claudio pros
1 Gennaio 1915

Commenti pubblicati:
Sabato 20 Luglio 2019, 20:02
Qui l'intesa si fa con il Paese intero, che è decisamente per l'abolizione di tutte le Regioni (autonome, speciali, ordinarie), senza SE e senza MA.
Sabato 20 Luglio 2019, 20:00
Caro gianni51. 2019-07-20 17:01:05. Dall'unità del Paese in poi non è mai esistita una "Regione del Veneto", ma solo dal 1970. Dall'unità del Paese in poi, c'era solo la Venezia euganea, che era unicamente un nome e comprendeva il cosiddetto Friuli. Il nomignolo "Veneto" è stato scelto arbitrariamente dalle segreterie romane della Dc (Democrazia Cristiana) e del Pci (Partito comunista italiano), nel 1970, per designare una delle 20 Regioni italiane che istituirono per spartirsele in santa pace. Le Regioni non hanno dei governatori, ma solo dei presidenti. Questa è storia, mi dispiace per lei… si informi in luoghi seri e non sui social, perché come diceva Charlie Brown: «Non seguite me, perché anch’io mi sono perso…»
Sabato 20 Luglio 2019, 17:04
non ci sono governatori, né governatorati. Ci sono solo presidenti nel 20 regioni italiane
Sabato 20 Luglio 2019, 16:54
Non ci sono governatori, né governatorati. Al massimo è un presidente
Venerdì 19 Luglio 2019, 18:48
Sì, si arriverà alla fine, infatti la maggioranza schiacciante delle persone di buon senso, è per l'abolizione di tutte le Regioni (autonome, ordinarie e speciali), serenamente e fermamente senza SE e senza MA. È proprio la fine del Regionalismo durato ben 49 anni!
Venerdì 19 Luglio 2019, 18:13
Ma quale premier? Ma quali governatori? Non esistono governatori, al limite solo dei presidenti… Ma questi, di cosa stanno parlando?
Venerdì 19 Luglio 2019, 17:52
Con serena riflessività proseguiamo l'abolizione di tutte le inutili e scandalose Regioni (ordinarie, speciali, autonome), senza SE e senza MA. È un successo, la più parte delle persone di buon senso, è per iniziare ad abbattere il mostruoso debito pubblico prodotto da 49 anni di regionalismo senza controllo.
Venerdì 19 Luglio 2019, 09:06
E cosa peraltro dicono a loro discolpa le mamme dei baby rugbisti indagate?
Giovedì 18 Luglio 2019, 16:50
" l'intero Veneto"???? E dove sarebbe questo "intero "Veneto""? "Veneto" non è un intero e neppure una frazione! "Veneto" non è un territorio, né un dialetto, né una storia, né un gruppo di persone… "Veneto" è solo e soltanto il nomignolo dato arbitrariamente a una delle 20 Regioni italiane che, nel 1970, Dc e Pci istituirono. "Veneto" non è neppure, ovviamente, sinonimo di Prosecco, checché ne dica l'Unesco di Baku in Azerbaijan…
Giovedì 18 Luglio 2019, 08:54
"Sul Veneto" non possono abbattersi rovesci e temporali, no, semplicemente perché "Veneto" non è un territorio, non è un dialetto, non è una storia, non è un gruppo di persone, ecc. "Veneto" è solo e soltanto il nome scelto arbitrariamente dalle segreterie romane della Dc e del Pci, nel 1970, per designare una delle 20 Regioni italiane che istituirono. Il nome precedente era quello di Venezia Euganea. Le Regioni sono degli enti amministrativi burocratici temporanei con determinate e ben circoscritti campi d'azione, e nulla più
Mercoledì 17 Luglio 2019, 17:13
Mi dispiace, in "Veneto" non si arriva, infatti "Veneto" non è una località, né un territorio, né un dialetto, né delle persone, ecc. "Veneto" è solo e soltanto il nome dato arbitrariamente a una delle 20 regioni italiane, quando vennero istituite nel 1970. Ogni altro uso del termine "veneto" non è corretto e provoca soltanto confusione
Mercoledì 17 Luglio 2019, 14:14
Abolire tutte le inutili e scandalose Regioni (autonome, ordinarie e speciali), senza SE e senza MA. Il buon senso lo richiede, non c'è nulla da fare, per cominciare ad iniziare a combattere lo spaventoso debito pubblico prodotto in 49 anni di regionalismo senza controllo, sul quale il Pese è costretto a pagare solo gli interessi sugli interessi
Mercoledì 17 Luglio 2019, 12:19
Questo è il rispetto dell'acqua… wc…
Martedì 16 Luglio 2019, 15:44
Aboliamo tutte le Regioni (ordinarie, autonome, avendo cura di partire da quelle a statuto speciale che sono, com'è noto, le più scandalose). senza SE e senza MA
Martedì 16 Luglio 2019, 13:09
Siamo già a metà luglio, fa caldo, sospendete un po' la propaganda e prendetevi una vacanza per alcuni mesi… Il Paese non può che ringraziarvi, se lo fate
Martedì 16 Luglio 2019, 11:45
" Belumat 2019-07-15 11:30:53 Regioni : enti burocratici inutili pensate e realizzate da insigni politici che .......le hanno pensate come greppie per ingozzarsi e far pascolare i loro porta voti . Quanti soldi estorti a chi lavora vanno in questi calderoni , non passa giorno che se sente una di nuova ,si di ruberia o simili . Abolirle al più presto ed utilizzare i soldi per costruire strutture come ospedali , strade , dighe perché l'acqua senza possibilità di regolazione delle portate fa solo danni , ponti che restano in piedi , organizzare i territori per limitare gli incendi" Caro Belumat, come vede la cito integralmente, lei ha perfettamente ragione, occorre abolire tutte le Regioni (ordinarie, speciali, autonome), senza SE e senza MA
Domenica 14 Luglio 2019, 06:56
Qui c’è dell’incredibile. Ancora a parlare di Sappada che con entusiasmo è passata all’affiliamento alla Regione Friuli Venezia Giulia per le competenze regionali? Ma questo è solo l’inizio, già da tempo tutto il bellunese, chi per la Regione Trentino Alto Adige, chi per la Regione Friuli Venezia Giulia, con votazioni ad esiti “bulgari”, ha chiesto di fare come Sappada, che è semplicemente riuscita prima. Le Regioni non sono persone, prodotti, merce, storie, dialetti, territori; il territorio è e rimane del Paese. Le Regioni sono semplicemente degli enti amministrativi-burocratici temporanei con competenza su alcune materie ben circoscritte, istituite perlopiù nel 1970. Così i fiumi e le foci, sono e rimangono del Paese e non sono né della Regione del Veneto, né della Regione Friuli Venezia Giulia. Il fiume Po – solo per chiarire con altri esempi ben noti – non appartiene né alla Regione Piemonte, né alla Regione Emilia Romagna, né alla Regione Lombardia… Neppure il Tevere appartiene alla Regione Emilia-Romagna, alla Regione Toscana, alla Regione Umbria, alla Regione Lazio; e così le loro foci. Tornando a Sappada, mettetevela via una buona volta, nessun sappadino vuole tornare indietro, andate pure a chiederlo agli interessati. Idem per tutti i bellunesi e cimbri, polesani, ecc. che aspettano da anni e anni di fare, appunto, la stessa cosa e cioè di affiliarsi ad altre Regioni.
Sabato 13 Luglio 2019, 17:13
"Ho incontrato il governatore…" no, tesoro, non hai incontrato nessun governatore, al massimo era un presidente…
Sabato 13 Luglio 2019, 17:10
Chicchi di grandine sempre più enormi e tornadi, ma, per carità nessun allarmismo, continuiamo così in ambienti de-forestizzati, con asfalto, cemento, veleni, radiazioni da microonde, ecc. ecc. Siamo come la rana che sta nel fondo della pentola e non si accorge di nulla, finché non si trova completamente bollita…
Sabato 13 Luglio 2019, 16:47
Aboliamo tutte le Regioni (autonome, sloveniche, speciali, ordinarie) senza SE e senza MA
Venerdì 12 Luglio 2019, 09:45
Si va verso l'abolizione di tutte le Regioni (autonome, speciali, ordinarie), senza SE e senza MA. Come vuole la stragrande maggioranza del Paese. Per assestare un primo duro colpo al devastante debito pubblico, prodotto da 49 anni di scandaloso, inutile regionalismo senza controllo
Giovedì 11 Luglio 2019, 15:52
collegiale 2019-07-11 14:49:34 Per lei l’esperienza di 49 anni di regionalismo non conta nulla. Il Paese è, dal 1970, un Paese Arlecchino con 20 Regioni. Con Regioni di serie A, B e C, ognuna delle quali con scandali (elenco non riportabile, troppo lungo) senza controllo… Risultato? Un debito pubblico spaventoso, di cui tutti sappiamo, in continua e inarrestabile crescita. Dal 1945 al 1970, il Paese non aveva Regioni se non nominali, forse che il Paese andava peggio? No, era in vetta tra i Paesi in crescita. Il problema è che il debito pubblico non è un miraggio che dopo poco svanirà, no, è il principale responsabile del blocco del Paese. Occorre quindi non guardare l’erba del vicino che sembrerebbe più fresca (ma non è così), ma prendere il toro per le corna e fermarlo, abolendo cioè in tutta serenità e ardore tutte le Regioni che tanto recano danno al Paese, anche perché, come 49 anni di regionalismo lo hanno ahinoi dimostrato, sono del tutto sovrastrutturali ed inutili
Giovedì 11 Luglio 2019, 14:29
Abolire subito tutte le Regioni (autonome, speciali, ordinarie) senza SE e senza MA.
Giovedì 11 Luglio 2019, 14:22
E ora ci si metta di nuovo al tavolo e si faccia finalmente qualcosa per il Paese, tanto atteso: l’abolizione di tutte le Regioni (autonome, speciali, ordinarie), senza SE e senza MA. Cominciamo così a smantellare il mega gigantesco debito pubblico, prodotto in 49 anni di inutile e scandaloso regionalismo senza controllo, e sul quale siamo costretti a pagare inumani interessi sugli interessi
Giovedì 11 Luglio 2019, 12:10
Sì, presentino subito il loro vecchio cavallo di battaglia, abolizione di tutte le Regioni (autonome, ordinarie, speciali) senza SE e senza MA. Il Paese non può che gioirne!
Giovedì 11 Luglio 2019, 11:35
E ora sarebbe bello che, conseguentemente, fossero loro ad abolire tutte le Regioni (autonome, speciali, ordinarie) senza SE e senza MA. Il Paese ne gioirebbe, sarebbe un bel gesto nella giusta direzione, 49 anni di regionalismo senza controllo sono stati anni di produzione dello spaventoso debito pubblico, su cui dobbiamo pagare interessi sugli interessi
Mercoledì 10 Luglio 2019, 17:45
Tocca ora a te De Bono, forza dai siamo con te…
Mercoledì 10 Luglio 2019, 12:26
Per riuscire ad iniziare a tamponare il mostruoso debito pubblico, la via maestra è quella di chiudere fin da subito i rubinetti aperti e cioè abolire tutte le Regioni (ordinarie, autonome, speciali), senza SE e senza MA. Questo, anche l'economista più provetto del mondo, riesce immediatamente a capirlo se fa un minimo sforzo…
Mercoledì 10 Luglio 2019, 11:57
Non si perda inutilmente tempo con agende fuorvianti, l'unica cosa seria è quella di cominciare ad abbattere il pesantissimo mostruoso debito pubblico che impedisce ogni economia. Occorre quindi cominciare con tutta tranquillità e serenità ad abolire tutte le inutili, scandalose e senza controllo Regioni (autonome, speciali, ordinarie), senza SE e senza MA, istituite nel 1970.
Mercoledì 10 Luglio 2019, 11:51
Non si perda inutilmente tempo con agende fuorvianti, l'unica cosa seria è quella di cominciare ad abbattere il pesantissimo mostruoso debito pubblico che impedisce ogni economia. Occorre quindi cominciare con tutta tranquillità e serenità ad abolire tutte le inutili, scandalose e senza controllo Regioni (autonome, speciali, ordinarie), senza SE e senza MA, istituite nel 1970.