cilindro

Commenti pubblicati:
Giovedì 25 Luglio 2019, 13:54
Lo ius soli unito a una politica di rigoroso controllo degli ingressi legali e di contrasto a quelli illegali (Minniti docet) non mi sembra poi una idea cosi' peregrina. Non basta fare entrare gli immigrati di cui necessita il nostro mercato del lavoro, bisogna anche aiutarli a integrarsi, e lo ius soli potrebbe essere un primo passo.
Giovedì 25 Luglio 2019, 12:28
Facile fare gli imprenditori sui social con i soldi degli altri... Gli stessi che magari poi vanno a comprare l'uva al supermercato a 2€/kg perche' quella in piazza a 4€ e' troppo cara.
Giovedì 25 Luglio 2019, 11:05
Ecco, appunto: se si cominciasse a parlare un po' di piu' di come viene attualmente gestita l'immigrazione LEGALE e se si possa pensare qualcosa di piu' efficiente, e un po' meno di porti chiusi e ong e cose del genere, non sarebbe meglio?
Giovedì 25 Luglio 2019, 10:47
Qualcuno e' veramente convinto che Lega o FdI o chiunque altro vogliano o possano trasformare il mondo in un posto in cui ognuno se ne rimane a casa sua? Opporsi all'immigrazione clandestina va bene, ma quella legale e' tutto un altro paio di maniche. la disillusione sara' grande.
Giovedì 25 Luglio 2019, 09:52
Perche' si possa formare una alternativa seria a Salvini, occorre prima di tutto che Salvini assuma la responsabilita' di governo in prima persona e senza alleati sui quali scaricare tutte le colpe. Quindi: elezioni appena possibile, maggioranza assoluta alla coalizione neroverde Lega-FdI, Salvini premier, e che cominci finalmente ad attuare pienamente il suo programma senza piu' scuse, piagnistei e vorrei-ma-non-mi-lasciano-lavorare. Vedremo se almeno in questa situazione le opposizioni riusciranno a compattarsi sulla base di un programma credibile e condiviso alternativo a quello della Lega, o se continueranno ognuna a strizzare l'occhio ai propri tifosi piu' esagitati finendo per condannarsi all'irrilevanza.
Mercoledì 24 Luglio 2019, 15:34
Gia', e con ogni probabilita' Salvini avrebbe calato le braghe anziche' farsi una bella risata. "Troppe le polemiche esplose dopo l'ipotesi avanzata dal governatore friulano Fedriga e dal ministro dell'Interno Salvini"... ma in che mondo viviamo? Io vorrei un Paese in cui quando comanda la sinistra fa le cose di sinistra e quando comanda la destra fa le cose di destra, e chissene se i tifosi della parte avversa fanno chiasso.
Martedì 23 Luglio 2019, 16:37
Quindi siamo gia' passati da "7 bambini coinvolti nell'inchiesta" a "10mila bambini portati via alle famiglie"? Se io fossi uno dei tantissimi genitori affidatari che tutti i giorni aprono le porte della loro casa e donano il loro amore a bambini che ne hanno assoluto bisogno, comincerei a preoccuparmi ed anche ad arrabbiarmi, signor Ministro. Fermo restando che chi invece sbaglia deve pagare.
Martedì 23 Luglio 2019, 15:38
Cosa non e' chiaro del semplice concetto "a comandare e' Matteo Salvini"? Cosa impedisce al baldo Ministro dell'Interno di infischiarsene allegramente se Francesco o Franceschini o chiunque altro gridino o no alla violazione dei diritti umani? Forse il fatto di essere solo chiacchiere e distintivo? Appunto.
Martedì 23 Luglio 2019, 14:35
Incredibile la lettera del signor Cagnin. Forse che in Italia governano le Boldrini, le Boschi, i Saviano, i Fazio (Fabio), i Lerner? Forse che la responsabilita' di mantenere l'ordine pubblico non e' tutta nelle mani di tale Matteo Salvini? E' cosi' difficile scrivere "cosa aspetta il Ministro dell'Interno a fare il proprio dovere" al posto di un generico "cosa si aspetta"? Certo, e' piu' facile cercare scuse ("non mi lasciano lavorare...", Berlusconi docet) in modo da mascherare la propria inadeguatezza.
Domenica 30 Giugno 2019, 18:10
Io trovo incredibile che, di fronte a una vicenda gestita male e conclusa peggio da parte del nostro Ministro degli Interni (i 44 clandestini sono pur sempre sbarcati in Italia, da cui non li schiodera' piu' nessuno, e il decreto sicurezza bis ha dimostrato tutta la sua inadeguatezza a fare fronte a situazioni del genere, come ampiamente previsto), il Direttore non trovi di meglio da fare che puntare il dito sull'improvvida iniziativa dei tre parlamentari del PD. Ma insomma, chi se ne importa di quello che fa o non fa il PD, ora che e' completamente fuori dai giochi e lo restera' per chissa' quanto tempo? E' la Lega che governa e che deve dirci come si affrontano questo genere di iniziative e di provocazioni, che temo non cesseranno tanto presto: lo sta facendo efficacemente, secondo voi?
Venerdì 28 Giugno 2019, 15:14
Va bene tutto, ma questo mi sembra proprio vittimismo di bassa "lega". Vorrei sapere quanti in Italia siano stati denunciati per odio razziale per aver criticato l'immigrazione incontrollata, a maggior ragione con il clima politico che ci ritroviamo attualmente. Anche le possibilita' di denuncia per omofobia mi sembrano bassine in un Paese dove la legge che persegue l'omofobia non e' mai stata approvata dal Parlamento. Altra cosa e' sanzionare penalmente non le idee contrarie ma gli insulti e le manifestazioni di odio: spero che almeno questo continui a non essere messo in discussione.
Venerdì 28 Giugno 2019, 14:44
"Discorso diverso meritano quegli amministratori che sfruttano queste manifestazioni per fare passerella e cercare di raggranellare consensi... chi occupa ruoli istituzionali non dovrebbe mai dimenticare che nel suo ruolo rappresenta tutti i cittadini." Giustissimo, ma non ricordo che simili ragionamenti siano stati fatti quando non il tale assessore di Padova ma chi ricopre un ruolo istituzionale ben piu' alto si e' recato a fare passerella al famigerato Convegno di Verona, organizzato in chiave esplicitamente anti-gay e anti-legge sull'aborto. In quella occasione il ministro di cui sopra non avrebbe dovuto ricordare di rappresentare tutti i cittadini, anche quelli gay e quelli - ben piu' numerosi - che non vogliono tornare a considerare l'aborto sempre e comunque un reato?
Lunedì 24 Giugno 2019, 15:44
Al giorno d'oggi esiste un modo facilissimo per ottenere il consenso della gente: proclamare a voce alta "ognuno a casa sua". Mi dica lei se la Chiesa stia percorrendo questa strada.
Lunedì 24 Giugno 2019, 13:52
C'e' comunque un equivoco di fondo e cioe' che la Chiesa auspichi o favorisca una migrazione incontrollata dall'Africa all'Europa e in particolare all'Italia. Nulla di piu' falso. La Conferenza Episcopale Africana non si stanca di esortare i giovani africani a non inseguire illusori sogni di benessere in Europa e a costruire piuttosto condizioni di vita migliori nei propri Paesi, e fa benissimo, ma questo non e' in alcun modo in contraddizione con gli inviti ai fedeli italiani ad accogliere e aiutare tutti coloro che ne hanno effettivo bisogno, siano essi autoctoni o stranieri. Nessuno discute la necessita' di reprimere i criminali e nessuno discute il diritto a difendere le proprie frontiere dagli ingressi dei clandestini, ma c'e' modo e modo. E parlare di "parassiti" o di "crociere dei migranti", mi dispiace, ma e' un linguaggio che con il Vangelo non ha niente a che vedere. Negare che ci siano moltissimi migranti che versano litri di sudore facendo lavori pesantissimi rifiutati dagli italiani (mi chiedo ad esempio se ci siano ancora operai di fonderia che non provengano dall'Africa) o negare che moltissimi migranti e rom si trovino oggettivamente in uno stato di bisogno non certo inferiore rispetto ai nostri disoccupati o pensionati al minimo, poi, mi sembra negare l'evidenza.
Lunedì 24 Giugno 2019, 10:58
Se la Chiesa Cattolica fosse un partito politico, a quest'ora si sarebbe aperto un approfondito dibattito riguardo alle ragioni della "sconfitta elettorale", e sarebbero state mosse circonstanziate accuse alle gerarchie ecclesiastiche di non aver "capito le paure dei ceti popolari" o di aver "sottovalutato i problemi che un afflusso incontrollato di migranti pone alle fasce piu' deboli della popolazione". Ma la Chiesa, piaccia o no, NON e' un partito politico, NON si presenta alle elezioni, NON insegue il consenso della gente, e NON puo' cambiare quanto scritto nei Vangeli che considera ispirati direttamente da Dio. Ahime' no, la Chiesa non puo' correggere "ero straniero e mi avete accolto" in "ero straniero e mi avete aiutato a casa mia", e non puo' nemmeno spedire il buon samaritano della parabola a soccorrere prima di tutto i suoi connazionali in base al principio "prima i samaritani". Quindi e' probabile che la Chiesa continuera' a infischiarsene bellamente dei flussi elettorali e a esortare i fedeli all'accoglienza e alla solidarieta' senza distinzioni di provenienza geografica o colore della pelle - esattamente come ha continuato a difendere l'indissolubilita' del matrimonio anche dopo il referendum del 1974, o la salvaguardia della vita umana fin dal concepimento anche dopo il referendum del 1981.
Martedì 11 Giugno 2019, 15:09
Va bene tutto, ma insinuare che il Cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, potrebbe non approvare l'esposizione di un crocifisso in un luogo pubblico supera ogni limite. Sua Eminenza ha avuto se mai da ridire quando simboli cristiani sono stati esibiti da parte di chi palesemente non tiene in minima considerazione i valori del Vangelo. E in questo caso il Cardinale ha fatto non bene ma benissimo.
Martedì 11 Giugno 2019, 14:27
"Come e' un'ovvieta' il fatto che ci siano donne e uomini di etnia rom che vivono nel nostro Paese rispettando regole e leggi." Non sono cosi' sicuro che sia un'ovvieta' per tutti, caro Direttore, quindi e' sempre meglio ripetere chiaro e forte questo ovvio concetto.
Sabato 8 Giugno 2019, 23:44
Visto per l'appunto il momento storico in atto, io suggerirei piuttosto "Ma che aspettate a batterci le mani", 1970 canta Dario Fo.
Venerdì 7 Giugno 2019, 14:10
Quando alcuni mesi fa e' stata approvata la nuova legge sulla legittima difesa, in molti hanno pensato che l'effetto fosse quello di evitare un penoso procedimento legale a chi uccide un delinquente entrato in casa - procedimento doloroso e devastante anche nel caso di conclusione favorevole all'imputato. E invece, oh meraviglia, anche con la nuova legge si arriva comunque a un'imputazione per eccesso di legittima difesa. La piu' totale solidarieta' al tabaccaio, al quale auguro che la vicenda giudiziaria si chiuda al piu' presto con un doveroso atto di archiviazione. Meno solidarieta' a chi ha lucrato voti con l'ennesimo provvedimento fuffa che mantiene si' e no un decimo di quello che promette.
Mercoledì 5 Giugno 2019, 23:38
Veramente a me pare che questi non siano riusciti nemmeno a portare a casa un minimo del proprio programma e delle proprie promesse. La flat tax, l'autonomia per le regioni del Nord, lo sblocco dell'alta velocita', tutto fermo, tutto rimandato all'anno del mai. Unico risultato portato a casa il cosiddetto blocco dei porti, qualche migliaio di clandestini in tutto, perche' il grosso dei flussi lo aveva gia' fermato Minniti con gli accordi con la Libia. Eppure il consenso cresce sempre. Sara' perche' gli altri danno ancora meno fiducia, mi sa.
Martedì 4 Giugno 2019, 23:28
Se non e' malafede quella di accusare gli avversari politici di giustificare i delinquenti comuni...
Martedì 4 Giugno 2019, 23:27
Se non e' malafede quella di accusare gli avversari politici di voler trasportare tutti gli africani in Italia...
Martedì 4 Giugno 2019, 23:24
Uau che battutona graffiante, complimenti al ministro. Sarebbe bene pero' che la stampa, oltre a deliziare i lettori con il fedele resoconto di facezie e slogan elettorali vari, li informasse anche sull'operato del Governo ad esempio nel contrasto ai suddetti borseggiatori. E nel caso specifico valutasse se il decreto cosiddetto Sicurezza stia effettivamente dando piu' sicurezza ai cittadini, o se - come a me pare - si stia rivelando l'ennesimo spot che mette tanto fumo negli occhi ma nei fatti lascia le cose esattamente come prima, o peggio.
Martedì 28 Maggio 2019, 23:51
Quello che la gentile signorina dimentica di dire e' che Aristide il Giusto si opponeva alla proposta di Temistocle di costruire una grande flotta, perche' voleva distribuire i fondi necessari fra tutti i cittadini (ricorda niente?). E che la Storia diede ragione a Temistocle, il quale proprio grazie a quella flotta riusci' a sconfiggere i Persiani. Assistenzialismo contro grandi opere: davvero non ricorda niente?
Domenica 12 Maggio 2019, 23:32
In realta' e' abbastanza facile capire su quali temi si possa fondare la continuita' dell'alleanza Cinquestelle-Lega: sull'opposizione all'Unione Europea dei burocrati, dei tecnocrati, dei banchieri, del superamento delle frontiere interne e della moneta unica, in nome di un malinteso sentimento di difesa dell'identita' nazionale. Ed e' abbastanza facile anche capire perche' Salvini non rompa con Di Maio: perche' su questi temi la distanza che lo separa dai vari Berlusconi e Tajani e' infinitamente maggiore. Questo spiega perche' Salvini non e' che abbia chissa' quali margini di manovra, almeno fino a quando Forza Italia si ostinera' a voler sopravvivere come soggetto politico indipendente.
Mercoledì 24 Aprile 2019, 15:55
Questi pero' sono gli ultimi relitti rivolti al passato, che fanno il paio con chi ancora canta "Giovinezza". Immagino che i piu' giovani associno piuttosto la canzone "Bella ciao" al bellissimo finale della serie tv "La casa di carta". Un bel modo per ridare vita al vecchio inno della Resistenza nel terzo millennio.
Martedì 16 Aprile 2019, 14:48
In realta', questa catastrofe dovrebbe convincere jihadisti e fondamentalisti islamici vari che non vale proprio la pena spendere tempo e fatica per distruggere l'Occidente cristiano: ci riusciamo benissimo anche da soli. Non sono stati capaci Robespierre o Hitler, a demolire Notre-Dame, e ci sono riusciti i manutentori. Cose da pazzi.
Lunedì 15 Aprile 2019, 17:09
E che abortire e' come assoldare un killer per risolvere un problema... ah no, questo l'ha gia' detto (purtroppo).
Lunedì 15 Aprile 2019, 17:05
Io ci sto benissimo, se a qualcuno non piace puo' sempre trasferirsi altrove. Il sindaco "rosso" (?) non sara' il massimo, ma quello leghista di prima e quella forzista di prima ancora non li rimpiange nessuno.
Martedì 2 Aprile 2019, 17:13
Le manifestazioni di piazza servono per l'appunto a influenzare l'opinione pubblica al fine di evitare che determinate leggi considerate pericolose vengano approvate o determinate altre considerate giuste vengano cancellate. Hanno manifestato in passato i leghisti, lo hanno fatto a Verona le sinistre: anche questa si chiama democrazia. Non credo che Salvini possa avere in futuro la percezione che i suoi elettori vogliano rivedere le leggi su divorzio e aborto: quando la Lega viaggiava sul 5% era possibile, ora che sta oltre il 30% non piu', l'opinione in merito della grande maggioranza degli italiani e' chiara. Vorrei poi capire chi potrebbe mai opporsi a una migliore applicazione della legge 194 nella parte che riguarda le attivita' di prevenzione.