onesta-mente
1 Gennaio 1916

Commenti pubblicati:
Giovedì 21 Febbraio 2019, 15:13
suvvia erikpd...., un po' di sana autocritica no? Si scomodano i servizi segreti di un paese terzo per invitare (di sua spontanea volontà) la signorina a seguirli. Parliamo ovviamente di uno dei paesi notoriamente più democratici al mondo.
Giovedì 21 Febbraio 2019, 15:06
Come mai quelli come loro (gravati da precedenti specifici) girano ancora per l'Italia?
Mercoledì 20 Febbraio 2019, 19:29
Questi vogliono tornare indietro di 80/90 anni. Non conoscono neppure gli accordi internazionali. Basti pensare che per il fatto di essere nell'Unione Monetaria siamo, come tutti gli altri Paese aderenti, tenuti a garantire l’indipendenza della nostra banca centrale, cioè della BdI. Delle due l'una, o sono ignoranti (possibile) o vogliono aggiungere un altro tassello alla politica contro l'Euro e l'Europa per farci mandar fuori (a calci) e poi dire agli sprovveduti: avete visto? sono loro che non ci vogliono. Possibile che nessuno di questi "sovranisti" in Parlamento si renda conto che essere poi "sovrani" del nulla è, appunto, nulla?
Giovedì 14 Febbraio 2019, 21:53
Dove ha il c/c in una banca svizzera? Il RID non esiste da anni. Dal 2014 esiste il Direct Debit una formula che prevede sia il creditore a chiedere l'addebito sul tuo c/c (infatti non si firma nulla alla banca ma si fa una firma di autorizzazione al creditore che poi chiede alla tua banca di addebitarti il conto). Se non sei d'accordo con l'addebito hai circa 60 gg di tempo per rifiutare l'addebito. Inoltre, se l'addebito avviene senza che il debitore abbia dato mandato al creditore (caso delle truffe) la banca è obbligata a rimborsare fino a 13 mesi prima. Il costo di un c/c basico viaggia tra i 50 e 80 euro con bancomat e circa 10 operazioni gratuite al mese. La ritenuta sugli interessi è al 26% (no 27%). Infine il bollo è di 34,20 (no 50) sopra i 5.000,00 euro. Non voglio difendere né le banche né lo stato ma mi danno fastidio le "balle" dette tanto per spararle grosse e per far polvere che ne abbiamo già molti in giro che parlano per niente. Da ultimo piccola riflessione, ogni anno vengono spesi oltre 100 miliardi in gioco d'azzardo di cui circa il 25% in videolotterie. Sa quali sono i principali frequentatori delle sale video? E poi ci lamentiamo di 100 euro all'anno tra bolli e spese.......
Domenica 10 Febbraio 2019, 14:36
Devi aggiornare le tue credenze....Milano del dopo expo è la prima città italiana per presenze straniere. Infatti, nell'articolo di questo si parla. di Turisti stranieri.
Sabato 9 Febbraio 2019, 19:09
Ma sta parlando della Sicilia o del TAA? perché io vorrei subito il Veneto autonomo e con il loro statuto, altro che abolirle le regioni autonome! Di più, io sarei per regionalizzare il debito pubblico e poi vediamo se la smettono di sperperare.
Giovedì 7 Febbraio 2019, 00:35
Come disse la Lezzi a Cottarelli:....Ma lei sta scherzando? Lei mette tutto insieme e tutti sullo stesso piano... Il governo Berlusconi (di cui la Lega ne faceva parte a pieno titolo tanto che Giorgetti, tra l'altro il meno peggio in giro oggi, era Presidente della commissione bilancio, tesoro e programmazione della Camera), che ci ha portato al limite della bancarotta (spread oltre 700) dopo la grave crisi del 2008 e i governi successivi che, sicuramente colpendo all'inizio nelle tasche gli italiani (chissa mai perché), ma poi attuando politiche economiche più "responsabili" (taglio IMU Immobili, integrale recupero dei posti di lavoro persi dal 2008 al 2011, taglio IRAP, introduzione della flat tax per le partite iva, che non ha inventato Salvini dal momento che già un milione di partite iva ne beneficiano da anni) solo per citare alcuni importanti temi economici. Dire quindi che se ne sono lavati le mani è quantomeno fuorviante....
Martedì 5 Febbraio 2019, 22:24
Semplicemente vergognoso.... un ministro della Repubblica incontra un gruppo di cittadini francesi tra i quali uno che predica la violenza contro le istituzioni. Spero riceviate una risposta democratica, ma forte, alle prossime votazioni europee.
Lunedì 4 Febbraio 2019, 09:46
E meno male che quota 100 era stata pensata per gli operai del nord che secondo qualcuno dovrebbero essere stanchi di lavorare... Guarda caso invece è felicemente apprezzata al Sud dove, molto più agevolmente (e storicamente), è più facile accedere a forme di lavoro "in nero" una volta in pensione. Come dice Brambilla: "Certo è che la gente, che non è stupida, si è accorta che il prepensionamento non andrà avanti per tre anni come previsto dal Governo, quindi conviene approfittarne subito." Capito ragaxxi? chi primo arriva primo alloggia sta dicendo il Brambilla. Alla faccia delle regole, dei decreti e dei proclami!
Sabato 2 Febbraio 2019, 12:47
Non vorrei sbagliarmi ma credo lei abbia preso un granchio... 1) si va con 38 anni di contributi se si hanno 62 anni di età, 2) cosa sono 5 anni figurativi? Non esistono. Si va con 38 anni di contributi e 62 anni di età e con il calcolo della pensione fatto rispetto a: se al 31.12.1995 avevi o no 18 anni di contributi (se li avevi vai con il sistema totalmente "retributivo" calcolato fino al 2011 e contributivo dal 1.1.2012 in poi, altrimenti con il sistema misto. 3) Se non hai 62 anni e 38 di contributi, appena li farai potrai andare anche tu e non attendere i 43 o quelli che sono. A meno che tu non sia così giovane da raggiungere i requisiti (38/62) dopo il 2021 e allora aspetterai che un qualche governo proroghi questa opzione (che per ora vale per il triennio 2019/2021). 4) vedrai che passata la buriana di coloro che ora ci guadagnano (chi oggi ha 62 anni quasi sicuramente ci andrà con il sistema "retributivo"), la corsa a lasciare il lavoro si affievolirà da sola perché vivere con una pensione fino al 25-30% più bassa di quella che si prenderebbe stando al lavoro fino al limite dell'anticipata o di vecchiaia non consente certo di mantenere il tenore di vita precedente. 5) quanto a non andare più a votare....beh, liberissimo di farlo, ma poi non lamentiamoci delle scelte di chi viene eletto.
Martedì 29 Gennaio 2019, 19:16
Premetto che sono tutti da ricordare, resta il fatto che secondo me dovremmo ringraziare che almeno c'è questa giornata altrimenti con tutti i negazionisti che ci sono in giro potremmo essere portati a pensare che i nazisti erano solo uno sparuto gruppo di persone oggetto di "offese" da parte delle altre nazioni. Invece, come penso saprai, grazie alle loro idee la seconda guerra mondiale ha fatto quasi 50 milioni di morti solo in Europa e, tra questi, circa 6 milioni di Ebrei (civili, non soldati).
Domenica 27 Gennaio 2019, 18:59
Esatto, loro ti hanno dato il martello, adesso se vuoi martellarti dove non batte il sole sei libero di deciderlo tu.......che bella soddisfazione!!
Giovedì 24 Gennaio 2019, 22:48
Mi pare che il racconto di un paese agonizzante fosse il principale leitmotiv della campagna elettorale dei due partito ora al Governo. Bisogna intendersi allora, se le cose vanno male è colpa di quelli di prima? Sì direte. Ma se uno dei principali attori economici italiani (cfr. Messina), e anche il ns. Direttore è d'accordo, descrive l'Italia come «un Paese solido anche nei confronti delle principali economie del mondo» a chi lo dobbiamo? Ai signori che ci governano da 7 mesi? Meditate gente, meditate...
Giovedì 24 Gennaio 2019, 22:42
Beh, dilla tutta allora la verità...chi è che lancia Fake news a manetta anche ora che è al governo? E poi scusa, 30 anni fa c'era ancora il muro a Berlino e, nel frattempo, Cina, India, Russia, Brasile, e altri paesi (Corea, Messico ecc.) sono cresciuti ben più dei vecchi paesi occidentali. Ciò nonostante a fine 2017 l'Italia aveva ancora il 9 PIL Mondiale, non il dodicesimo. Quanto all'Euro....più che criticarlo bisognerebbe ringraziarlo. Pensa solo agli interessi sul debito Pubblico. Nel 2019 pagheremo oltre 70 miliardi di interessi sul debito, "solo" 5 miliardi in più dell'anno prima grazie all'aumento dello spread regalatoci da questo governo. Un po' di sana autocritica non guasterebbe....
Martedì 22 Gennaio 2019, 15:46
Se la Lega fosse stata seria rifiutava l'inciucio con i 5S e si tornava a votare. Ora invece ci tocca tenerli finchè peste ci coglierà (tutti)!
Mercoledì 16 Gennaio 2019, 18:26
eh già....si dice sempre così quando il problema è degli altri... Una volta c'è stato uno che aprì i forni per chi aveva questi problemi. Torniamo a quel periodo? O cerchiamo invece di curarli magari dotando le ULSS dei giusti strumenti per farlo?
Venerdì 4 Gennaio 2019, 21:17
Premesso che le leggi vanno rispettate tutte, anche quelle che non si condividono, perché Sig. Direttore nella risposta non cita il caso di quando Salvini chiese ai Sindaci di CDX di boiccotare la legge sulle unioni civili? (che personalmente non condivido). Perché dice che a SX (generica) non sono capaci di imparare dai propri errori? Le pare si possa mettere sullo stesso piano tutta la cd sinistra? E poi, secondo Lei, quelli di oggi errori non ne hanno finora fatto nessuno in soli 7 mesi? Per esempio, non hanno nulla da imparare (loro) dai casini fatti in fase di ideazione, discussione e promulgazione della "finanziaria"? L'Italia Le pare possa vedere un po' di luce in fondo al tunnel oppure nel 2019 il tunnel da percorrere sarà ancora lungo, moooolto lungo? (purtroppo).
Martedì 1 Gennaio 2019, 22:23
Mah, veramente da altre parti leggo che sono in trentino. Detto questo, parlare di tagli di stipendi dalle piste da sci mi suona da presa per il c..o per coloro (tanti) che lo sci lo vedono solo in TV.
Sabato 22 Dicembre 2018, 14:23
Non vedo il problema....non mi pare che stesse guidando, era solamente in cabina con il pilota. Per la cronaca, quando il terrorismo non aveva ancora fatto mettere i controlli che ci sono ora in porti/aeroporti/aerei ecc. era possibile entrare nella cabina di un aereo in volo e mettersi a fianco del comandante (capitato anche a me e a mia figlia durante un volo transatlantico nei primi anni '90). Vi assicuro che si stava molto meglio allora.
Mercoledì 19 Dicembre 2018, 22:57
per la precisione, dallo st4ersso sito della Regione Veneto riporto testuale: "Addizionale regionale IRPEF E' una quota tributaria aggiuntiva all'IRPEF dovuta alla Regione in cui il contribuente ha residenza. Tale tributo è determinato applicando l'aliquota fissata da ogni singola Regione (una percentuale che varia da un minimo dello 0,9% ad un massimo del 1,4%) al reddito complessivo individuato ai fini dell'IRPEF ed al netto degli oneri deducibili riconosciuti ai fini di tale imposta. La Regione del Veneto, l'addizionale regionale IRPEF, gestita dall'Agenzia delle Entrate viene determinata applicando l'aliquota di base dell'1,23% per tutti i contribuenti e per tutte le fasce di reddito, esclusi i soggetti disabili o i contribuenti con un familiare disabile fiscalmente a carico (ai sensi dell’art. 3 della Legge n. 104/1992) con un reddito imponibile annuo non superiore ad euro 45.000,00, ai quali l’aliquota applicata è dello 0,9%. Per i contribuenti con un reddito superiore a 300.000,00 euro, come chiarito dalla Circolare 28 febbraio 2012, n. 4 - Agenzia delle Entrate, viene richiesto anche un ulteriore “contributo di solidarietà”, pari al 3% dovuto." Credo sia sufficientemente chiaro.
Mercoledì 19 Dicembre 2018, 22:53
Mah, sarebbe bene ricontrollare le affermazioni perché dal sito della regione leggo nel bilancio che l'addizionale IRPEF nel 2017 ha un gettito di oltre 836 milioni è ed la seconda per importanza delle imposte riscosse dalla Regione, la prima è l'irap che passa i 2 miliadi. La parte del leone la fa la compartecipazione del gettito iva per oltre 5 miliardi, seguono altre entrate minori fino al totale di circa 9,5 miliardi. Affermare che l'addizionale di Regionale ha solo il nome non pare corrispondere al vero, e vorrei proprio vedere se dovessi pagare una imposta regionale per vederla incassare da Roma. Vero è che, per come funziona il sistema di incasso delle imposte, le stesse vengono tutte versate al Ministero dell'economia a Roma tramite il famoso F24. Il ministero poi provvede al loro trasferimento regione per regione. Al Gazzettino forse serve un'esperto in queste faccende. Se interessati offro la mia disponibilità...:):)
Lunedì 17 Dicembre 2018, 18:07
CIT.: "Ma non è che prima fossimo guidati da ineccepibili e infallibili statisti o da magnifici strateghi della cosa pubblica. Altrimenti non si spiegherebbe come mai il nostro Paese è ridotto nelle condizioni che ben conosciamo. Non è una giustificazione per gli errori e le figuracce rimediate da qualche attuale ministro chiaramente inadeguato al ruolo che ricopre. Ma è sempre bene non dimenticare ciò che ci siamo lasciati alle spalle." Mi consenta Sig. Direttore di dissentire in toto con quanto ha affermato. Lei e il suo giornale dove eravate prima? Ci faccia per favore degli esempi di proposte (cose non ne hanno ancora fatte) migliori delle precedenti... Leggo il Gazzettino da quasi 50 anni e mai mi era capitato di dissentire con una linea editoriale che ricordavo attenta e arguta. Lei invece, mi pare faccia politica attiva... Mi scusi lo sfogo ma di fronte all'evidenza!
Domenica 9 Dicembre 2018, 01:03
Cit: "Basta con l’assistenzialismo di Stato alle imprese negli appalti delle pulizie nelle scuole, così rispetteremo i diritti dei lavoratori storici..." Ora, mi domando, come fa un leghista accettare questa impostazione. Qui si vuol far credere che i bidelli "statali" sono più bidelli di quelli delle imprese...Ma signori miei avete mai visto le due categorie all'opera? Se tutte, dico tutte, le aziende esternalizzano questa attività (anche loro tengono puliti bagni e uffici) ci sarà un motivo e il Ministero che fa? Anziché esternalizzare un lavoro che potrebbe essere fatto con metà costi assume anche quelli che erano alle dipendenze delle aziende private. Motivo principale: così non faremo più assistenzialismo alle imprese...E bravi quelli del Ministero, 12.000 neo assunti votano anche loro e le loro famiglie....vuoi mettere quanto migliore sia questo di assistenzialismo?
Domenica 25 Novembre 2018, 16:36
Cit. Del Direttore: "Sta a chi governa l'economia e a chi deve vigilare sul sistema bancario evitare che questi sentimenti si diffondano." Spero intendesse dire che lo facciano con l'esempio ed azioni concrete, e non per Decreto....
Sabato 17 Novembre 2018, 15:34
come volevasi dimostrare: solo voti di scambio. Poi il paese va in malora? E chi se ne frega! Sveglia gente! Sveglia!!
Sabato 17 Novembre 2018, 15:30
diciamo allora che se casa tua prende fuoco e devi pescare acqua dal fosso per spegnare l'incendio, prima devi chiedere l'ok al Consorzio di bonifica che però di sabato ha gli uffici chiusi.... A volte non capisco perché le istituzioni pubbliche si accaniscano con i cittadini che null'altro vorrebbero fare che aiutare il "pubblico" come in questo caso.
Sabato 10 Novembre 2018, 14:21
Le proposte le deve fare lui, a noi spettano semmai le critiche per migliorarle. Quanto alle proposte poi, se la migliore è: venite a fare le vacanze di Natale nel bellunese....stiamo freschi! Cmq una la faccio: dirottare i soldi del RdC e della finta eliminazione della Fornero (almeno 15/20 miliardi all'anno per sempre) a riqualificare il territorio e gli immobili statali (scuole in primis). Questa sì sarebbe una manovra di crescita. Con quella prevista invece cresceranno solo i debiti. p.s.: fanne una anche te di proposta adesso.
Sabato 10 Novembre 2018, 14:16
Amburgo...il problema non è se prende voli di Stato (che anzi, per lavorare un po' di più sarebbe bene li prendesse sempre), il problema è che dice che non li vuole prendere per risparmiare (sigh) e poi invece, come si deve fare i questi casi, li prende come fanno tutti. Delle due l'una, o ci crede fessi o ci prende per il c. (nel caso specifico, mi pare di poter propendere per entrambe).
Venerdì 2 Novembre 2018, 19:05
già già....ma erano loro a dirci che al primo provvedimento l'avrebbero fatto, e così le accise da part del restante 50% del tiket al governo. Noi aspettiamo pazienti tanto,peggio di così, osa attenderci? La (certa) Patrimoniale?
Venerdì 2 Novembre 2018, 18:55
Si chiama "deficit" di rappresentanza. Noi Veneti siamo bravi a portare acqua agli altri ma quando si tratta di noi e del nostro territorio allarghiamo le braccia e speriamo vada meglio la prossima volta. Penso sarebbe ora di darsi una mossa, prima 50 anni di feudo DC e poi quasi 25 anni di feudo Lega (guarda caso con i voti compatti dei coltivatori diretti come ai tempi della buona DC) non hanno "ripagato" in termini di ritorni come sarebbe stato giusto attendersi. Prendete il caso Indipendenza del Veneto...promessa per il 22 ottobre e ancora nulla. Almeno portiamo a casa quella che almeno non dovremo più attendere l'elemosina da Roma e magari poi, per fare un esempio, le strade assomiglieranno più a quelle del Trentino AA anziché a quelle che ci ritroviamo a percorrere ora....