Un tuffo nella cultura orientale
con tre serate di letture e scritture

Martedì 15 Marzo 2016 di Roberto Lazzarato
Valbrenta. Pietra di Pazienza

VALBRENTA - Il mondo e la cultura orientale da esplorare nei tre appuntamenti del ciclo “Appassionatamente: letture e scritture”, promosso dalla Biblioteca Medio Canal di Brenta, in collaborazione con il Giardino Freudiano, a Palazzo Perli, ore 20.30, nei prossimi tre mercoledì di marzo.

“La letteratura, come il cinema, la pittura e la musica, sono arti che ci ricordano il diritto alla felicità; praticandole possiamo incontrare sorprese inaspettate - spiegano i promotori. - Nei tre appuntamenti con romanzi contemporanei e classici le relatrici ci accompagneranno in mondi e culture orientali per esplorare modi di esistenza differenti, ma nella loro essenza universali”.

L’associazione Giardino Freudiano, che opera in varie città tra le quali Padova, Vicenza e Bassano del Grappa, è un laboratorio di lettura e scrittura, promuove la ricerca, lo studio e il confronto sulle teorie psicoanalitiche nella confluenza con differenti ambiti del sapere e della cultura tra i quali la scienza e l’arte, che a vario titolo partecipano all’opera di civiltà. Debutto del ciclo mercoledì 16, con ‘Pietra di pazienza’ di Atiq Rahimi, relatrice Maria Pia Marangon e introduzione di Michela Tagnin. Il romanzo dell’afgano Rahimi si è aggiudicato il più prestigioso premio letterario francese, bestseller in Francia per molti mesi e in via di traduzione in tutto il mondo. Un libro emozionante nel quale la voce di una donna al capezzale del marito ferito e privo di conoscenza impersona la sofferenza, l’ingiustizia e l’indignazione delle donne afgane. Successivi appuntamenti: mercoledì 23 marzo, con ‘Vergine giurata’ di Elvira Dones, relatrice Silvia Pilati e introduzione di Marina Scremin; mercoledì 30 marzo, ‘La mite’ di Fëdor Dostoevskij, relatrici Maria Pia Marangon e Silvia Pilati e letture di Anna Branciforti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA