luigitreviso

Commenti pubblicati:
Giovedì 19 Luglio 2018, 13:27
Ecco, bravo! Lascia perdere.
Domenica 15 Luglio 2018, 16:32
Va tutto bene, anche periodiche retate di spacciatori di strada (spettacolo effettivamente brutto da vedersi, come pure quello delle prostitute) ma finche' non cambia la mentalita' della gente (mi riferisco alla DOMANDA) non ci sara' mai soluzione, perche' l'OFFERTA si adeguera' di conseguenza, solo in modo piu' nascosto...
Venerdì 13 Luglio 2018, 12:23
Tutti, a cominciare dal Ministro dell'Interno, a parlare dei 60 profughi sulla nave guardacoste e cosi' non si parla dell'allucinante Rapporto sull’andamento del Piano di sorveglianza sanitaria sulla popolazione esposta a Pfas (presentato ieri) che assevera la contaminazione sul 99% dei soggetti monitorati della micidiale sostanza, e cioe' tutti gli abitanti della area rossa A comprende i comuni di Alonte, Asigliano Veneto, Brendola, Cologna Veneta, Lonigo, Montagnana, Noventa Vicentina, Pojana Maggiore, Pressana, Roveredo di Guà, Sarego, Zimella, Orgiano.... ma l'emergenza sono 60 profughi.
Giovedì 12 Luglio 2018, 19:50
Quello di cui si parla ora (tra i tre Ministri degli Interni) sono i trasferimenti interni (tra gli Stati membri) e non c'entra Dublino III del 2013. Che rimane invariato non essendo state ratificate le modifiche approvate lo scorso novembre dalla CE dopo 2 anni di discussioni e ben 22 sedute (e che prevedeva as es. una multa per i Paesi che non accolgono le loro quote ecc.ecc.) Per la cronaca il rappresentante italiano (Fontana della Lega) non si e' mai presentato a nessuna seduta della trattativa...
Mercoledì 11 Luglio 2018, 16:19
Per favore non scriviamo bestialita' (portati qui per fare gli interessi delle multinazionali ecc.). Chi fugge non lo fa tanto dalla miseria ma bensi' dalle guerre civili, dalla Costa d'Avorio al Nord Nigeria, dall'Uganda alla Somalia, o dalle violenze delle bande armate al soldo (quelle spesso proprio delle compagnie occidentali) che hanno il compito di terrorizzare gli abitanti dei villaggi che ricadono all'interno delle Land Grabbing, o sfuggono alla schiavitu' dei cercatori di metalli rari (come il tantalio) dal Congo al Sud Sudan... Tra l'altro solo una minima parte dei profughi tentano la strada dell'Europa, mentre il 99% si riversa nelle sterminate periferie delle metropoli africane... ma fino a quando???
Mercoledì 11 Luglio 2018, 14:00
Certo che verranno condannate, e poi liberate con Foglio di Via Obbligatorio, come prevede la Bossifini. Se invece decidono di ricorrere in Appello e poi in Cassazione, rimarranno anche con la fedina Penale pulita, per subentro della Prescrizione (ogni anno oltre centomila processi e relative condanne sono vanificati dalla Prescrizione Breve votata da Salvini & Popolo delle Libertà qualche anno fa). Al posto di tunisini e nigeriani, subentreranno altri individui, magari in altre zone della citta', finche' ci sara' DOMANDA... e l'OFFERTA solo si adegua.
Martedì 10 Luglio 2018, 16:37
La legge attuale (Bossi-Fini) quello prevede: Foglio di Via Obbligatorio. Purtroppo foglietto usato dagli spacciatori per usi impropri. Altra cosa sarebbe smantellare la rete di importatori, raffinatori, finanziatori, che ricordo a chi guarda il dito che indica la luna, rappresenta uno dei piu' grossi business mondiali, sotto il controllo ferreo delle nostre italiche mafie, con in primis la N'drangheta...
Martedì 10 Luglio 2018, 14:00
Complimenti al Direttore: "basta chiamare le cose col loro nome". Appunto, ed e' proprio quello che troppi media e tutti i napalm da tastiera non fanno, chi per calcolo politico (anche i giornalisti tengon famiglia) chi per ignoranza (nel senso che ignorano, e neppure si premurano di informarsi almeno un poco). E allora chiamiamo per nome i disperati che si mettono nelle mani dei trafficanti (i migranti che fuggono da guerre civili o da violenze legate alla land grabbing) e sono appunto i profughi. Poi ci sono i migranti economici (ad es. i pakistani che da decenni, prima in GB, poi in Europa, sperano di migliorare la loro vita nei Paesi occidentali, e non ha senso vengano trattati alla stessa stregua degli africani o dei siriani. Poi ci sono i clandestini (africani, sudamericani, dell'est Europa) che sono arrivati per lo piu' con visti turistici e poi sono rimasti (quasi sempre a delinquere) nel nostro Paese, e qui un Paese serio, che CONTROLLA IL SUO TERRITORIO dovrebbe essere inflessibile... ed invece il nostro lascia intere Regioni in mano alle tante Mafie nostrane, dalla N'drangheta alla Camorra, dalla Sacra Corona Unita a Cosa Nostra, che hanno bisogno di manodopera per il loro principale business, per lavori che gli italiani non vogliono fare (in primis lo spaccio in strada). E questo dovrebbe essere il compito primario di un Ministro dell'Interno, che appunto e' a capo di tutte le Forze di Polizia, quindi con poteri enormi (se utilizzati...). Invece i Ministri dell'Interno degli ultimi 20 anni cosa hanno fatto, a parte alcune sanatorie, alcune assurde come quella di Maroni nel 2002 (700.000 persone dall'oggi al domani, e tra queste ci sono le migliaia di venditori ambulanti, lavavetri e mendicanti che affollano le nostre citta' e le spiaggie)...
Giovedì 5 Luglio 2018, 13:31
Chi di politica ed economia non ne capisce nulla dovrebbe avere il buon gusto di evitare (almeno in queste materie) di esternare alcunche' limitandosi, se proprio non ce la fa a stare zitto, ad intervenire sulle questioni che piu' gli si addicono, come ad esempio il Grande Fratello o la cosiddetta invasione di migranti...
Mercoledì 4 Luglio 2018, 19:15
"L'ora delle scelte irrevocabili..." conclude il suo intervento il Direttore. Mah, sara' che quelle parole mi rievocano tristi ricordi, ma che si sostenga che in economia si usi lo stesso sistema usato per la questione migranti che tentano di attraversare il Mediterraneo mi spaventa non poco. Intanto, cosa si e' risolto sulla vicenda navi che soccorrono i naufraghi? Si e' solo impedito alle ONG di farlo, lasciando il problema alle varie bande libiche in guerra civile tra di loro, ed alle loro Guardie Costiere (spesso complici dei trafficanti di uomini) ma il problema dell'immigrazione clandestina non e' stato neanche sfiorato. Infatti la clandestinita' col relativo problema di manodopera a buon mercato per le varie mafie nostrane (spaccio, prostituzione, lavoro in nero nei campi e nelle aziende) riguarda chi e' arrivato in Italia negli ultimi vent'anni in vari modi (spesso con visto turistico e poi rimasto) soprattutto dal nord-est, e spesso e' stato regolarizzato con le ricorrenti sanatorie dei Governi passati (l'ultima del 2012 ma le piu' imponenti nel 2002: 700.000 persone o nel 2009: oltre 200.000!) ma poi non e' entrato nel mercato del lavoro (intendo quello regolare... ovviamente). Non riguarda chi arriva coi barconi e viene registrato allo sbarco con relative operazioni di schedatura, impronte digitali ecc. Quello che un Ministro dell'Interno serio dovrebbe fare e' invece riprendere il controllo del territorio (e non solo al sud ma anche nelle periferie delle grandi citta' sottraendolo alle varie mafie, dalla N'drangheta alla Sacra Corona, da Cosa Nostra alla Camorra). E invece l'attuale, ma anche il precedente, si sostituisce al Ministro degli Esteri... senza affrontare il problema vero, ma parlando d'altro...
Mercoledì 4 Luglio 2018, 14:51
8000 condivioni su Fb? Tra loro certamente anche i venti "utenti piu' attivi" su questo giornale...
Mercoledì 4 Luglio 2018, 13:23
Inghiottito da una valle in Cadore? Ma come si puo' titolare cosi' un articolo? Come pure, spesso, in passato i vari: montagna assassina..., mare killer ecc.
Martedì 3 Luglio 2018, 12:47
Ancora non lo sai cosa non va? E' il garantismo dei tre gradi di giudizio (che gia' allungano l'iter giudiziario) a cui il noto personaggio ha fatto introdurre tuta una serie di norme ipergarantiste, in particolare la Prescrizione Breve, che ieri lo ha salvato dalla condanna a tre anni, ma che significa anche oltre centomila processi inutili, che mandano assolti oltre centomila delinquenti e lasciano oltre ai danni anche la beffa a centomila vittime (anzi molte di piu' trattandosi spesso di intere famiglie, considerato che la maggior parte delle prescrizioni riguardano furti, scippi, rapine, truffe ad anziani ecc.)
Domenica 1 Luglio 2018, 18:06
Digita Land grabbing e troverai numeri e quant'altro (da fonti come FMI o Oxfam ecc.)
Domenica 1 Luglio 2018, 16:32
Stim.Direttore, la sua risposta e' rispettabile ma non accenna nemmeno al problema di fondo! Ossia perche' tanti disperati fuggono dalle loro terre: il neo-colonialismo e' se possibile ancora piu' atroce del vecchio colonialismo che si limitava a prelevare risorse minerarie e alimentari (e finanche persone giovani) da quelle terre potenzialmente ricchissime, a differenza delle lande desolate del nord Europa. Sembra eccessivo definire atroce il neo-colonialismo? chi legge si informi su come le grandi compagnie occidentali (e recentemente anche cinesi) appoggiate dai loro Governi si stanno appropriando di milioni di ettari di terre (compresi i villaggi esistenti!) con acquisti formalmente ineccepibili, salvo poi pagare soldataglie incaricate di terrorizzare e far fuggire gli abitanti. Per ora la maggior parte dei disperati si riversa nelle sterminate periferie delle citta' africane ma molti, i piu' intraprendenti, tentano la via dell'emigrazione verso l'Europa... Se gia' ora, coi numeri, tutto sommato modesti, tale esodo crea problemi non tanto logistici quanto politici, cosa potra' avvenire tra qualche tempo quando il loro numero si impennera' ???
Giovedì 21 Giugno 2018, 16:40
Si sa che la gente ha in genere scarsa memoria. Ma forse qualcuno si ricorda la trasmissione che trent'anni fa su Italia 1 alle ore 12:15 precedeva il telegiornale della rete: si chiamava Sgarbi Quotidiani e giornalmente si scagliava contro le toghe rosse (erano gli albori di Mani Pulite) ed in collegamento da Milano veniva invitato quasi ogni giorno un ragazzotto di 18 anni che inveiva invece contro i ROM che a suo dire assediavano i quartieri di periferia (la popolarita' acquisita fece si che venne eletto poco dopo Consigliere Comunale a Milano a soli 18 anni!) - Fino al 2012 il problema campi nomadi a Milano rimase invariato, finche' la Giunta Pisapia fece un censimento (!) e inizio' a trasferire pian piano un centinaio di famiglie in appartamenti in affitto, qualcuna in case popolari, ma soprattutto obbligo' i bambini ed i ragazzi a frequentare le scuole! E questo nonostante l'arrivo nel frattempo di un consistente numero di zingari rumeni che tuttora sfuggono a controlli... l'operazione inclusione mi dicono sia rallentata ma non sospesa col nuovo Sindaco Sala. Il ragazzotto nel frattempo ne ha fatta di strada ed ora rispolvera la vecchia verve polemica.... mah!
Mercoledì 20 Giugno 2018, 11:50
Soprattutto dove le sorgenti degli acquedotti sono in collina o in montagna, e non nelle falde acquifere della Padania (dove tra l'altro il limite per atrazina, molinate ecc. e' stato elevato da uno dei tanti Governi Craxi di dieci volte i limiti europei......)
Domenica 17 Giugno 2018, 19:13
E' mai possibile che nessun giornalista o politico spieghi perche' tanti disperati fuggono da Paesi che sono ricchissimi di materie prime (dal petrolio all'uranio, dalla tantalite ad altri metalli rari, per non parlare di terreni agricoli fertilissimi dove poter coltivare di tutto e di piu' (e non solo ananas e banane) ??? Forse perche' sono proprio i Paesi occidentali (in primis Francia e poi gli USA) che di fatto controllano le economie di quei Paesi, imponendo con le buone o le cattive, i governanti corrotti che lasciano rapinare di fatto le risorse alle compagnie occidentali, senza alcun ritorno economico per i loro popoli, che muoiono letteralmente di fame (ogni minuto muoiono di fame in quel continente ricchissimo da 50 a 100 bambini....)
Sabato 16 Giugno 2018, 10:25
Perche' non ti applichi. Ripassa la storia.
Venerdì 15 Giugno 2018, 20:09
Ignorare le cause delle imponenti migrazioni dalla Somalia e dai Paesi sub-Sahariani non e' un problema dei soliti commentatori di questo giornale. Anche tante persone (colte) con cui parlo credono che quei Paesi siano sovraffollati rispetto alle loro risorse ecc. Colpa anche dei media che non informano l'opinione pubblica dei veri motivi, un po' per amor di patria (ENI in Nigeria...), un po' per non urtare gli alleati (vedasi le politiche neo-colonialiste americane ed inglesi, ma soprattutto francesi) in quei Paesi altrimenti ricchissimi (di materie prime inesistenti in Europa, dall'uranio ai metalli rari...) Per questi ultimi ora ci si e' messa persino la Cina come pure cinesi sono gli enormi pescherecci che stanno devastando i fondali al largo del Senegal togliendo l'unico sostentamento non solo ai pescatori locali ma anche agli abitanti dell'entroterra. E la rapacita' delle grosse compagnie occidentali e' favorita dai governanti corrotti messi li' con le armi dai propri Governi, i cui politici parlano beffardamente di "aiutiamoli a casa loro" e poi finanziano colpi di stato (anche a ripetizione come in Ciad) o tengono in ostaggio un intero Paese come riserva strategica (Congo francese)...
Giovedì 14 Giugno 2018, 17:20
L'unico Paese africano con cui abbiamo accordi di estradizione e rimpatrio e' (era forse) la Tunisia. Solo nel 2017 ci sono stati una cinquantina di voli per circa 4000 tunisini rimpatriati. Solo pochi giorni fa il neoMinistro dell'Interno (non degli Esteri) se l'e' presa con la Tunisia che secondo lui esporta galeotti, con l'inevitabile richiesta di spiegazioni e sospensione degli accordi! negli altri Paesi africani e' impossibile rimpatriare chichessia, nemmeno in Egitto che ha rapporti economici privilegiati (per via del gas)...
Giovedì 14 Giugno 2018, 13:15
Pieta'! Non e' possibile scrivere tante assurdita'. Ma poi l'Europa cos'e'? Anche noi siamo Europa, parte di un insieme di Stati che cercano di amalgamarsi faticosamente dopo secoli di guerre di tutti contro tutti. Qualcuno che legge forse ne ha visto con i suoi occhi, anche se bambino, la fase finale e le conseguenze su se stesso, i suoi parenti e amici... Pochi politici illuminati (da Schumann a Spinelli) hanno creato le condizioni per una rinascita che pochi altri (da Delors a Prodi) son riusciti a costruire. La speranza di una integrazione anche fiscale (e non solo monetaria) e sociale sta ora regredendo per la nascita dei movimenti nazionalisti (da Orban a Le Pen e tanti altri) che hanno una visione che dire miope e' troppo poco. Ricordo solo una frase storica di Prodi: "L'Europa si trova in una condizione simile a quella dell'Italia del Rinascimento, che era prima in tutto: nell'economia, nell'arte, nella cultura, nella strategia militare. Poi è arrivata la prima globalizzazione (la scoperta dell'America), non ha saputo unirsi ed è sparita dalla carta geografica. Oggi di fronte alla seconda globalizzazione, l'Europa rischia di fare la stessa fine"..................
Mercoledì 13 Giugno 2018, 16:12
Anche no. Di solito gli spacciatori, una volta arrestati e rimessi in liberta' con Foglio di Via si spostano in altra citta'(a Treviso la prossima tappa?). Tanto per rimpiazzare sulla piazza uno ci sono pronti altri dieci disperati, visto il numero impressionante di clandestini che affollano le nostre periferie. Ma quello e' il tipico problema di ordine pubblico che dovrebbe essere lo specifico compito di un Ministro dell'INTERNO, da cui dipendono le Forze dell'Ordine, i Prefetti ecc.ecc. Il tanto apprezzato neo Ministro invece preferisce passare il suo tempo negli studi televisivi, ieri ad Arcore, oggi in via Bellerio (a fare che?)...
Venerdì 8 Giugno 2018, 18:11
Gli americani ricchi? E' uno dei Paesi dove c'e' piu' diseguaglianza sociale al mondo... cinquanta milioni di loro non hanno nemmeno la copertura sanitaria e comunque ospedali e scuole sono di scarso livello per le masse. Per i ricchi invece sono di altissimo livello sia gli Ospedali Privati che le Universita'... Altro fattore: quasi tutti, non solo i poveracci sono indebitati fino al collo (compresi i neo-laureati in Universita' prestigiose)
Venerdì 8 Giugno 2018, 13:45
Gentile lorydon siccome si e' rivolta a me, le rispondo. Non ho nulla da rubare a casa mia, ma anche se avessi qualcosa di valore, mai utilizzerie un'arma per tentare di difendermi. lavorando da tren'anni nel settore sicurezza e formazione, ho solo scritto nel mio commento di ieri che lei giudica da fesso, che a TUTTI i dipendenti delle Banche, grandi e piccole, dei supermarket grandi e piccoli, a chiunque lavori in settori dove circola contante (dai diostributori di benzina ai chioschi ecc.ecc.) i Datori di Lavoro che si adeguano alle norme di sicurezza di Legge, oltre all'istruzione su comportamenti scorretti (dalla postura all'uso di macchine o attrezzature) alla voce "rapina" vengono istruiti a non reagire, adddirittura ad assecondare i malviventi ecc.ecc. Le ricordo che le Forze dell'Ordine, oltre ad essere addestrate all'uso delle armi, delle procedure di blocco stradale ecc.ecc. sono pure pagate per fare il loro lavoro con le NOSTRE tasse (almeno di coloro che le tasse le pagano, cioe' i dipendenti ed i pensionati). Dispiace che ci siano tante persone ignoranti (non e' un'offesa, ma nel senso che ignorano) convinte che sia utile o vantaggioso reagire ad una violenza (ad esempio sparando) senza sapere che il malvivente e' sempre piu' veloce, piu' abile, piu' motivato a sparare ecc.ecc. come dimostrato dalla triste cronaca nera americana, dove ogni santo giorno muoiono per armi da fuoco centianaia di persone...
Giovedì 7 Giugno 2018, 20:34
Macche' subire in silenzio! telefonare al 112 ed intanto assecondare i ladri (come vengono istruiti a fare i dipendenti delle banche o dei supermercati o di qualsiasi attivita' dove circolano soldi) senza mai reagire... men che mai estrarre armi da fuoco! Se si riesce a fare la telefonata tempestivamente (ovviamente senza farsi vedere...) viene agevolato anche il lavoro delle Forze dell'Ordine, istruite per fare appunto quel lavoro (posti di blocco e quant'altro).
Giovedì 7 Giugno 2018, 17:36
Qua siamo a parlare di una ferita da coltello ad un braccio. Col prossima modifica del Codice Penale circa l'eccesso di legittima difesa (cavallo di battaglia di Salvini) ci sarà sicuramente un boom di richieste di porto d'armi. Risultato: tutti piu' armati (ma anche i ladruncoli si adegueranno alla nuova situazione) e quindi saremo a leggere di nonno o nipote (che hanno tentato di reagire) e sono stati uccisi da colpo di arma da fuoco. Cioe' la cronaca quotidiana su ogni giornale locale in qualsiasi Stato americano (dove tutti o quasi hanno armi in casa, anche arsenali...)
Mercoledì 6 Giugno 2018, 17:38
Spero la tua sia una provocazione. Chi investe (che sia un industriale o un commerciante) lo fa se ha un ritorno economico (se ha chi gli compra i manufatti o le merci che rivende) e allora assume ecc. Ma se non c'e' domanda (in calo da un decennio) allora riduce il personale o chiude l'attivita', come infatti sta avvenendo piu' o meno, qua e la'... Non c'entrano le tasse (altissime in altri Paesi piu' ben messi del nostro) ma lo scarso valore aggiunto delle nostre merci (con rare eccezioni)!
Mercoledì 6 Giugno 2018, 17:32
...anche (il PD di Renzi).
Lunedì 4 Giugno 2018, 16:36
E' sufficiente leggere l'ultimo paragrafo per capire tutto...
dalla notizia: Cos'è la Flat tax