vttv

Commenti pubblicati:
Sabato 22 Settembre 2018, 10:18
Putroppo è diventata normalità anche per noi.
Sabato 22 Settembre 2018, 10:16
Ecco come si potrebbero ben investire i soldi di noi poveri contribuenti. Pensare a sovvenzionare la ricerca, piuttosto che ...
Venerdì 21 Settembre 2018, 12:24
Ad attendere il processo saremo noi. Lui non attenderà, se la svignerà a fregar gente altrove.
Venerdì 21 Settembre 2018, 12:14
Boldrini, se ci sei batti un colpo! Qui la violenza non è stata accennata via facebook, ma è avvenuta tangibilmente!Non ti sento. Hai detto qualcosa?
Mercoledì 19 Settembre 2018, 13:01
Se la Soprintendenza uscisse dalle stanze del suo palazzo e passeggiasse con occhi davvero aperti per la città, riuscirebbe a vedere le moltissime schifezze che "rovinano il paesaggio" di una città senza eguali al mondo?
Martedì 18 Settembre 2018, 10:08
Ci voleva infine una disgrazia per comprendere il problema bambini. Quando si parla di loro è d'obbligo pensare alla gioia, tanta, che rappresentano, al loro giusto diritto al gioco e alla libertà. Se qualcuno si lamenta per le loro pallonate o corse in bici, insorge la nazione contro il brontolone, tacciandolo di vecchio, esagerato, egoista ecc. Dovremmo invece renderci conto che i bambini possono costituire seri pericoli (come nel caso in questione), che la strada non può essere lasciata al loro incondizionato - e inconsapevole - uso. Il loro gioco in luoghi pubblici va governato e sorvegliato, ma questo non avviene quasi mai. Se deve essere giustamente tutelato il loro diritto a sfogarsi e divertirsi, altrettanto va tutelato il diritto di altre persone a transitare senza rischio per una strada, a non avere porte e muri colpiti e rovinati da continue pallonate (a volte dei padri oltre che dei figli), a non star svegli di sera tardi per gli urli di un gruppo di bimbi scatenati sotto le finestre, mentre i genitori mangiano e vociano tranquilli al ristorante in calle. Vi sono diritti ma anche doveri per tutti.
Lunedì 17 Settembre 2018, 09:44
Ad Asselborn si chieda se per i nostri emigrati di un tempo il Lussemburgo ha mai provveduto, come sembra prassi per gli attuali immigrati (clandestini) in Italia, servizio in camera con cambio di lenzuola!E prima di cambronnare, usi, se ce l'ha, qualche cellula grigia e un po' di educazione.
Martedì 11 Settembre 2018, 16:48
Questa sentenza significa che puoi fare tutte le schifezze che vuoi, ovunque, purché non ci siano minori. Gli adulti dai 18 anni in su devono beccarsi qualsiasi oscenità. I giudici dicono che è legale! Schifezza impunita e dunque autorizzata!!!! Sta scritto così nel Codice Penale????
Giovedì 6 Settembre 2018, 18:40
Erano stati presentati come molto provati, malati di scabbia e di tubercolosi. Ora scabbia e tubercolosi sono in libera e incontrollata circolazione?
Martedì 4 Settembre 2018, 10:32
Che c'entra una multa? In chiesa non si entra con abiti non rispettosi dell'ambiente. Tutto qua. Mettere una multa, significherebbe comunque autorizzare la cosa e per di più guadagnarci. Pessima idea.
Lunedì 20 Agosto 2018, 21:19
In USA il palpeggiatore sull'aereo rischia l'ergastolo, in Italia un assassino (perrché tale è uno che per gioco causa la morte di una persona) è libero!!!!!!
Domenica 12 Agosto 2018, 18:53
Gratis? Hanno vitto, alloggio, abiti, acqua, luce, gas telefono, televisione, cure e medecinali, e chissà cos'altro senza pagare una lira. Il tutto per un ammontare sicuramente pari se non superiore allo stipendio per un lavoro di questo genere.
Domenica 12 Agosto 2018, 18:45
Un immenso augurio a questa persona. Noto, comunque, che il giornale sempre più riporta la lista di tumori e malattie, con dettagli spesso molto forti. E' davvero necessario fare notizia in questo modo? La malattia è una sfera privata e andrebbe rispettata sia (e innanzitutto) per la persona colpita sia per il lettore, il quale viene colpito bruscamente dal titolo (non può neppure scegliere di evitarlo) e se, lievemente sensibile, oltre al dolore per l'ammalato, si ritrova caricato di un dubbio e un'angoscia in più per sé: da ora in poi ogni colpo di tosse, doloretto al fianco, ecc. sarà motivo di un'apprensione non di poco conto. Se davvero il giornale vuole privilegiare questo tipo di notizie (contatele e sono tante), trovi il modo di raggrupparle in una rubrica leggibile solo per scelta. Una rubrica alla quale si può magari premettere l'avviso "sconsigliato alle persone sensibili", come giustamente si fa nel caso dei video. Non soltanto le immagini, ma anche le parole possono choccare pesantemente.
Giovedì 9 Agosto 2018, 10:57
All'estero si prendono i nostri laureati, che poi, toh, vanno pure a vincersi qualche premio Nobel.
Giovedì 9 Agosto 2018, 10:50
Quando si becca un criminale, anche per reati gravi, avvocati e psicologi tirano in ballo un'infinità di motivi attenuanti. In questo caso, si terrà conto dell'immenso stress di questi poveri capotreno per la costante presenza di individui che, oltre a non pagare il biglietto, circolano senza remore chiedendo soldi, creando disagio se non anche spavento tra i passeggeri, causando non pochi problemi di igiene, consapevoli di essere praticamente intoccabili (prova ne è la continua e sfrontata presenza di questi personaggi a bordo e, ora, il dito puntato contro la capotreno e non contro loro, gli autentici trasgressori)? La capotreno ha forse usato qualche termine inurbano (ma lo è davvero inurbano? Alla radio e alla televisione di Stato parole del genere sono di uso più che corrente, moderne e radicalchic). E chi parla di razzismo, per una buona volta vada ad approfondire il termine. Razzismo sarebbe dire "giù dal treno voi rom perché siete rom, indipendentemente da ogni altra ragione". Ma se chiedo che quei rom scendano perché ne hanno combinate una bella sfilza (e chiunque viaggia sui treni, sa bene che questa è la pura e semplice verità), l'intervento è di tutela dell'ordine per cui il capotreno è pagato. Il razzismo ormai è l'etichetta di moda che viene tirata fuori ogni cinque minuti per comodo. A me è stato detto "razzista" perché a un "elemosinante" (non mi permetto ormai più di precisare il colore) che mi aveva preso il braccio per costringermi ad ascoltarlo (voleva 15 euro), ho chiesto di lasciarmi libero il braccio (nessun'aggiunta di epiteti, con i miei 160 cm di altezza avevo soltanto paura di fronte ai suoi 190 e più).Tutto ciò sarebbe evitato se si impedisse questa micro e macro criminalità, se i "trasgressori" sapessero che ogni violazione della legge causa effettive pene e problemi per loro (non per le vittime).
Lunedì 30 Luglio 2018, 11:04
No, per favore no! Non fate che un altro pezzo di Venezia se ne vada alla Cina. Piano piano, senza far rumore la Cina si sta comprando la nostra città e... il mondo.
Mercoledì 25 Luglio 2018, 10:18
Brutta e dolorosa vicenda. Però ora non incrementate la storiella strappalacrime per far credere che le "povere" borseggiatrici siano tutte madri ricattate con sequestro di figli. Un po' di equilibrio nel formulare le notizie gioverebbe a tutti.
Venerdì 20 Luglio 2018, 15:25
Sicuramente hanno sentito che la retata di Mestre ha allontanato da quell'area la mafia nigeriana della droga, dunque il terreno è ora nuovamente a disposizione della ... mafia tunisina!
Giovedì 19 Luglio 2018, 16:57
Basta con questo luogo comune del razzismo! Appena uno la pensa in modo diverso dalle eminenze politiche o religiose che siano è subito tacciato di razzismo. Qui non è questione di razza, è questione di numeri. Centinaia di persone al giorno in emigrazione verso l'Europa. Giorno dopo giorno il problema crescerà fino al momento di crisi quando dire basta sarà mai impossibile e le conseguenze non potranno che essere disastrose. I problemi vanno prevenuti, arginati e risolti quando ancora è possibile farlo senza danni enormi. Questa è logica non razzismo.
Giovedì 19 Luglio 2018, 09:31
Con grande dolore, un altro giovane di grande talento che l'Italia prepara e l'estero prende. L'Italia si svuota di grandi menti e di giovani preziosi sia per concorrere fantasticamente al progresso del nostro paese sia per partecipare alla nostra crescita demografica. Invece li aiutamo soltanto a ... partire altrove e trasferire lì ogni beneficio dell'educazione e preparazione ricevuta qui. In cambio che cosa? Niente, soltanto un Boeri che continua assurdamente a insistere sulla necessità di importare migranti prolificatori per versare contributi (???!) alle sue casse.
Mercoledì 18 Luglio 2018, 17:42
Ce ne fossero cittadini così? Se ci fossero molti molti molti meno delinquenti lasciati liberi dai nostri buoni giudici, importati da altre società e lasciati a piede libero nella nostra, giustificati perennemente dai buoni (!?!?) di cuore, non avremmo bisogno di cittadini coraggiosissimi che scendono in trincea rischiando la propria incolumità. Per fortuna non siamo qui a piangere un cittadino travolto, caduto e ferito gravemente. E non voglio doverne piangere di questi coraggiosi. Voglio uno Stato italiano che faccia di tutto per impedire a gente come questa di nuocere.I nigeriani sembrano emergere per una predilezione ai crimini di droga e prostituzione: questi personaggi vanno restituiti subito al mittente.
Giovedì 12 Luglio 2018, 10:06
Ha dimenticato di aggiungere "con i nostri stessi doveri". E comunque grazie per aver ricordato "con i nostri stessi diritti". Vuol dire che di diritti ne abbiamo anche noi. Questa migrazione in massa, improvvisa e selvaggia, di nostri diritti ne ha eliminati parecchi!
Giovedì 12 Luglio 2018, 09:56
Se prendo un dollaro al mese, come faccio ad avere le migliaia di dollari per mettere i miei figli su quel gommone? Comunque il mio desiderio è di NON riempire Italia e Europa con miliardi di migranti, in particolare con gente che appartiene a culture talmente radicalmente diverse da non poter mai integrarsi altrove.
Mercoledì 11 Luglio 2018, 19:26
I tunisini che hanno fondato rapidissimamente un regno della droga a Mestre, giusto per fare un esempio ahimè minimo, sono in fuga dalla guerra?
Mercoledì 11 Luglio 2018, 19:19
Penso che si continui in un grave equivoco:nel caso del fenomeno attuale si parla genericamente di migrazioni di "poveracci" "in fuga" dalla "guerra" e dalla "povertà". Non ho sentito una parola più approfondita e sincera sull'analisi di questa situazione. E' vero che gli spostamenti di persone ci sono sempre state, ma NON così all'improvviso, in numeri così rilevanti e in modo così sconsiderato. Improvvise e consistenti sono state soltanto le invasioni barbariche, ma non non si sono mosse sborsando compensi a farabutti mercenari. Questa onda di migrazioni è un fenomeno voluto e stimolato da grossi criminali per il proprio sporco mastodontico guadagno. La povertà c'entra poco; i poveri e affamati non hanno tutti quei soldi da versare e quelle energie da investire per lasciare la loro terra e spostarsi in Europa. Se li avessero non sarebbero poveri e comunque, ammettendo che ambiscono veramente a un miglioramento umano e sociale, investirebbero soldi e energie nel miglioramento in loco. Gruppi ipocriti della nostra società, che mi permetto di sospettare mossi da fini nient'affatto limpidi e sinceri, suonano il violino della compassione per colpevolizzare chi dubita e rifiuta questo tipo di immigrazione. E allora si strumentalizzano morti e bambini. Se fossi un genitore minimamente responsabile davvero metterei un bambino su quei gommoni? Se fossi una donna davvero abbandonerei la mia terra per affrontare violenze quasi certe e rischi di ogni genere presenti e futuri? E se fossi un giovane davvero sprecherei tanti soldi per un futuro estremamente incerto, forse - troppo spesso - con risvolti unicamente criminali in terra straniera? Questa immigrazione è carica di falsità e immoralità da un lato e dall'altro, con esiti disastrosi da un lato e dall'altro: nel mondo occidentale una società è stata stravolta in tutti i suoi valori e colpevolizzata subdolamente a causa del suo legittimo desiderio di certezze; dall'altro lato una massa migrante indifferente nei confronti di se stessa, della propria gente che lascia alle spalle e dei paesi in cui approda, sta sviluppando l'idea di ottenere tutto all'istante (beni spesso superflui)e di pretendere pretendere pretendere, altrimenti ... violenza . E in questa baldoria i veri poveri passano inosservati. Non diteci più che questa immigrazione è inarrestabile. Se i governi lo volessero potrebbero arrestarla in pochissimo tempo e far capire ai migranti che c'è una morale diversa, che ci sono doveri oltre che diritti e che il primo di tutti i doveri vivere e agire in loco per far progredire il proprio paese.
Mercoledì 11 Luglio 2018, 12:01
Perché tanta lucidità non la impiegano a far progredire il loro paese ma casa propria? Lo sa Boeri e compagnia che con tutto quello che ci sono costati questi delinquenti (e che ci sostano i loro analoghi) si sarebbero potute pagare un bel po' di pensioni agli italiani!
Lunedì 9 Luglio 2018, 10:37
Se trenta si impongono in questo modo, immaginiamoci che succederà quando i numeri degli arrivati aumenteranno!
Sabato 7 Luglio 2018, 10:22
Bene, informatelo che se cerca alloggio, può trovarlo in qualche abusivo alloggio ATER!
Venerdì 6 Luglio 2018, 12:30
Curve da capogiro? Ma come? Di curve non ne ha proprio. (Forse le curve da capogiro menzionate sono quelle delle signore fotografate con lei?) E le gambe meglio nasconderle perché sono due autentici stecchi. Non perché ora è contessa può diventare in tutto e per tutto divina.
Venerdì 6 Luglio 2018, 12:21
Perché nome e cognome di un testimone, che in questo modo potrebbe essere esposto a rischi? In altre occasioni, quando si parla di delinquenti, i loro nomi che dovrebbero essere di pubblico domininio, vengono invece oscurati. Qual è la logica, se esiste? Una protezione concessa al criminale perché lo si teme? Una protezione negata a un innocuo testimone che non ci suscita angosce?