Massacrato di botte a Perugia in centro dal branco
la movida torna a essere pericolosa

Lunedì 6 Dicembre 2021 di Luca Benedetti
Massacrato di botte a Perugia in centro dal branco la movida torna a essere pericolosa


PERUGIA Perugia ha appena finito di trattenere il fiato per Roberto Malaspina aggredito a coltellate a New York, che deve fare i conti con un episodio assurdo avvenuto nella notte tra sabato e domenica nel cuore dell’acropoli. Assalto in piazza Matteotti a un ragazzo di vent’anni. Che è finito in ospedale con alcune fratture al volto. Condizioni che vengono definite non gravi, ma episodio gravissimo.
Sta indagando la squadra mobile diretta da Gianluca Boiano. Futili motivi, è il primo momento su cui si sono mossi i poliziotti per dare un movente alla follia. Ma non è questo il punto se si guarda l’aggressione dal punto di vista della sicurezza e della vivibilità cittadina. 
L’episodio, la vittima è un ragazzo italiano, fa paura, fa tornare a galla la mala movida. Anzi stavolta è la movida violenta. E proprio sulla movida a partire da oggi, con i controlli legati all’entrata in vigore per il Super Green pass, ci sarà un’attenzione particolare da parte della forze dell’ordine come ha annunciato l’altro giorno il prefetto Armando Gradone.
Per risolvere il caso dell’aggressione di piazza Matteotti la squadra mobile della polizia sta lavorando non solo sul racconto del ragazzo aggredito, ma anche sulle riprese delle telecamere di sicurezza della zona. Un episodio grave e pesante che fa il paio con quello denunciato in via Oberdan sabato nella tarda serata e su cui stanno indagando i carabinieri. Tre ragazzini under 14 sarebbero stati circondati, incappucciati e rapinati da cinque giovani. Un altro episodio da brivido. Difficile immaginare collegamenti con quello su cui sta indagando la polizia in piazza Matteotti. Ma il fatto ripropone il tema della sicurezza in centro all’ora della movida. E anche oltre. Soprattutto adesso che è iniziata la kermesse di Natale con una lunga serie di eventi, appuntamenti e tutti il corollario di luci, suoni e colori, compreso l’albero sui tetti che vedrà il primo ciak mercoledì.
Come avvenuto questa estate il centro torna a essere il fulcro della vita cittadina, anche by night. Ed ecco i primi effetti negativi. Anche se la riapertura dei locali notturni ha fatto calare la pressione sull’acropoli che in estate aveva portato a situazioni pesanti sul fronte del decoro e della vivibilità tanto che i residenti avevano denunciato situazioni pesanti per rumore, sporcizia e c’erano state pure segnalazioni sul fronte della spaccio di droga. L’episodio di via Oberdan prima e di piazza Matteotti poi sembrano indicare la rottura di una tregua che nelle ultime settimane aveva tenuto. Ecco perché l’aggressione al ragazzo avvenuta in piazza Matteotti preoccupa al di là del singolo episodio dell’aggressione, comunque grave e pesante per una città che vuol uscite dal tunnel dell’emergenza anche con il centro storico tirato a lucido per le feste di Natale.

 

Ultimo aggiornamento: 10:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA