Luc111

Commenti pubblicati:
Sabato 16 Febbraio 2019, 14:38
Intanto un BATTERIO e' diverso da un VIRUS. Il BATTERIO e' piu' grande del virus. Il batterio e' un microroganismo che puo' vivere in molti ambienti indipendentemente (quindi e' molto piu' pericoloso e sopravvivera' a noi uomini), puo' causare infezioni alla gola da streptococchi, tubercolosi varie, infezioni alle vie urinarie. Il virus (un pezzo di materiale genetico rivestito da un involucro proteico) ha bisogno per vivere di un ambiente ospitante, altrimenti MUORE. Infezioni da virus sono l'AIDS, o i raffreddori comuni. E' molto facile scambiare gli effetti da virus con quelli da batterio ad un certo livello (per esempio, sono comuni ad entrambi -- batterio o virus -- pneumoniti, meningiti, diarree). Conclusione: probabilmente era un batterio (vista la pericolosita'). L'evoluzione di un batterio e' molto specifica come lo deve essere anche l'antibiotico, altrimenti non si riesce a debellarlo. Meglio farsi vedere da un medico E farsi dei vaccini E dei test.
Venerdì 15 Febbraio 2019, 17:41
Le ricordo che nella prima versione di U. Bossi (perito se non sbaglio) sul FEDERALISMO, Bossi ha preso -- pari, pari -- dal federalista Bruno Salvadori Valdostano (poi morto) E dall'ideologo federalista Gianfranco Miglio (prima che questo fosse allontanato dal partito, una volta che Bossi e'diventato "potente").
Venerdì 15 Febbraio 2019, 16:52
Brava Stefani e amici. Cerchi di fare capire a coloro che vogliono i soldi dei residenti del Veneto. COME il TAA e FVG, VENETO AUTONOMO.
Venerdì 15 Febbraio 2019, 16:49
Il rapporto di Marco Ponti e del suo gruppo di lavoro e' SCADENTE e NON secondo le Linee Guida della UE (ho letto l'analisi di M.P.& altri, ed e' chiaramente sbagliata). Ho letto anche il rapporto di Pierluigi Coppola, che mi sembra decisamente superiore. Non ho letto l'analisi di Foietta. Conclusione: sono perplesso che un ministro delle Infrastrutture (D.T.) sia cosi' SBAGLIATO -- chiunque leggendo il rapporto di M.P. capisce che l'analisi di M.P. ed altri, e' sbagliata e distorta su troppi punti. Povera Italia.
Venerdì 15 Febbraio 2019, 15:23
Secondo me, NESSUN VANTAGGIO e TUTELA al Veneto. Anche in Lombardia, io ci andrei piano a dire che ha tutelato la Lombardia. Pensiamo a come ha trattato l'ideologo della Lega Gianfranco Miglio, professore all'Universita' Cattolica di Milano, federalista-- da quello che ricordo ---l'ha allontanato una volta che e' diventato potente, e non e' andato NEPPURE al funerale di colui che sostanzialmente ha contribuito a fare diventare U. B. quello che e' ora....e si parla di un cd. "amico."
Venerdì 15 Febbraio 2019, 15:06
Zaia: io, di sicuro, NON sono con questo LADRUN.
Venerdì 15 Febbraio 2019, 13:59
Redazione: ho appena letto --sommariamente-- la relazione di PierLuigi Coppola sull'analisi costi-benefici del progetto TAV Torino-Lione della lunghezza di 6 pagine --contro ca 80 pagine di Marco Ponti -- e, secondo me, e' molto piu' realistica e dettagliata. Dovreste metterla questa ed un altro rapporto del Commissario della TAV Paolo Foietta (27 pagine critiche a rapporto di M.P.) a disposizione del pubblico --come avete fatto magnificamente con l'analisi di Marco Ponti ed il suo gruppo di lavoro. Un chiaro elemento del rapporto di Coppola e' che le "correzioni fiscali"-come le accise sulla benzina-- NON dovrebbero essere considerate (ci sono delle PRECISE Linee Guida della UE in questo senso), perche' generano effetti distorsivi, come il diverso punto di vista usato (consumatori verso la Stato investitore) genera distorsioni-- si arriva cioe' al paradosso di favorire il traffico su GOMMA (dovunque molto piu' costoso) per ca 2053 e 2100; non e' stato applicato alcun MODELLO di traffico nella previsione della domanda; alcuni parametri --come era chiaro dalla mia somma lettura -- erano sottodimensionati o non considerati (come il costo gia' sostenuto dall'Italia; o i benefici legati alla mancanza della Torino - Lione che si farebbe sentire su tutta l'italia -- cioe' l'asse Mediterraneo verrebbe a mancare). Secondo me, chiunque prenda in considerazione il lavoro di M.P. ed il suo gruppo di lavoro, dovrebbe anche leggersi almeno il lavoro di P.C., per avere una idea piu' completa del progetto TAV Torino-Lione.
Giovedì 14 Febbraio 2019, 19:23
Questa idea di RESPONSABILIZZARE ciascuno di noi, Gianroberto Casaleggio (e non solo sua), trovo sia per una societa' Italiana del XXI secolo migliore.
Giovedì 14 Febbraio 2019, 19:17
Non auguro nulla a Umberto Bossi, ma secondo me, ha trattato MALISSIMO gli Italiani (tutti).
Giovedì 14 Febbraio 2019, 19:11
Riprendo, quello che ho scritto in un altro forum del Gazzettino. Le spiegazioni possibili sono 1- che si tratta di una ingiustizia verso l'Italia della Francia 2- che il percorso Italiano e' soprattutto in roccia (dopo tutto su 12,5 chilometri, 7 sono gia' stati fatti in Italia; quindi il ns. segmento e' molto piu' costoso, piu' sono i lavori specialistici richiesti, e la mancanza di adeguate spiegazioni per il fatto che NON c'e' un esperto di movimentazione di rocce, terre e acque nell'ultima analisi C/B si fa sentire, secondo me) 3- che ci siano problemi di carattere ambientale in Italia (acque, terreni, PERMESSI vari) 4- altro (combinazione di 1-2-3 ed altro??)
Giovedì 14 Febbraio 2019, 18:31
Facciamo un confronto con un'altro grande progetto civile -- quello chiamato MOSE a Venezia--. Che io ricordi, gia' nei primi anni 1960 si discuteva del progetto, e solo nel 2003 sono iniziati i lavori. Mi sembra che debba ancora essere finito...e questo e' un SOLO progetto entro un Paese (il Nord Italia). La Corruzione ha fatto "lievitare" i costi pubblici di almeno (quello che ho calcolato io, cifra che puo' essere riveduta) ca 1 MILIARDO di euro. Mi sembra che il problema maggiore sia quello della CORRUZIONE in queste grandi opere.
Giovedì 14 Febbraio 2019, 18:12
Le motivazioni di una certa decisione sono al piu' personali: pero' bisogna guardare al futuro, oltre la ns. vita, ai giovani che avranno altri e nuovi problemi di fronte a loro. Come quello del LAVORO. Dubito che il traffico di merci su GOMMA per il 2100 sara' maggiore di quattro volte quello su ferrovia in Italia....senza contare i porti, l'innovazione e l'automazione...si sta creando, sembra, una societa' Italiana di ripiego, de-industrializzata, dove i giovani (anche con professioni come economisti, ingegneri, dottori, e avvocati) saranno costretti ad andare in altri Paesi per specializzarsi o innovarsi e dove sempre piu' persone dipenderanno dal "reddito di cittadinanza" invece che dal "reddito di lavoro".
Giovedì 14 Febbraio 2019, 16:03
Benfatto Zaia e Stefani e amici! Continuate su questa strada. Come il TAA e FVG, VENETO AUTONOMO.
Giovedì 14 Febbraio 2019, 16:00
Aspettiamo per cantare vittoria. Ricordo pero' che il ca 97 percento dei residenti del Veneto ha votato nel referendum A FAVORE dell'AUTONOMIA. Quindi, io NON farei distinzione su quale partito ha fatto cosa,... anche se e' SOLO in questo governo M5S e Lega che l'AUTONOMIA del VENETO finalmente vede uno spiraglio di luce. Benfatto Zaia e amici.
Giovedì 14 Febbraio 2019, 15:52
Per il beneficio degli Italiani, mi sono letto l'analisi e la trovo di parte e, francamente, scadente nel suo complesso (scusatemi). Ci sono delle analisi (Tabelle e Figure) i cui numeri sono sottovalutati -- senza spiegare come mai -- e altri elementi che non vengono --mi sembra -- neppure considerati. Non so quanto e' costata questa analisi a noi tutti, ma io sarei MOLTO prudente nel considerarla a "scatola chiusa". Io chiederei dei pareri a terzi. Ci sono ottimi esperti del settore nei centri maggiori di Torino, Milano, Padova, Roma ed in altre citta' Italiane e non.
Giovedì 14 Febbraio 2019, 15:25
Le spiegazioni possibili sono 1- che si tratta di una ingiustizia verso l'Italia 2- che il percorso Italiano e' soprattutto in roccia (quindi molto pu' costoso) 3- che ci siano problemi di carattere ambientale in Italia (acque, terreni, permessi vari) 4- altro(??)
Giovedì 14 Febbraio 2019, 15:20
Io sono sempre per la negoziazione ed il dialogo di tutte le parti, quindi, se serve agli Italiani in Italia, ed anche ai Venezuelani (che ora stanno soffrendo e morendo anche per causa di questo governo Italiano) BEN Vengano, questi colloqui. Mi chiedo, pero', se Pietro Parolin e' legato -- e come -- a quel Riccardo Parolin del Gruppo di lavoro di Marco Ponti (che ha lavorato nell'analisi costi-benefici della TAV Torino-Lione). Qualcuno in questo forum lo sa?
Giovedì 14 Febbraio 2019, 14:57
E' stranissimo che degli esperti --come quelli che hanno firmato queto rapporto NON abbiano un sommario (di solito tutti i rapporti lo contengono). Inoltre, e' incredibile che di uno degli autori --non e' possibile sapere quasi nulla. E non c'e' un ingegnere della meccanica delle roccie, terre e acqua (visto che si sta parlando di un tunnel italiano di 12 su 235 chilometri di strada). Passi comunque questo. Quello che mi risulta del progetto e' che il traffico merci su gomma e' ca il doppio di quello di ferrovia in Italia (ca 2015), ma in Svizzera e' ca il 70 percento su ferrovia. Cioe' l'opposto che in Italia. Previsioni: in Italia,il traffico merci sul corridoi di progetto e' MENO del 20 percento nel 2053; mentre su GOMMA e' MAGGIORE di quattro volte quello del 2017(!) Il costo medio di impatto ambientale e sicurezza e' VOLUTAMENTE inferiore di un terzo rispetto a quello medio (!) E i benefici legati alla riduzione dei costi esterni sulle merci legato alle due modalita' prese in considerazione sono VOLUTAMENTE inferiori (!) perche' la rete stradale non e' sempre a "near capacity" secondo questo gruppo di lavoro (infatti considerano anche l'autostrada del Brennero e dicono che e'a "near capacity" con automezzi pesanti SOLO il ca 6 percento dell'anno 2016 -- non so se questa assunzione e' precisa: qualcuno puo' verificare?). Risultato: considerano che il costo di esercizio stradale e' positivo (l'Italia ci guadagna) dove quello ferroviario (l'Italia ci perde di quasi il doppio). Non spiegano come sono arrivati a queste cifre, pero', visto che in genere, il costo di manutenzione (e cementificazione)e congestione (incidenti vari) di strade e' superiore a quello su ferrovia per merci. In conclusione, mi sembra di ricordare che PREVEDONO un flusso stradale di QUATTRO VOLTE SUPERIORE a quello attuale per bilanciare la mancanza di traffico merci su ferrovia, pero' non considerano che in Svizzera il traffico merci avviene prevalentemente su ferrovia (dal 97 al 70 percento), ma NON parlano del "caso Francese": invece prendono i trafori e li caricano di automezzi vari senza rappresentare una sintesi(come fanno con la Svizzera), la percentuale di traffico merci su gomma nel 2015 e nelle previsoni per il 2053 (ca). Quando la Svizzera trasporta la maggioranza delle sue merci su ferrovia. Cosa fa l'Italia? Trasporta la maggioranza delle merci su GOMMA (ca 80 percento) fino al 2100, secondo queste persone? Inoltre, l'analisi non considera altre modalita' (come le idrovie molto sviluppate in altre regioni) e i benefici legati ai porti, all'INNOVAZIONE e l'AUTOMAZIONE (che sono gia' presenti in altri Paesi e mancano o sono indietro in Italia). Senza considerare penalita' varie e trattati internazionali --gia' firmati--vari. A me sembra un'analisi SCADENTE, mi scuso con tutti quelli che vi hanno lavorato, ma non sembra (per me) considerare alcuni elementi molto ovvi e sottovalutare altri.
Mercoledì 13 Febbraio 2019, 22:29
Salvini e la sua conflittualita' con la Diciotti VALE per il Veneto come l'AUTONOMIA. Parola del M5S e amici, ma il calcolo COINCIDE per NULLA. Veneto AUTONOMO.
Mercoledì 13 Febbraio 2019, 22:20
Non capisco come una persona --Mohamed Gueye, colpevole,di avere stuprato un'altra persona (forse della sua stessa etnicita') di "appena 15 anni"-- POSSA rimanere in Italia- e' un MISTERO-- questa persona (con Diritti e Doveri e' cittadino Italiano? o no quali DOVERI Italiani ha verso la bimba che ha aiutato a procreare? Ha versato i contributi mensili dovuti alla sua ex-compagna (???) e legati alla crescita della SUA bambina? QUALI LEGGI Italiane giustificano la presenza SU suolo Italiano di questo PREDATORE (ha finora onorato le SUE Resposabilita'))??? Perche' Mohamed Gueye merita --anche padre di una bimba di cui NON sembra contribuire NULLA -- di essere Cittadino Italiano?
Mercoledì 13 Febbraio 2019, 21:21
RIP mamma e bimba e condoglianze ai sopravvissuti. Detto questo, trovo CRIMINALE la toponomastica attuale del TAA (l'ho gia' detto e lo ripeto), non solo della segnaletica, ma anche della cartografia. Non e' il primo incidente e, se continua cosi', non sara' l'ultimo.
Mercoledì 13 Febbraio 2019, 20:32
A me sembra che, queste persone di Caserta, sono in parte fortunati. Mi spiego: la Saint Gobain e' un'industria ancora attiva e certamente puo' contribuire a pagare l'uso non corretto delle dispersioni di Arsenico presenti, SE queste concentrazioni sono prodotte dalla loro attivita'. Inoltre, e' notorio che casi simili, avvenuti in Mongolia a causa dell'Arsenico presente naturalmente, e' stato possibile rimuovere dall'acqua gran parte dell'Arsenico presente. Sicuramente pero' la situazione non e' unica nel territorio Italiano e l'arsenico non e' il solo contaminante.
Mercoledì 13 Febbraio 2019, 20:31
Redazione: dove posso ordinare una bandiera della Regione Veneto Autonoma? Grazie. COME il TAA e FVG, VENETO AUTONOMO.
Mercoledì 13 Febbraio 2019, 20:06
SE e' vero che e' stato simulata la voce di questa persona, ci sono dei centri specializzati che fanno la "perizia del confronto vocale". Vista la gravita' dell'evento, se vero, mi sembra che siano soldi ben spesi.
Mercoledì 13 Febbraio 2019, 19:55
1- A de Luca e amici (come l'urbanista P. Nugnes o l'economista Viesti): SE il Veneto (che dona al resto d'Italia ogni anno ca 20 MILIARDI neppure MAI redicontati da Roma, nonostante sia una regione CONFINANTE --come il TAA e FVG -- ) non riceve l'AUTONOMIA,TUTTI saranno molto piu' poveri --anche la Campania, e puo' accadere MOLTO altro. 2- A Landini: parlare di DIRITTI porta ad un sostegno maggiore, ma e' importante anche parlare di DOVERI (responsabilita') e moltissimi se ne sono "dimenticati" (ANCHE lei). Inoltre, l'AUTONOMIA portera'lavoro che altrimenti andrebbe --di sicuro -- all'estero ( in altri Paesi). La Costituzione inoltre prevede l'autonomia senza indebolire l'unita' d'Italia. 3- Alle 150 persone che hanno firmato l'appello contro l'autonomia regionale, nel SOLO Veneto ca il 97 PERCENTO di TUTTI I residenti del Veneto, di qualsiasi partito, estrazione sociale, provenienza hanno VOTATO a favore dell'AUTONOMIA del Veneto. Tralasciando le decine di esempi di TRUFFA storica (baratto dei territori di Venezia con l'Alta Savoia; il referedum-TRUFFA del 1866 ed altri eventi) e della mancanza voluta dalle autorita' centrali di trovare UNA soluzione alla "questione Veneta" (il famoso "divide et impera" romano e' stato applicato con successo fino ad ora --TAA e FVG autonome, ma il Veneto NO), vogliamo paragonare l'impatto di ca 5 MILIONI di persone (solo del Veneto) con 150 persone? COME il TAA e FVG, VENETO AUTONOMO.
Mercoledì 13 Febbraio 2019, 17:01
I COSTI relativi ad incidenti e feriti vari non vanno ad incidere sul trasporto merci su GOMMA, Daniele Toninelli, Marco Ponti e amici? Non capisco come si faccia a prendere in considerazione la mancanza di accise e NON incidenti come questi--che sono un costo (personale e sociale) non indifferente. Aspetto cortese risposta.
Mercoledì 13 Febbraio 2019, 15:53
L'indipendeza della Banca D'Italia non e' scritta nelle sue leggi costitutive, mi sembra (non sono un avvocato). Si fa BENE, a mio avviso, certificare che l'ORO della Banca D'Italia e' di TUTTI gli Italiani. CHI vuole rendere questo oro indipendente dagli Italiani? Mia nonna dovette dare la sua vera d'oro --che il marito MORTO nella Prima Guerra Mondiale --le aveva donato, al regime fascista ed ora certamente e' tra i lingotti d'oro che nessun Italiano puo' toccare. PERCHE'? Mi chiedo come e perche' le banche tedesca e turca hanno potuto ritirare le loro riserve d'oro dagli Stati Uniti, ma la Banca d'Italia non lo puo' o vuole fare. Qualcuno mi spiega questo mistero?
Mercoledì 13 Febbraio 2019, 15:34
Scusi, la colpa non e' solo della corruzione, ma anche delle persone che avevano LA RESPONSABILITA' di controllare e REDICONTARE. E' difficile la cosa, ma NON impossibile. CHI erano costoro? DOVE sono adesso? PER quale motivo non si sono mossi? Non mi piace questo "dare addosso" a qualunque organizzazzione --anche partito. Se volete davvero fare qualcosa PER la societa' (tutta), bisogna partire dalla situazione d'oggigiorno e avere una meta precisa --al di sopra delle parti della societa' -- del domani. Auguri.
Mercoledì 13 Febbraio 2019, 15:02
Trasporto su reti integrate europee per portare sempre nuovi e piu' massicci volumi di merci e passeggeri e potenziare i PORTI (l'alternativa e' che ALTRI Paesi facciano INNOVAZIONE e AUTOMAZIONE e che il ns. trasporto sara' soprattutto su GOMMA, con enormi costi economici, sociali e ambientali).....la gestione --per essere efficiente --deve essere LOCALE secondo diverse modalita' (strade, ferrovie e idrovie) e la gestione delle coste diventera' un problema enorme (visto il riscaldamento globale). Il Veneto ha esigenze DIVERSE da quelle della Toscana o Sicilia. Quindi, D.T., PERCHE' si oppone?
Mercoledì 13 Febbraio 2019, 14:36
Meno male. Era ora che questa legge provinciale fosse abrogata --o eliminata. Non rispecchava la realta' e l'evoluzione dell'TAA -- terra di confine con molte complessita' -- ed una toponomastica tutta in tedesco (permessa dal governo Renzi), puo' tranquillamente portare a molte MORTI ed incidenti (e' gia successo), e a non indicare su mappe rifugi molto conosciuti (ricordo i nomi), che non cito, di proposito. Che la toponomastica in Italiano fosse fatta sotto il regime fascista, poco importa ora. Andiamo a vedere che scheletri ci sono nell'armadio in TAA, da parte tedesca (non cito nessuno)?