Ghibli 53
19 Maggio 1968

Commenti pubblicati:
Giovedì 13 Dicembre 2018, 06:37
Tanto non gli fanno nulla. La punizione sarebbe non solo bocciarli, ma fargli ripetere 1°, 2° e 3° media con insegnamento di educazone civica e del codice civile e penale.
Giovedì 13 Dicembre 2018, 06:33
Benissimo, a quaesta persona deve essere impedito in qualsiasi modo di avere la patente; e alla madre ritiralla per 12 mesi, e se apre bocca via a vita.
Domenica 9 Dicembre 2018, 08:37
Per tutti i commentatori. Non so se lo sapete ma in questo paese va tutto bene, si può fare quasi di tutto anche alla luce del sole; fino a quando non succede l'irreparabile come in questo caso. Controlli su controlli carabinieri questura e chi più ne ha più ne metta. Ma la settimana scorsa quel locale era strapieno come ieri ma nessuno ha detto nulla. E' come nei cantieri edili ci sono le terrazze, o le scale interne senza parapetti, ma va tutto bene fino a quando non cade qualcuno, allora tutti di corsa a montare i parapetti prima di chiamare il 118. In poche parole una manica di disgraziati gestori e clienti.
Domenica 9 Dicembre 2018, 08:25
In questo caso era una manifestazione organizzata per loro. Informarsi prima di scrivere.
Domenica 9 Dicembre 2018, 08:24
Te leggi gli articoli o solo i titoli? vedi di svegliarti, c'erano i bus navetta che portavano le persone, adulti e minori in prevalenza gli ultimi che di certo non hanno la patente.
Sabato 8 Dicembre 2018, 10:23
Se risulta vero che l'uscita di sicurezza era sbarrata, il locale chiuso a vita e i gestori e butta fuori in galera a vita, non serve fare il processo la fragranza di reato c'è, sempre che quanto detto dal ragazzo sia vero.
Giovedì 6 Dicembre 2018, 17:53
Scommeto che il 99% non sono italiani e nemmeno del nord.
Domenica 2 Dicembre 2018, 13:26
Il 28 giugno del 1914 Francesco Ferdinando, erede al trono di Austria-Ungheria, viene assassinato insieme a sua moglie a Sarajevo, dove si trovava in visita ufficiale. L’attentatore, Gavrilo Princip, è uno studente appartenente ad un gruppo irredentista bosniaco. Per il governo austro-ungarico, la responsabilità è in gran parte della Serbia, un giovane stato in rapida crescita, nonché un punto di riferimento per il nazionalismo slavo (e dunque anti-austriaco) nei Balcani. Con l’appoggio tedesco, il 23 luglio l’Austria impone un provocatorio ultimatum alla Serbia, chiedendo che l’’inchiesta sull’attentato sia condotta da rappresentanti austriaci. In nome della propria sovranità nazionale, la Serbia rifiuta, peraltro abbastanza cordialmente. Il dado è ormai tratto: il 28 luglio l’Austria-Ungheria dichiara guerra alla Serbia. È l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Studi megli la storia, l'Italia entrò in guerra il 24 maggio 1915, 10 mesi dopo. per difende quelli che ancor oggi sono i confini naturali con l'austri, non ci fu nessuna invasione italiana in austria.
Domenica 2 Dicembre 2018, 13:14
Perché siamo in ITALIA, e l'ITALIA è un paese cristiano e cattolico. I foresti devono accettare gli usi e costumi e la legge di questo paese altrimenti a casa loro devono tornare e con la barca a remi.
Sabato 1 Dicembre 2018, 11:21
Voi non potete avere un Natale semplicemente perché il vostro maometto ne ha fatte di tutti i colori, ha fatto tante di quelle porcate che pesino allah lo ha screditato come figlio. E voi gli assomigliate nelle porcate che fate. E poi dite che c'è un solo Dio? Ma se non vi vuole nemmeno lui. Non avete un paese, una patria e nemmeno un credo degni di chiamarvi figli.
Sabato 1 Dicembre 2018, 10:17
Voi non potete avere un Natale semplicemente perché il vostro maometto ne ha fatte di tutti i colori, ha fatto tante di quelle porcate che pesino allah lo ha screditato come figlio. E voi gli assomigliate nelle porcate che fate. E poi dite che c'è un solo Dio? Ma se non vi vuole nemmeno lui. Non avete un paese, una patria e nemmeno un credo degli di chiamarvi figli.
Sabato 1 Dicembre 2018, 06:32
Sono ateo. Ma mi domando fin dove arriverà la stupidità di chi è preposto a insegnare? Ho l'impressine che chi deve imparare non sono gli alunni ma i loro insegnanti. Qui si sta commettendo un reato conto la cultura e le tradizioni di questo paese, da parte di un manipolo di ignoranti.
Venerdì 30 Novembre 2018, 10:05
Non riesco a leggere fra le righe, ma quello che deduco è che la preside non vuole il presepio punto e basta. Tutto il resto sono chiacchere che non portano a nulla e non servono a nulla. Per fare il presepio ci sono i ragazzi della scuola che durante la ricreazione (se c'è ancora) se ne hanno voglia si possono prestare a farlo; chiedere ai genitori chi è disposto a dedicare del tempo (1-2 ore) da qui al 24 dicembre c'è tutto il tempo. Se però manca la volontà non si trovino stupide scuse.
Domenica 18 Novembre 2018, 07:00
La verità è che qualcuno ha visto sfumare i suoi guadagni e ha fatto intervenire chi la legge la deve applicare anche se è stupida.
Domenica 18 Novembre 2018, 06:50
Si legga bene quanto scritto e si accorgerà che, con altre parole, ha detto la stessa caosa.
Sabato 17 Novembre 2018, 18:06
Il danno al demani lo ha creato il mal tempo e tagliare le piante cadute che impediscono l'uso della strada non reca danno anzi; ma si sa la divisa accompaganta da leggi stupide e insulse fa più danni di un fiume in pena.
Sabato 17 Novembre 2018, 13:15
La gente chiama non perché ci sono dei danni ma per sapere cos'è accaduto. Si fa fatica ad aspettare e andare a sentire i tg visto che ora ce ne sone 3 sempre on; rai, mediaset e sky.
Venerdì 16 Novembre 2018, 06:36
Complimenti per questa sua balla colossale. Mia madre che ha 97 anni è da 20 anni che fa il vaccino antinfluenzale e non ha mai avuto problemi; io è da 15 anni che lo faccio e non ho più avuto problemi, visto che prima prendevo l'influenza e dopo 3 giorni venivo ricoverato per bronco polmonite, perdendo giornate di lavoro. Grazie al vaccino ora non ho più questo problema e posso raccontarlo. Lei merita la galera
Giovedì 15 Novembre 2018, 12:54
Anche da noi non esiste la donna che parla .... ma quella che te mena.
Domenica 11 Novembre 2018, 07:36
Fai almeno il nome di un imprenditore che ha fatto e fa quello che Del vecchio ha fatto per gli operai e per l'azienda. Poi puoi dire la tua.
Martedì 6 Novembre 2018, 12:23
Inoltre per l'assenza di un giorno è sufficiente portare il certificato del medico di famiglia il giorno sucessivo senza incorrere in sanzioni di nessun genere; ma si sa l'ignoranza non conosce la legge, però la legge conosce l'ignoranza che quando è palese paga.
Martedì 6 Novembre 2018, 12:21
Il primo giorno di malattia non viene mai controllato poichè il certificatodella stessa viene recapitato, quando va bene, 3 giorni dopo aver spedito la raccomandata; quindi la signora poteva benissimo non avvisare il datore di lavoro sia esso pubblico o privato; certo è che quel datore di lavoro è uno schiavista, oppure un poco di buono, nel senso che non conosce le leggi.
Martedì 6 Novembre 2018, 10:23
Togliere i poliziotti, carabinieri e finanzieri dagli uffici e integrarli con dei civili, così ci sarebbero piu controllori sulle strade e gente che avrebbe un lavoro.
Lunedì 5 Novembre 2018, 17:02
E' andata bene, importante che abbiano imparato la lezione, si spera.
Lunedì 5 Novembre 2018, 12:33
Ma stare a casa a giocare a briscola o a scala quranta no? Va bene che il tempo permetteva una uscita ma non certo il terreno zuppo pesto d'acqua. Speriamo bene per loro.
Lunedì 5 Novembre 2018, 12:26
E' da sperare che i disagi già grandi non divengano dei giganti e non aumentino i problemi per coloro che li hanno subiti. Certo che le previsioni fanno pensare al peggio dato che i terreni sono ora più soggetti a fatti franosi.
Lunedì 5 Novembre 2018, 09:56
Giornalisti da mandare in Comelico, in Cadore, nello Zoldano e nell'Agordino; ma non con i microfoni, bensì con la pala, la cariola. Enon con gli stivali e la giacca a vento, ma in ciabatte e pigiama come quando vengono a fare i fine settimana.
Lunedì 5 Novembre 2018, 07:12
Sono due che non meritano nessun aggettivo positivo, parlo di Salvini e Zaia; il primo che si fa fare un selfie con un sorriso a 32 denti, e l'altro che invita la genta adf andare all'Arredamont (stesso consiglio dato da Padrin sindaco di Longarone/Castellavazzo). Ma si può essere piu .... di così? Strade chiuse e pericolo di frane ovunque e questi sorridono e si preoccupano dell'Arredamont? Andate a quel paese che non è quello delle fate; oppure tirate lo sciacquone ... attenti che non c'è la carta, ma tanto a voi non serve.
Sabato 3 Novembre 2018, 17:22
Probabilmente chi o ha messo in libertà lo ha fatto per il propri rifornimento e per quello di alcuni parenti. L'anziano che preleva dallo sacffale un pacco di biscotti finisce in galera, quasi a vita, per furto; lo spacciatore non ruba ma foraggia i signori bene e quindi deve continuare il suo lavoro.
Mercoledì 31 Ottobre 2018, 06:35
Hanno voluto costruire dove i vecchi di una volta non si sarebbero nemmeno sognato di fare un orto? Bene, ora c'è chi si lamenta che il fiume Cordevole gli ha portato via la casa; si consoli che non gli ha portato via la vita.