Fattore V: le travel vlogger nuove influencer di viaggi e lifestyle

Mercoledì 10 Giugno 2020 di Maria Serena Patriarca
Jess Wandering

Avventuroso è bello. Le influencer icone di glamour e bellezza vedono minacciato il trono di reginette del web dal boom delle travel influencer, al grido di «adventurous is the new pretty». Ambasciatrici del turismo, weekend ambassadors, destination hunters, ovvero “cacciatrici” di nuove mete nonché ottime imprenditrici di se stesse e della propria immagine di cittadine del mondo, complici Instagram e YouTube.

La figura della travel blogger oggi si tramuta in travel vlogger, con la lettera V, poiché i blog delle viaggiatrici seriali si evolvono dai contenuti scritti e fotografici a quelli video, tanto che i canali delle travel vloggers più seguite al mondo fanno concorrenza spietata ai canali televisivi dedicati al turismo. Pensiamo al caso della travel influencer Eva zu Beck, 526mila iscritti sul suo canale YouTube, che in questi mesi ha stupito i followers con sorprendenti video dall’isola di Socotra, nello Yemen, dove ha vissuto la sua quarantena con itinerari decisamente alternativi. Eva è diventata talmente popolare sui social da essere stata invitata dal primo ministro del Pakistan Imran Khan a tenere una conferenza sul turismo per lanciare il Pakistan come nuova destinazione per i giovani.
 

 

Altro vero fenomeno in questo campo la ventunenne Jennelle Eliana, che in meno di un anno ha raggiunto 2 milioni e 350mila iscritti sul suo canale YouTube. Il segreto? Non suggerire semplicemente un viaggio, per quanto originale (visto che gira il mondo su un van di colore celeste, stile hippy), ma condividere con i followers esperienze di vita e suggerimenti di lifestyle. Anche il canale YouTube di Nadine Sykora è considerato un punto di riferimento dai ragazzi in cerca di destinazioni “cool”, con un occhio attento alla vita quotidiana della popolazione locale negli oltre 55 paesi visitati nel mondo dalla travel vlogger.

La travel e food vlogger Christine Kaaloa nei suoi video fa viaggiare i fan attraverso sapori e curiosità alimentari dello street food. Se le youtubers sono le nuove star dei vlog online, anche le instagramers non sono da meno. Spesso, come nel caso dell’australiana Tara Milk Tea (1 milione e 300mila followers) da travel bloggers si tramutano in dive di stile, con foto patinate in location da sogno che fanno leva sulle emozioni del viaggiatore, più che sulle semplici destinazioni cercate dal turista. Nel suo caso, Tara è finita anche in un servizio fotografico su Harper's Bazaar, icona di stile fra i cactus dell’Arizona.

Da Seattle al mondo: Jess Wandering, fra le regine della Instagram rich list con un guadagno di 5.300 dollari per post, è fra le travel influencers di punta e colpisce per gli scatti fotografici non convenzionali, come quello che la vede sospesa su un’altalena nelle Ande in Perù. Foto degne di una vera gallery di arte contemporanea anche per Belen Hostalet (più di 800mila followers), le cui storie su Instagram raccontano di mondi esotici e lontani: dalle Filippine alla Giamaica, dalla Colombia a Rio de Janeiro. E la giovane dentista di Los Angeles Tiff Penguin è famosa in tutto il mondo per le foto di viaggio, tanto da essere stata ingaggiata per i suoi scatti da colossi del calibro di Sony, BMW ed Apple.

Ultimo aggiornamento: 17:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci