Tzeol

Commenti pubblicati:
Venerdì 16 Novembre 2018, 16:29
"sara' che i maschietti sono cavalieri" .... Cioe': neanche di fronte alla evidenza certi "maschi" (virgolettato) e certi maschilismi si arrendono. Neanche di fronte a un articolo che ti sta spiegando, appunto, che la ragazza in questione non vince perche' i coetanei le usano una cortesia, ma proprio perche' e' piu' forte di loro in pista! Se sei una donna, cara Stella123, non cambia nulla. Molte sono le donne maschiliste, senza sapere di esserlo, senza neppure rendersene conto: prova a guardare con maggiore attenzione la societa' che ti circonda, e dimmi se non ho ragione. E' quello il vero motivo per il quale le donne tanto faticano ad affermarsi come "pari" agli uomini nella societa': perche', caro/a Stella, spesso e volentieri, soprattutto in certi ambiti e settori, sono le stesse altre donne da cui si e' circondate ad essere maschiliste e a fare discriminazioni a favore degli uomini. AH....alle vostre figlie non comperate solo il kit giocattolo dell'aspirapolvere e il ferro da stiro che sbuffa vapore "come quello di mamma".... Regalate loro anche una navicella interstellare con cui esplorare nuovi mondi, una bici da corsa, per andare veloci, un "Meccano", per costruire con le loro mani quello che piu' hanno voglia. Non saranno, un domani, "meno donne"...anzi...lo diventeranno di piu' di quanto non siano state libere di diventarlo e di esserlo le loro nonne!
Giovedì 15 Novembre 2018, 15:25
"e mi sono reso conto del fatto che le statistiche con ogni probabilita' sono false".... Beh, allora se dubitiamo tutti di tutto....allora e' possibile tutto e il contrario di tutto. E non ha neppure piu' senso discutere....pure io, a sto punto, per paradosso, potrei pensare che lei sia un "complottista" e dubitare che esprima un pensiero genuino, manifestando, invece, un'opinione di parte, finalizzata a perseguire un "non so bene" quale tipo di interesse....
Mercoledì 14 Novembre 2018, 16:12
Guarda: nessuno, ne' io ne', mi sembra, i medici, dice o ha mai detto che i vaccini siano acqua fresca o caramelle di zucchero....semplicemente, nel computo dei "costi - benefici", nella ponderazione dei rischi per la salute cui viene esposta la collettivita' nel caso in cui nessuno si vaccini, a fronte di quelli cui si possono andare incontro vaccinandosi, è assai più "conveniente" e meno "oneroso", in termini di vite umane (!), vaccinare i propri bambini! Non si tratta di "punti di vista consolidati"...come mi scrive...ma di scienza! Punto. Le faccio un esempio "statistico" : l'aereo è il mezzo di trasporto piu' sicuro. Il fatto che una volta su chissa' quante ne cada uno con la morte di molte sfortunate persone, magari di un proprio caro, capisco faccia sorgere da parte di chi e' rimasto "toccato" dalla tragedia un'accerrima avversita' per gli stessi (aerei), ma non fa comunque "diventare" piu' sicura, dal giorno dopo, l'automobile o la moto. E non e' una mia opinione.
Mercoledì 14 Novembre 2018, 09:56
Le chiedo, Egregio Sig. Charlie: ha figli lei? Bambini in tenera eta'? Oppure genitori anziani che magari accompagna a fare una passeggiata? Nel caso non credo sarebbe contento che suo figlio, o sua madre, dovesse "accidentalmente" diventare spettatore dell'amoreggiare di due persone in pubblico. La testa dall'altra parte... la giri pure lei! Siccome io cerco di avere rispetto per le altrui persone, esigo che questo stesso rispetto sia riservato anche a me! Si chiama convivenza civile. E non occorre ci siano norme, decreti ed ordinanze a vietare o censurare certi comportamenti. La buona educazione, che evidentemente a qualcuno non e' mai stata insegnata, basterebbe...
Mercoledì 14 Novembre 2018, 09:43
Sulla carta, forse.....ma nei fatti, purtroppo, anche chi compie gesti così idioti e "vili" da un punto di vista civile e sociale rischio concretamente ben poco...
Martedì 13 Novembre 2018, 10:36
Si' si', caro mio...ma con sta storia che va di moda non vaccinare i propri figli, 'che' di moda priva di ogni fondamento medico-scientifico si tratta (!), si rischia la pelle o comunque di prendere dei bei malanni che ci si potrebbe tranquillamente risparmiare.
Martedì 13 Novembre 2018, 10:32
Onore a un Grande del fumetto mondiale....che verra' ricordato, ne sono certo, alla pari di grandi poeti e scrittori.
Lunedì 12 Novembre 2018, 10:37
Un caso che andrebbe preso ad esempio...e monito...di come il metro non sia uguale per tutti. Concordo con lei: e' giusto che la giudice non sia entrata nel tritacarne, stando al principio che anche la propria figlia, fino a condanna, e' "presunta innocente".... Ma se questo principio vale per la figlia di un giudice o di qualche altro personaggio influente, dovrebbe valere per tutti.
Lunedì 12 Novembre 2018, 08:36
Le faccio notare, egregio Sig. Binarciuto, che non sono io quello che in occasione dei 40 anni dall'omicidio di Moro e degli agenti della sua scorta, e' ancora così convinta della bonta' di certe "scelte" che, di fatto, si arroga la pretesa di poter insegnare ancora qualcosa a qualcuno....
Venerdì 9 Novembre 2018, 13:47
Grande! Smentiti dai fatti, condannati dai Tribunali, superati dalla storia, dimenticati dalla societa'....ce ne sono che girano ancora a far comizi....da restare senza parole per commentare, proprio.
Venerdì 9 Novembre 2018, 11:37
@Lucia Mondella. Lo scrivo anche a lei: Moltissimi bambini, lo riconosco senza problemi, per la perdita di uno o di entrambi i genitori, sono cresciuti (bene!) con un solo genitore, o con i soli nonni, o con il papa' e una zia...o una mamma e la sua compagna! Ma un conto e' che tale situazioni si vengano a verificare per circostanze di fatto...la perdita o l'abbandono di uno o di entrambi i genitori e' qualcosa che succede e non puo' essere prevista o programmata.... Un altro conto e' che queste situazioni vengano "istituzionalizzate" e "normate" da un punto di vista legislativo, e quasi "si imponga" al minore la presenza e la potesta' di due mamme o di due papa'. Ecco: questo fatto io non lo ritengo giusto
Venerdì 9 Novembre 2018, 11:14
Gentilissimo Sig. mistolino, quanto ad "apertura al dialogo", da quello che scrive, e da come lo scrive, mi permetto di osservare lei non sia proprio un fulgido esempio... Se certe mie (legittime) opinioni, evidentemente diverse da quelle che (legittimamente) ha lei, la infastidiscono a tal punto da considerarle addirittura "insulti", forse non sono proprio io a non accedere e ad accettare il dialogo... Moltissimi bambini, lo riconosco senza problemi, per la perdita di uno o di entrambi i genitori, sono cresciuti (bene!) con un solo genitore, o con i soli nonni, o con il papa' e una zia...o una mamma e la sua compagna! Ma un conto e' che tale situazioni si vengano a verificare per circostanze di fatto...la perdita o l'abbandono di uno o di entrambi i genitori e' qualcosa che succede e non puo' essere prevista o programmata.... Un altro conto e' che queste situazioni vengano "istituzionalizzate" e "normate" da un punto di vista legislativo, e quasi "si imponga" al minore la presenza e la potesta' di due mamme o di due papa'. Ecco: questo fatto io non lo ritengo giusto. Mia opinione.
Giovedì 8 Novembre 2018, 13:59
Ma anche se questo donatore di sperma non pretende, non desidera e non si sentira' mai padre di tutti i nascituri....per diamine: lo sara' comunque a tutti gli effetti!!! Circa quello che "decide la natura", che certo, ne convengo, non sono io a stabilire, mi sembra pero' che nessuno, finora, abbia mai messo in dubbio che per far nascere un bambino serva un uomo e una donna. Certo...poi..per carita'...se due donne o due uomini vogliono provare ad averne uno accoppiandosi tra di loro, e verificare se la natura decidera' di dar loro un figlio, nulla da obiettare. Al di la' delle polemiche (garbate): la mia non e' e non vuole essere una battaglia contro le coppie omosessuali....mi spiacerebbe il mio post venisse letto e interpretato in tal senso! Il senso del mio intervento e' che trovo iniquo privare, per scelta di un genitore, il proprio bimbo del papa' o della mamma, surrogando a questi un papa' bis o una mamma bis, rispettivamente.
Mercoledì 7 Novembre 2018, 15:51
"seme maschile"...scrive e dice bene!....seme di un maschio...cioè di un uomo....cioè del papà della bimba! Non e' una questione di scandalizzarsi o schierarsi pro o contro le famiglie "arcobaleno". E' una questione, banalmente, di non "violentare" l'intelligenza delle persone, volendo a tutti i costi presentare come "naturale" qualcosa che non potra' mai essere tale. Come il giorno e la notte: non lo stabiliamo noi se e quanto debba "girare" la terra attorno al Sole: anche se accendessimo potentissimi fari che illuminassero a giorno le ore altrimenti "buie", sarebbe disonesto dire "abbiamo creato il "di' di 24 ore, semplicemente avremmo creato un artefatto. Un bambino, o una bambina, può avere una mamma e un'altra donna, la compagna della prima, che la cresceranno (con tanto amore e dedizione, non ne voglio dubitare!)... o potra' avere anche un papa' e un altro uomo, il suo compagno, che lo cresceranno (con amore e dedizione, non ne voglio dubitare!). Ma non potra' mai avere "due mamme" o "due papa'": e non lo dico io...lo ho stabilito la natura.
Martedì 6 Novembre 2018, 10:12
Sono ragionamenti, i suoi, che, pur avendo oggettivamente un fondo sostanziale di verita', sono, a mia opinione, "pericolosi". E' una questione di principio, ancor prima che di merito e di sostanza .... Una volta affermato che per "fondate ragioni di buon senso" si possa anche "ovviare" alla legge, si apre il cancello ad una strada dove, per restare in ambito "edilizio", all'imbocco (in senso figurato) c'è la scaletta esterna all'abitazione abusiva che, ne convengo, non farebbe danno a nessuno....un po' piu' oltre l'ampliamento della casa sul terreno proprio (ma magari con un'altezza che deturpa il paesaggio), e piu' avanti l'edificazione incontrollata di interi quartieri abusivi (vedi alcune zone del meridione), con tutto cio' che ne consegue... Mi potra' dire: "beh, sono esempi di situazioni ben diverse": no, non lo sono! Cambia la "quantita' ", ma non la qualita' ... se per lei si dovrebbe seguire un po' di meno i piani regolatori e un po' di piu' il buon senso, sappia che il "buon senso" suo puo' essere molto diverso dal "buon senso" mio e da quello ci altre migliaia di persone... Se in una strada che attraversa un paese, anziche' mettere un divieto di superare i 30 o i 50 km orari (limiti che a volte, ne convengo, sono ridicoli) si mettesse un cartello dove fosse prescritto di "tenere una velocita' che, secondo buon senso, non sia eccessiva", lei viaggerebbe ai 60 all'ora, io riterrei sufficientemente prudente e congruo alla zona abitata procedere agli 80, il ragazzotto un po' spavaldo, con una prestante BMW e qualche freno inibitorio in meno dei nostri, riterrebbe magari consoni anche i 120 o i 130 km all'ora....che magari potrebbero creare un incidente mortale....causato dal buon senso. Se ognuno inizia a farsi le proprie regola....a uso e consumo proprio...temo si vada poco lontano.
Lunedì 5 Novembre 2018, 14:34
Alla fine, quindi, vuole dire che certe persone "sono state costrette a costruire abusivamente...... dove piu' e meglio gli pareva e gli piaceva" e alla faccia di chi i permessi li chiede e li aspetta... Opinione molto discutibile, Sig. Gianni....molto discutibile!
Lunedì 5 Novembre 2018, 14:31
Dai...almeno nella caduta non ha accidentalmente premuto il grilletto impallinando qualcuno che passeggiava nei paraggi! E non e' una battuta! D'altra parte...girare per le vie secondarie di paese con le armi cariche di pallettoni per qualcuno sembra la cosa più normale del mondo.
Venerdì 2 Novembre 2018, 14:35
Lei li conosce? sa chi sono? Bene. Li segnali, formalmente e una volta per tutte, ai competenti Uffici Pubblici. Ispettorato del Lavoro, Agenzia delle Entrate, Guardia di Finanza, in primis. Perche' a parlare, dietro le spalle e riparati da una scrivania, sono capaci tutti e, soprattutto, non serve a niente. Un sacco di gente e' tanto prolifica e logorroica a parlare al vento "in piazza", quanto taciturna e "rispettosa" della riservatezza altrui quando viene il momento di mettere nero su bianco le molte asserite certezze. Chi lavora in nero, lo sappia, sta rubando anche a lei...
Venerdì 2 Novembre 2018, 14:25
Li', in quei casi, se a sfasciare tutto sono i membri dei centri sociali...beh....e' diverso! E' colpa dello Stato fascista - imperialista che (dopo averne tollerato la presenza in luoghi "okkupati") li provoca e, come minimo, deve pur accettare qualche "esuberante" reazione proletaria...
Venerdì 2 Novembre 2018, 10:06
"Eh no!....e' diverso " ..ti risponderebbero! Ma guarda che e' proprio vero! Notate e, se pensate che sbagli, correggetemi pure: le ben note dittature comuniste, non sono e non sono mai state condannate in modo altrettanto fermo, duro, diretto e inequivoco come lo sono state (giustamente!) le dittature fasciste e naziste. Non e' un'opinione mia, e' proprio cosi'...ne abbiamo riprova ogni giorno, o comunque ogni volta che accadono fatti come questi.
Venerdì 2 Novembre 2018, 09:57
"Speriamo entri in funzione il Mose"....gia'...certo che se il buon giorno si vede dal mattino....
Venerdì 2 Novembre 2018, 09:54
Giustissimo "non dimenticare"! ...pero'...ecco... In alcuni servizi che in questi giorni ho letto sui giornali o visto in tv, non ho potuto fare a meno di percepire una sorta di "nostalgia", chiamiamola cosi', verso quel certo scomparso "eroismo", quel certo "sistema di valori" del tempo di guerra ... Nelle guerre, a scanso di qualsiasi equivoco, non c'e' niente di "eroico"... nell'uccidere altre persone, con un coltello, un'arma da fuoco o una bomba lanciata dal cielo, non c'è niente di "valoroso"... In guerra c'e' solo dolore e disperazione, umiliazione e sofferenza, idiozia e avidita' di pochi sulla pelle di molti. Nessuna nostalgia per tempi fortunatamente passati. Da bambino mi e' stato detto piu' volte: "beato te che non hai mai visto la guerra". Ne sono convinto anch'io.
Mercoledì 31 Ottobre 2018, 14:33
Si', ma c'e' poco da fare sarcasmo. La verita' e' che viviamo in un mondo sempre piu' inquinato...bisognerebbe rendersene conto e andare ai ripari prima che sia la natura a presentarci il conto, che non sara' poco salato !
Martedì 30 Ottobre 2018, 14:26
Il punto e' proprio quello scritto alla fine dell'articolo: non e' che tutto cio' che non e' vietato dalla legge, sia automaticamente cosa "da farsi o potersi fare" con tranquillita' e senza rischi. Bambini e fucili dovrebbero stare in luoghi fisicamente separati, distanti materialmente, e possibilmente parecchi chilometri, gli uni dagli altri. Non occorre ci sia una legge a stabilirlo....basta usare il buon senso.
Martedì 30 Ottobre 2018, 10:33
Ma ci sono le prostitute per le strade di Adria ??? Questa mi e' nuova!
Martedì 30 Ottobre 2018, 10:32
Un'isola felice, Elise! Santo cielo, come rodo, accidenti! ....secondo me sei piu' vicino a Padova e provincia di quanto tu non voglia dire....e probabilmente quello ad esser stato "accolto" sei stato tu.. qui nel "piatto" dove mangi, e sopra il quale tanto ti piace sputare!
Lunedì 29 Ottobre 2018, 16:11
ah ah ah ah... Si', si' Elise, bravo! Scusa....tu, di preciso, di dov'e' che sei? Mi piacerebbe conoscere qualche piccola "debolezza" taciuta dei tuoi luoghi di origine....Ah AH AH...
Lunedì 29 Ottobre 2018, 14:37
Garzoncelli scherzosi! Una simpatica goliardata, questa, che, suvvia, alla giovane età che hanno questi "giovini" adolescenti, quasi muove a tenerezza e simpatia. Mica si possono intasare le aule di giustizia con siffatte innocenti ragazzate! Ah, ah ah....bravi, baldi giovinotti! Divertente lo scherzo all'ignaro passante. Nello stile, un po', di quel mai dimenticato nonnismo che tanto,a qualcuno, pare mancare... Freschi virgulti del nuovo millennio digitale: voi si', diamine, che sapete far buon uso delle nuove tecnologie! Bravi, bravi!
Venerdì 26 Ottobre 2018, 11:38
Cioe'...basta guardarsi in giro...ormai e' tutto sempre e solo biologico...al prezzo che spesso e' solo di poco superiore al prodotto tradizionale. Come avviene sempre piu' spesso e volentieri, chi opera nel commercio non ha tanti scrupoli nel "fregare" il prossimo.
Giovedì 25 Ottobre 2018, 09:15
Molte persone, vigliaccamente nascoste dietro una scrivania di un pc, si permettono spesso di "straparlare" , di criticare con toni offensivi e violenti, di "sparare" sentenze su ogni persona o situazione, certi di godere di una sorta di "impunita'" e immunita' cybernetica. Giusto quindi riportare coi piedi per terra sta gente, chiamarli a rispondere di cio' che dicono e scrivono se questo integra fattispecie di reato. Dovrebbe essere fatto piu' spesso, da parte di piu' persone.