Livigno da vedere, da mangiare e da fare: le 3 cose da non perdere

Non solo piste da sci a Livigno, che offre sessioni di shopping a prezzi vantaggiosi e tante specialità enogastronomiche, per una settimana bianca tutta da vivere che comincia con il check-in in uno chalet di neve

Sabato 18 Dicembre 2021 di Sabrina Quartieri
Lo Snow Chalet di Livigno

Una settimana bianca a Livigno non è solo natura e sport sulla neve lungo gli oltre cento chilometri di piste da sci del suo comprensorio. L’elegante località di montagna dell’Alta Valtellina, anche detta “Piccolo Tibet”, infatti, è rinomata per essere una meta irresistibile per chi ama fare shopping, trovandosi in zona extra-doganale, il che permette di fare acquisti nei suoi circa 250 negozi di brand “luxury” e di articoli sportivi, a prezzi vantaggiosi, “tax free” come nei duty free in aeroporto. A rendere unica l’esperienza livignasca, in cui non manca una ricca offerta di ristoranti dove assaggiare le prelibatezze tipiche, è una location davvero speciale per passare la notte e che sta per essere inaugurata: lo “Snow chalet”, la suite tutta di neve che dal 18 dicembre prossimo verrà ospitata nell’Hotel Lac Salin SPA & Mountain Resort****S, per un soggiorno indimenticabile a 1800 metri di quota. 

Sessioni di shopping come al “duty free”, uno chalet di neve per la notte e le tappe enogastronomiche: cosa non perdere a Livigno

Un grande mall a cielo aperto, per fare acquisti nelle boutique glamour e nelle botteghe artigiane. Ma anche l’esperienza unica di dormire in una stanza “total snow” e i ristoranti, tra novità stellate e locali tipici che propongono pizzoccheri, gnocchi e carni. Prelibatezze da assaggiare in particolare nelle Tee, le tipiche baite livignasche, per una settimana bianca tutta da vivere anche fuori dalle piste da sci.

I 7 santuari di San Michele uniti da una linea retta misteriosa: credenze, curiosità e spiegazioni

1. La via dello shopping a Livigno

Con 250 negozi di noti brand del lusso e marchi di riferimento per gli sportivi, che vendono a prezzi vantaggiosi, Livigno si riconferma la “mecca” dello shopping dell’Alta Valtellina. La città, come detto, è una zona extra-doganale e proprio per questo beneficia di particolari sgravi fiscali e facilitazioni, rendendo la sua merce competitiva (ma ci sono limiti alle quantità che è possibile acquistare). In più, fino al prossimo 30 dicembre, il Villaggio di Natale propone interessanti pezzi di artigianato locale e golosità tipiche. Una volta lasciate le piste a fine giornata, i “fashion lovers” potranno avventurarsi (con mascherina obbligatoria all’aperto solo in caso di affollamento) tra le boutique, per curiosare tra capi di vestiario all’ultima moda, ma anche borse, scarpe, cappelli e pelletteria. Ancora: i luxury store offrono “must have” di lusso tra gioielli e orologi, montature per occhiali innovative, sartoriali o made in Italy e un assortimento incredibile di profumi. Spazio inoltre alle insegne hi-tech e ai negozi per gli sportivi, con marchi specializzati di alta qualità. Infine, per essere continuamente aggiornati su orari e indirizzi in città, basta scaricare sul proprio device la app My Livigno. 

 

Una boutique della via dello shopping a Livigno

2. Dormine in uno chalet di neve

Una notte “da brividi” ma ricca di magia. È la “Snow Dream Experience” proposta dallo “Snow Chalet”, una suite tutta di neve (arredi e tetto compresi) che sta per essere inaugurata per il quinto anno consecutivo a 1800 metri di quota presso l’Hotel Lac Salin SPA & Mountain Resort****S di Livigno. L’apertura della struttura è prevista per il 18 dicembre 2021, dopo che le basse temperature permetteranno la sua realizzazione da parte dell’artista livignasca Vania Cusini. Nella stanza “glaciale”, disponibile fino al 20 marzo 2022, nonostante l’ambiente “total snow”, si trascorre la notte al caldo, in un comodo sacco a pelo termico adagiato sul letto (naturalmente di neve). L’esperienza inizia con una romantica cena a lume di candela, seguita da una calda tisana a base di erbe livignasche, che precede la notte nello “Snow Chalet”. La colazione al risveglio è ghiotta, a base di bresaola, salumi, formaggi, marmellate e torte fatte in casa. Il pacchetto (a partire da 590 euro) prevede anche una passeggiata con i deliziosi alpaca, oppure un’escursione guidata con le ciaspole, una degustazione di vini valtellinesi o una sessione fashion tra le boutique con tanto di Personal Shopper. Dulcis in fundo, c’è la spa dell’hotel, con piscina panoramica, idromassaggio salino e saune, dove concedersi un rilassante rituale di coppia.

La camera da letto dello Snow Chalet di Livigno

Todi da vedere e da mangiare: le 3 cose da non perdere

3. Mangiare a Livigno

La qualità dei prodotti e la genuinità delle materie prime sono ingredienti immancabili della tavola livignasca, con i piatti pensati per valorizzare la ricchezza delle terre d’alta quota, con un occhio sempre attento all’innovazione. Di questa filosofia culinaria ne è un esempio il ristorante Kosmo Taste the Mountains – Livigno & AlpiNN, situato sulle piste della ski-area Mottolino e pronto per essere inaugurato il 21 dicembre prossimo. Il progetto, nato dalla collaborazione di Mottolino Fun Mountain con Mo-food, holding di proprietà dello chef altoatesino tre stelle Michelin e stella verde Norbert Niederkofler e del socio Paolo Ferretti, punta infatti a esaltare il gusto tipico della montagna, in chiave sostenibile. In attesa che la “new entry” apra le porte, a Livigno – dove dal 6 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022 vige l’obbligo del Super Green Pass, per accedere a bar e ristoranti con servizio al tavolo all’interno – la cena gourmet da non perdere è al ristorante Al Peršéf. Solo 22 coperti sulla terrazza dell’Hotel Sporting e diversi menu degustazione con opzioni anche “veg”, ideati dal creativo chef Attilio Galli. La cucina alpina rivisitata in chiave moderna è anche la proposta de La Pòsa, all’interno dell’Hotel Flora. Il Rifugio Costaccia, a 2362 metri d’altitudine all’arrivo della cabinovia Livigno-Centro, è invece il posto giusto per provare i piatti tipici, come i pizzoccheri, gli gnocchi e le carni. L’esperienza da vero “local” è, però, in una Tea, la tipica baita livignasca. Ancora: se la merenda è alla Latteria, una bottega di delizie, la colazione a base di prodotti del territorio è con Tas’t – Livigno Native Food, disponibile sia negli hotel che con “cestino” negli appartamenti convenzionati con APT Livigno. 

Formaggi tipici della Valtellina

 

Ultimo aggiornamento: 13:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA