mesi azzannata al volto mentre gioca con il cane di famiglia

PER APPROFONDIRE: azzannata, bimba, cane, casa, vicenza, volto
Bimba di 16 mesi azzannata al volto  ​mentre gioca con il cane di famiglia
VICENZA - Tanta paura alla vigilia di Capodanno in una casa di Vicenza: una bimba di 16 mesi è stata azzannata al volto dal cane di famiglia, un lagotto romagnolo, cane di media stazza robusta. L'incidente è avvenuto mentre la bambina giocava con l'animale, come riporta il Giornale di Vicenza. La piccolina ha riportato due profonde lacerazioni ed è stata subito soccorsa, portata in ospedale e operata d'urgenza. Ora è fuori pericolo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 2 Gennaio 2018, 09:13






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bimba di 16 mesi azzannata al volto mentre gioca con il cane di famiglia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 25 commenti presenti
2018-01-02 22:01:11
ieri ero da un'amico ha un Chihuahua bellissimo molto dolce...fino a che non tocchi la sua cuccia e un'orsetto di peluche vicino...ho toccato l'orsetto è partito come un razzo e mi ha morso lo stinco avevo i jeans niente di che...sicuramente se al posto mio c'era un bambino di 16 mesi magari a gattoni il segno lo lasciava anche a livello traumatico...quindi mai lasciare bimbi piccoli con cani e gatti da soli...
2018-01-03 13:42:08
Vorrei vedere se un estraneo entrasse in casa tua senza essere invitato la tua reazione.....
2018-01-02 16:44:13
..." possedette bellezza senza vanità, forza senza insolenza, coraggio senza ferocia " G.Byron sulla tomba del proprio amato cane ".. a ben vedere tutte le virtù dell'uomo senza i suoi vizi..
2018-01-02 16:04:59
Per fortuna in molte persone c'è ancora lucidità e buon senso nel considerare i cani come animali, le cui azioni o reazioni vengono per lo più governate dall'istinto piuttosto che dalla ragione, e che quindi possono risultare pericolosi in molte situazioni che apparentemente possono sembrare non a rischio (ad esempio in presenza di bambini). Anche in quelle che appaiono come "buone azioni" compiute dai cani (ad esempio quelli usati nelle operazioni di soccorso), è comunque l'uomo che sfrutta alcuni loro istinti mettendoli al proprio servizio, non è il cane che di propria iniziativa compie determinate azioni; il cane può difendere o in alcuni provare a prestare aiuto al proprio padrone, ma semplicemente perché lo considera il suo capo branco; è invece prerogativa dell'uomo prestare soccorso ad altri uomini, anche perfetti sconosciuti, compiendo azioni con razionalità in cui ha contezza del proprio operato. Queste sono cose ovvie che però molti media trasformano, facendo sembrare "eroi" (parole usata sempre più a casaccio) animali che il più delle volte non si rendono neanche conto di ciò che stanno facendo (anche se si tratta di un servizio utile all'uomo), e creando correnti di pensiero fasulle in cui si considera il cane alla stregua di un essere umano. Tanti auguri di buona guarigione alla piccola sfortunata bambina.
2018-01-03 13:43:48
Ha parlato “lui”.chi te l’ha detto un uccellino “intelligente”?