A Vicenza trovate tonnellate di rifiuti tossici, arrivano da Napoli e Caserta

Rifiuti tossici, trovate 900 tonnellate
dal Sud

di Vittorino Bernardi

AGUGLIARO - Il Basso Vicentino zona di illecito smaltimento rifiuti provenienti dalla Campania. È quanto emerso da un’indagine delle fiamme gialle  in un controllo nell’area industriale di Asigliano Veneto hanno individuato un capannone in disuso, di proprietà di un noto istituto bancario di livello nazionale, all’interno del quale erano stati ammassati fino a completa saturazione della volumetria, balle di rifiuti non riciclabili derivanti anche da processi di lavorazione industriale. Nelle fasi successive al primo intervento, i finanzieri sono stati coadiuvati da personale tecnico specializzato dell’Arpav di Vicenza per effettuare rilievi di carattere tecnico/specialistico sul sito illecitamente adibito a polo occulto di stoccaggio di rifiuti.
 


È così emerso che il capannone da 3 mila mq. di superficie era stato illecitamente riempito di circa 600 balle di rifiuti (rilegate da filo di ferro) essenzialmente costituiti da materiale plastico, tessile e da rifiuti solidi urbani per un peso complessivo stimato in circa 900 tonnellate. I riscontri e i campionamenti effettuati sui rifiuti stoccati hanno permesso di accertare che sono giunti dalla Campania, dalle zone di Napoli e Caserta. L’intero sito industriale è stato posto sotto sequestro dai militari delle fiamme gialle che hanno informato la procura della Repubblica di Vicenza per le ipotesi di reato riconducibili all’illecito stoccaggio di rifiuti industriali a carico di soggetti in fase di individuazione. Nei confronti del proprietario del capannone, un noto istituto bancario di livello nazionale, è stata emessa dal sindaco di Asigliano l’ordinanza per la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti e il contestuale ripristino e bonifica del luogo.
L’operazione delle fiamme gialle continua con l’accertamento dell'evasione del pagamento del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi, oltre all’applicazione delle sanzioni previste dalla legge per un importo che va da tre a sei volte il tributo dovuto.
 
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 19 Marzo 2019, 08:25






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
A Vicenza trovate tonnellate di rifiuti tossici, arrivano da Napoli e Caserta
CONDIVIDI LA NOTIZIA
APPROFONDIMENTI
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 60 commenti presenti
2019-03-20 07:10:40
In pratica li si sposta, nord sud , sud nord, est ovest ovest est...ieri in Trentino scoperta discarica enorme , in prossimita' di conoide deiezione e cava.Si prelevavano inerti, si sostituivano con rifiuti.Oltre a cio' un gran giro di camion con conseguente inquinamento atmosferico...Pero' si denigra Greta perche' in treno mangia quelloche viene fornito dal catering in package di plastica, come fosse colpa ua..il difettuccio che dovrebbe far crollare la sua azione.
2019-03-20 06:36:17
i conti non tornano. "ammassati fino a completa saturazione della volumetria". 3000 mq disuperfice ,significa almeno 10 .000 metri cubi di volume non si riempiono con 600 balle da meno di 1 metro cubo... ed anche la foto lo conferma. 900 Ton significa che ogni balla dovrebbe pesare 1,5 ton .... in sintesi il capannone era quasi vuoto
2019-03-20 00:11:09
Tutti questi capannoni vuoti costruiti con i finanziamenti delle banche Venete fallite, almeno servono a qualche cosa, siamo diventati peggio della terra dei fuochi e nessuno non si è mai accorto di nulla.
2019-03-19 20:23:42
Non capisco quelli di Caserta e Napoli perchè sarebbe così facile. Lo Jonio e il Tirreno sono così grandi e profondi.... a fare compagnia alle navi affondate con i scarti radioattivi ....
2019-03-19 21:54:04
L'adriatico veneziano, è decisamente più adatto....per fare compagnia a pfas idrocarburi e cromi vari....