Battiato, nel giorno del funerale (interconfessionale) la rivelazione: nel 2000 si convertì all'Islam

Giovedì 20 Maggio 2021 di Franca Giansoldati
Battiato, nel giorno del funerale (interconfessionale) la rivelazione: nel 2000 si convertì all'Islam

Allah, Buddah, Cristo e quella ricerca spirituale continua, spasmodica, tormentata anche nell'ultimo passaggio simbolico sulla terra. Un cuscino di rose gialle sulla bara, la benedizione nella cappella a Villa Grazia, a Milo, di padre Guidalberto Bormolini che da anni intratteneva con Battiato erudite conversazioni sul passaggio più cruciale: la morte. E fuori dalla villa una cinquantina di persone arrivate a dare l'ultimo saluto al Maestro. A destra del piccolo cancello un foglio di carta con la citazione di una delle canzoni più celebri, La cura: «Ora guarirai da tutte le malattie». In chiesa ci sono solo i familiari e gli amici cari: Alice, Carmen Consoli, Giovanni Caccamo, Luca Madonia.


La ricerca di senso rincorsa da Battiato viene raccontata da padre Orazio Barbarino, parroco di Linguaglossa, anch'egli presente ad una cerimonia multiforme dove sono intervenuti persino alcuni monaci buddisti. «Franco era tutto, era anche cristiano. Come presbiteri abbiamo raccolto il suo messaggio, ovvero che lui non è morto: la morte è solo un passaggio. Franco è passato da una stanza ad un'altra». Il carattere interconfessionale della cerimonia funebre ha rispecchiato la spiritualità multiforme dell'artista che, ancora una volta, persino in quest'ultimo passaggio, lascia dietro di sé una scia di domande aperte sulla sua reale appartenenza religiosa. Di nascita cristiano, poi musulmano, poi aperto alla meditazione buddista.

E proprio mentre in Sicilia, si svolgeva l'addio ai piedi dell'Etna, Hamza Roberto Piccardo parlando al Messaggero ha raccontato di averlo incontrato nel gennaio del 2000 alla Mecca, la città santa in Arabia Saudita. L'ex segretario dell'Ucoii - l'organizzazione alla quale fanno riferimento molte moschee italiane - conferma che Franco Battiato si era convertito all'Islam e faceva parte di una confraternita Sufi. «Impossibile dimenticare la sorpresa quando me lo trovai alla Mecca per il pellegrinaggio rituale. Vestiva una tunica marrone mescolato agli altri fedeli, intento alla preghiera. Alcuni fratelli che erano avendolo riconosciuto volevano salutarlo, ma li fermai. Si trattava di un momento di raccoglimento e in quel luogo sacro Battiato era un pellegrino che incontrava Dio». Piccardo esclude che fosse lì per fare turismo o per un viaggio di piacere.

«La legge islamica che si applica in Arabia Saudita è rigorosa. Non si fanno sconti a nessuno per l'ingresso, nemmeno se si è importanti o famosi. Sul suolo sacro si può avere accesso solo se si è musulmani praticanti. Di conseguenza chi viene ammesso ha pronunciato la shahadah, vale a dire la testimonianza di fede con cui un musulmano dichiara di credere in un solo e unico Dio, Allah e nella missione profetica di Maometto».


Piccardo tornando in Italia dopo il pellegrinaggio volle levarsi il dubbio. «Ho investigato personalmente al consolato saudita se gli fosse stato rilasciato il necessario visto. Naturalmente ricevetti la conferma. Mi furono chiare molte cose: da musulmano quando ascoltavo Centro di gravità permanente mi appariva familiare il suo significato: parlava dello stesso percorso religioso che avevo fatto anche io. Anche noi fratelli musulmani lo affidiamo alla misericordia dell'Altissimo. Lui sì che avrà cura della sua anima».

Persino l'Etna, il gigante buono, vedendo il feretro allontanarsi ha avuto una eruzione leggera, uno sbuffo, «quasi un saluto» come lo ha descritto il vulcanologo Boris Behncke.

Il funerale di Battiato, ieri, è stato anche al centro di un equivoco dai contorni davvero bizzarri: una donna di Bologna, leggendo il messaggio postato sui social dal marito con le parole di una canzone dell'artista, ha pensato subito che si volesse suicidare e ha chiesto aiuto ai carabinieri. Fortunatamente l'uomo stava benissimo e non aveva nessuna intenzione di togliersi la vita, voleva solo ricordare l'artista con un messaggio romantico alla moglie.

Ultimo aggiornamento: 21 Maggio, 19:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA