Il parrucchiere non faceva le fatture alle clienti: negozio chiuso

PER APPROFONDIRE: arzignano, parrucchiere, vicenza
Il parrucchiere non faceva le fatture alle clienti: negozio chiuso
ARZIGNANO (VICENZA) - La Guardia di finanza di Vicenza hanno dato esecuzione al provvedimento del Direttore generale dell'Agenzia delle entrate del Veneto con il quale è stata disposta la chiusura, per tre giorni, di un salone per acconciature del centro di Arzignano (Vicenza).

Il titolare dell'attività commerciale, di nazionalità cinese, si è reso responsabile, secondo le fiamme gialle, di quattro distinte violazioni in materia emissione dello scontrino e/o ricevuta fiscale, commesse nell'arco di cinque anni e constatate dai finanzieri a partire dal 2014. Per chi non rilascia scontrino o ricevuta fiscale è prevista una sanzione amministrativa, il cui ammontare è pari al 100% dell'Iva non documentata e, comunque, non inferiore a 500 euro.

Le plurime violazioni riscontrate nel corso del quinquennio, tuttavia, hanno portato i militari ad effettuare un'apposita segnalazione alla Direzione regionale dell'Agenzia delle entrate, affinché provvedesse all'irrogazione della prevista sanzione accessoria della sospensione della licenza, dell'autorizzazione all'esercizio dell'attività o dell'esercizio dell'attività medesima, per un periodo che può variare da tre giorni a un mese. A seguito della segnalazione, il Direttore regionale dell'Agenzia delle entrate ha pertanto emesso un provvedimento di sospensione dell'esercizio dell'attività per tre giorni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 22 Ottobre 2019, 09:53






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il parrucchiere non faceva le fatture alle clienti: negozio chiuso
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2019-10-26 15:07:48
A A A avvocà, dacce la fattura diceva bonanima er Nonno saggio, che me devono dà la pensione.
2019-10-24 18:41:07
Beh, e i dentisti(italiani) i medici (italiani) ecc. Quante ricevute fanno? Per non parlare delle truffe multimilionarie che riempiono le cronache questi giorni. Tutti pronti a lanciare la prima pietra, tutti santi e sapienti. Probabilmente è vero che ogni popolo ha il governo che si merita
2019-10-23 07:40:08
Per altro, a differenza degli italici, una buona parte degli "imprenditori stranieri" di questa categoria NON paga tasse, NON paga eventuali multe / sanzioni (essendo nulla tenenti) e se gli chiudono il locale riaprono l'attivita' abusivamente la settimana dopo 100 metri piu' in la'.
2019-10-23 07:37:03
SOLO QUATTRO violazioni in 5 anni ? Santo subito ! Dovrebbe essere eletto contribuente dell'anno, altro che multa ...
2019-10-23 07:20:17
Il mio di parrucchiere,ormai in pensione taglio capelli piu'shampo 20 euro ricevutina "pettinata 5 euro" questo da piu' di trent'anni.Stesso discorso dove va mia moglie taglio colore e piega 65-70 euro solita "ricevutina"da 7 euro con su scritto pettinata e preciso che sono tutti e due italiani.Allora come la mettiamo? Mai ricevuta la visita della finanza (detto da loro) in tanti anni di attivita'.Se poi vogliamo dirla tutta come mai i venditori e commercianti che gestiscono i banchi dei vari mercatini hanno quasi sempre il registratore di cassa con le batterie scriche o quelli piu'onesti spesso si dimenticano di battere qualche zero sull' importo della spesa?Vero che gli zeri non contano pero'.....Buona giornata.