Odaldelta
9 Maggio 1942

Commenti pubblicati:
Giovedì 15 Novembre 2018, 15:09
..."per lui una ferita dalla quale è fuoriuscito del sangue." Il signore mi ha fatto la bua, cattivo! Fate ridere, guai a toccare quegli immondi dei centri sociali, loro invece possono sprangare, distruggere, incendiare, ecc... ecc... che Paese di invertebrati, se ci fosse Lui di sicuro avremmo risparmiato soldini per porte blindate, allarmi, le carceri non sarebbero affollate di marmaglia nostrana e estera, di bianchi e di neri drogati e delinquenti, stupratori e assassini. Questa gentaglia se ne guarderebbe e...filerebbe dritta, invece in questa (per me odiata democrazia) tutto è permesso tutto è lecito, tanto in soccorso di Abele non arriva nessuno, poi il solito cretino, dice: "...e allora cosa facciamo, ci facciamo giustizia da soli?" Nooo, sia mai, aspetta di venire giustiziato, così una volta per tutte avrai finito di smarronare le sfere.
Mercoledì 14 Novembre 2018, 16:56
LEU. È nato solo il 3 dicembre scorso, su iniziativa portata avanti a 4 mani con determinazione e spirito di conservazione dai due ex presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso, auto-procalmatisi testimoni, cultori e custodi della cultura di sinistra in progressivo dissolvimento elettorale: l’antidoto all’auto dissoluzione avrebbe dovuto essere conservato e tutelato proprio da Leu, il partito nato dalla diaspora del Pd e dal commiato pre-elezioni cui ha dato seguito Pietro Grasso, all’epoca evidentemente fiducioso e ottimista sull’affermazione elettorale che invece, il 4 marzo, non c’è stata. Ebbene oggi, quando ancora non si è arrivati al compimento del primo anno di vita del partito progressista, i suoi creatori annunciano la fine dell’esperienza di Liberi e Uguali...
Mercoledì 14 Novembre 2018, 16:23
Forse intendeva i Casamonica.
Martedì 13 Novembre 2018, 19:07
Lo stupore di Di Maio per l'attivismo dei veneti: «Ma sono tutti qui a lavorare? Forse sarò acido, che abbia capito che ci sono popoli e popoli? Non prendetevela o voi con le antennine, subito a dare del razzismo..., forse dovreste chiedere a Di Maio vista la sua esternazione..., che dire, sembrerebbe un conflitto tra qualunquismo e senso di... trovate voi la giusta parola.
Martedì 13 Novembre 2018, 15:03
Sarà anche disgustoso, ma devo ammetterlo: c'è più senso di giustizia nelle carceri che nelle leggi di questa marcia repubblica, il che dimostra il senso di ingiustizia avvertita con fondamento da tutti i cittadini italiani e non rinnegati che dentro ci metto politici, amministratori pubblici, amministratori della giustizia e quant'altro, poi qualche debosciato se ne viene fuori con "no ai nazionalismi...", sarete anche senza sensi ma vi rimane il tatto, e quello prima o dopo verrà messo alla prova, non dubitatene....
Martedì 13 Novembre 2018, 11:51
Hai tutta la mia comprensione.
Martedì 13 Novembre 2018, 11:48
Poche chiacchere deportare anche gli attivisti. Punto.
Martedì 13 Novembre 2018, 06:24
Rifondazione Comunista ha ragione ..."Chiaramente l'assessora non ha l'adeguato profilo umano,...", sono d'accordo! Se avesse qiello di Odal...per i rifondaioli e zingari non si porrebbe il problema delle mani mozze.
Lunedì 12 Novembre 2018, 12:29
Di più per MATTEO: Tutto l'orgoglio di Matteo Salvini, in questa frase: "Quando vogliono attaccarmi, anche mediaticamente, mi chiedono se faccio il ministro o lo sbirro, pensando di arrecarmi onta: io rispondo con immenso orgoglio che faccio tutte e due le cose che sono due missioni, non due professioni". Così il ministro dell'Interno alla cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico 2018-2019 della Scuola Superiore di polizia. "Orgoglioso di essere sbirro", dunque. Il vicepremier della Lega ha poi aggiunto: "Il mio compito da ministro è trovare un po’ più di fondi, un po’ più di uomini e donne per le forze dell'ordine, perché pacche sulle spalle, elogi ed encomi a chi lavora in strada e rischia la vita non bastano". E ancora: "Da ministro cerco di portare più soldi ma anche quello che nella manovra non c'è: rispetto, dignità e onore per chi indossa una divisa. E io farò tutto il possibile perché chi indossa la divisa non possa essere non dico sfiorato, non dico vilipeso ma nemmeno messo in discussione. Non tollererò che l'errore passato di uno metta in discussione l'eroismo e la professionalità di centomila", ha concluso.
Domenica 11 Novembre 2018, 12:59
E'si, è un vecchio gioco che risale ai tempi della "benemerita" democrazia, testa bassa e avanti..., poi inversamente quando non si è all'opposizione testa alta occhi aperti si rispolverano le frasi fatte, tanto per citarne un paio; "Lo vuole l'europa..." , "per il bene dell'Italia" e via con queste menate. Non so se ricordi il teatro del rinnegato Dario Fo. Nulla è cambiato, il meccanismo si perpetua per mantenere in piedi il Sistema, proprio quello di questa bella discarica in cui viviamo, generazioni di degenerazioni di uomini, così chiamati "politici", ci hanno portato e ammaliato con la retorica del "volemose bene" tanto cara a una certa parte polica.
Sabato 10 Novembre 2018, 20:21
Non sarei tanto d'accordo, se questa cretinata pomposamente chiamata democrazia è limitratrice non è democrazia. Mi spiego , se deve essere il popolo ad esprimersi , valutare, scegliere... perchè è vietato la ricostruzione del partito fascista? Saranno o no gli elettori a decidere se votarlo o no! Sbaglio? Non si venga a tirare fuori le solite menate che... si perchè avete stufato, il fatto è che avete paura che gli italiani scelgano, questa è la VERITA, inutile nascondersi dietro la storia, si dimostra di essere disonesti, ora mi si dica che ho torto, però onestamente le cose come le penso le dico al contrario dei bifolchi pregiudizi che sono quelli creati ad arte per non affrontare verità dolorose e di parte.
Sabato 10 Novembre 2018, 16:42
Nel loro blog non si poteva commentare se non dalle 15:34, prima...., silenzio! Il nemico ti ascolta ,ahahahah.
Sabato 10 Novembre 2018, 16:25
INDOTTRINAMENTO: Zitti, lasciamo parlare i rossi che se ne intendono...ahahahahahaha le "scuole quadri" sono chiuse per mancanza di natività, nascono sempre meno comunisti.
Sabato 10 Novembre 2018, 13:03
...è il grido di battaglia! Poverini, siamo ritornati come la Fenice dalle ceneri, il cruccio loro è che non capiscono il "perchè", ma non c'è da stupirsi fanno parte dell'antimateria cerebrale. Come nella fisica e nelle altre scienze gli squilibri non vengono tollerati anche la razza umana risponde e si assoggetta a queste leggi, hai voglia di fargli iniezioni di ideologia... ti devi inchinare, la tua arroganza è una condanna..., come si è visto dalle ultime (per il momento) elezioni, quando tutto sarà finito di sicuro qualcuno scriverà un trattato su questa negativa esperienza umana. Amen.
Sabato 10 Novembre 2018, 12:46
Da grillini parlanti alle 3 scimiette..., non veto non parlo non sento. Sul loro blog nessun accenno, viva la trasparenza, uno vale uno, si discute di tutto ..., dall'acqua agli alberi..., quattro matti a "due metri sopra il cielo", persone oneste, preparate che fanno gli interessi dei cittadini..., serie e competenti...ma va là, va là...!
Sabato 10 Novembre 2018, 08:34
Certo che il cervello di rosso dipinto non accetta la disciplina, l'ordine, la pulizia, la responsabilità..., per esso riflettere su queste cose esige troppo sforzo, più facile vivere da zombi senza una bussola, dunque affari loro. Ahh si, dimenticavo, guardate che in tutta Europa i popoli sono nazionalisti, nuovi partiti stanno nascendo per le stesse esigenze su esposte, poi se volete seguire il Vs presidente falce/martello fate pure, è l'unica e ultima cosa che vi resta, al massimo fate numero e anche quello scadente, di nessuna qualità del resto non l'avete mai avuta.
Giovedì 8 Novembre 2018, 15:24
Il disastro civile e sociale è dovuto grazie ai delinquenti che della cosa pubblica e della responsabilità verso gli altri se ne sbattono, tutto il permissivismo concesso ha portato a questo sfracello chi se non ringraziare i politici e magistrati con l'aggiunta dell'educazione bifolca dei genitori dei genitori e dei genitori che tutto sono fuor che bravi educatori, ma non ci si preoccupi alla fine ce nè per tutti anche per coloro che si sentono dei dio in terra, e allora saran dolori.
Giovedì 8 Novembre 2018, 13:45
I tempi sono maturi perché nasca anche in Italia un partito degli africani. A guidarlo naturalmente sarà l'ex mininistro ed europarlamentare piddina Cecile Kyenge, fondatrice dell'Afroitalian power initiative. È lei stessa a lanciare l'annuncio roboante sui social: "È tempo di farsi valere. È tempo di dimostrare che ci siamo. Contro i soprusi e la discriminazione, per un futuro (e un presente) di rispetto, coesione, benessere e pace sociale". Di partito vero e proprio non se ne parla esplicitamente, dalle parti del Pd non l'avrebbero presa benissimo. L'obiettivo della Kyenge, convinta che in Italia ci sia l'apatheid come nel Sudafrica prima di Nelson Mandela, è naturalmente mettere in piedi una rete di sostegno per la prossima campagna elettorale, coinvolgendo i tantissimi italiani di origine africana che naturalmente possano votare. Il lancio è previsto per il prossimo weekend a Modena, il tempo stringe e la rielezione all'Europarlamento non è affatto scontata.
Giovedì 8 Novembre 2018, 13:43
Onore alla Pontini.
Giovedì 8 Novembre 2018, 13:40
Giusto! Andiamo con ordine, da quale secolo partiamo?
Giovedì 8 Novembre 2018, 13:24
Si, il continuo di "Meglio liberi"..."Vivere di Reddito di Cittadinanza". ahahah!
Giovedì 8 Novembre 2018, 11:56
Diba, fatti un giro in Brasile e offri la tua consulenza, il tuo sapere, al nuovo Presidente. Quando ritornerà sara il nuovo Garibaldi per buona parte dei simpatizzanti pentastellati,
Giovedì 8 Novembre 2018, 07:24
ROMA: Si masturba sul bus: è un immigrato bengalese Sembrava una giornata come tante altre, almeno così credevano i passeggeri a bordo del 913 dell’Atac, quantomeno fino a ieri pomeriggio alle 17.30 quando, a una fermata lungo il tragitto, è salito sul mezzo un cittadino bengalese e ha iniziato a masturbarsi davanti ad una ragazza di 16 anni. L’autobus, si apprende da Roma Today, procedeva verso via Delle Medaglie d’Oro, quando il bengalese – un uomo di 33 anni – adocchiata la ragazzina si è avvicinato, ha cominciato a fissarla e poi, una volta calati i pantaloni, ha cominciato a farsi i fatti suoi, ostentandoli. per fortuna, un passeggero indignato dal comportamento dello straniero e preoccupato che la situazione potesse ulteriormente degenerare, ha provveduto a chiamare la Polizia che è intervenuta tempestivamente. Così, come riporta il quotidiano romano, il bus è stato bloccato e “l’irriverente” passeggero è stato fatto scendere. Quindi, condotto nella più vicina caserma: ora dovrà rispondere di violenza sessuale aggravata. E gli è andata pure bene che, diversamente da quanto accaduto in altri illustri precedenti, la folla inferocita non è intervenuta a linciarlo…
Mercoledì 7 Novembre 2018, 12:48
Ai poligoni di tiro le sagome sono ferme vogliamo cominciare ad animarle, altrimenti come ci si addestra! Scusate ho sbagliato inserire il commento, ...andava sullo sport.
Martedì 6 Novembre 2018, 16:15
Guerra contro Pierre Moscovici e Günther Oettinger, rispettivamente Commissario europeo per gli affari economici e monetari e quello per il bilancio e le risorse umane. E, attenzione, a dichiarare guerra non è il governo italiano, o Matteo Salvini, ma due giornalisti de La vita in diretta, il programma Rai condotto da Francesca Fialdini e Tiberio Timperi. Rivela infatti Dagospia che Lorenzo Lo Basso e Francesco Palese, due cronisti della trasmissione, hanno denunciato Moscovici e Oettinger per le loro dichiarazioni sull'Italia che "hanno pesantemente turbato i mercati". Una decisione clamorosa, quella dei due giornalisti del servizio pubblico: come avranno reagito in Rai, si chiede Dago?
Martedì 6 Novembre 2018, 16:11
Notizia da incorniciare. I CATTO-COMUNISTI di sicuro diranno che quei soldi venivano spesi per aiutare..., su un po'di fantasia..., ahahahah