#gazzettino273299

Commenti pubblicati:
Lunedì 25 Marzo 2019, 16:30
Poi a Pasqua tutti alla ricerca dell'agnellino da mettere in forno in una sorta di inutile e abominevole sacrificio pagano.
Sabato 23 Marzo 2019, 19:32
Ormai, tra finti incaricati dell'enel, del gas o quant'altro che si presentano a domicilio esibendo anche il tesserino (che volendo uno se lo può stampare a casa con computer e stampante), l'unica cosa da fare per verificare se si tratta effettivamente di personale abilitato o truffatori è dire: "Aspetta qui un attimo, viste le numerose truffe in circolazione adesso chiamo i carabinieri che vengano qui e verifichino che tu sia effettivamente abilitato e non un truffatore". Se il soggetto è d'accordo e aspetta senza problemi i carabinieri che lo identifichino significa che non è un truffatore, se invece campa scuse e se ne va significa che è un truffatore e allora bisognerebbe se si può fotografarlo e/o fare una foto alla targa del mezzo che utilizza. Altrimenti si soccombe, dato che sono bravi a fregare le persone con la parlantina e modi gentili. Qui dalle mie parti uno di questi insisteva in un domicilio per entrare in casa e visionare le bollette (così carpiscono i dati e vi appioppano abbonamenti non richiesti) e la proprietaria ha dovuto minacciare i carabinieri per farlo desistere ed andare via. Non vedo altre soluzioni, e mi dispiace anche dover disturbare le forze dell'ordine per questi mentecatti.
Mercoledì 20 Marzo 2019, 19:44
Se si ammala e non tollera i farmaci probabilmente ricorrerà a metodi fitoterapici casalinghi, ben più tollerabili rispetto ai farmaci di sintesi (ovviamente sapendo dosare i fitoterapici, che possono causare problemi se in dosi eccessive, secondo le prescrizioni del farmacista o dell'erborista). Intere generazioni si sono curate con rimedi fitoterapici. Fattostà che non avrebbe comunque l'obbligo di far correre rischi ai figli come accade con l'obbligo vaccinale, che impone a tutti l'inoculazione di vaccini di cui si sa poco o niente in termini di composizione e di effetti indesiderati anche gravi.
Mercoledì 20 Marzo 2019, 19:19
Siamo decisamente arrivati all'assurdo: si ha paura di bambini SANI, senza alcuna patologia e non portatori di malattie e non contagiosi e li si manda fuori dalle scuole, mentre si fanno entrare a scuola bambini appena vaccinati che per questo potrebbero mettere a rischio gli immunodepressi presenti, dato che le linee guida proprio per gli immunodepressi (che siano bambini o adulti) dicono chiaramente di stare alla larga da persone vaccinate di recente che potrebbero per varie settimane essere veicolo di contagio. La cosa più assurda è che nessuno è al corrente di queste cose, anzi tutti esultano e dicono "Bravissimi!" quando fanno vaccinare un'intera classe per proteggere un soggetto immunodepresso con tanto di articoloni su giornali e servizi sui tg, dimenticando di specificare quanto sopra! Il mondo al contrario! Poi sono i novax quelli pazzoidi antiscientifici, mah.
Mercoledì 20 Marzo 2019, 19:05
Mah, non credo che anche se incastrato non gli arrivasse più aria, di certo col suo corpo non tappava totalmente il pozzetto (a meno che non fosse obeso a tal punto da ostruire ogni passaggio d'aria), secondo me è più una questione di posizione a testa in giù e conseguenti problemi circolatori improvvisi. Ho avuto modo anch'io di lavorare in quella posizione in pozzetti vari e ricordo che oltre che estremamente scomodo per ogni movimento sentivo il sangue alla testa in modo fastidioso, tant'è che ogni tanto dovevo rimettermi in piedi a fare una pausa (e non sono un pensionato con problemi di salute, anzi). Ho visto che anche per gli idraulici, anche giovani e ben abituati a operazioni del genere, era una situazione fastidiosa dover rimanere per svariati minuti a testa in giù e che ogni tot uscivano dal pozzetto per fare una pausa.
Mercoledì 20 Marzo 2019, 18:57
Per evitare che nei vari pozzetti si accumuli acqua (specialmente quelli in cui passano cavi elettrici, per ovvi motivi) si dovrebbe praticare un foro sul fondo di essi in modo che l'acqua che si infiltra possa defluire invece di accumularsi all'interno del pozzetto. Così almeno mi hanno detto. Però se sotto il pozzetto c'è terreno argilloso che quindi non fa passare l'acqua non so e sarebbe una soluzione efficace.
Mercoledì 20 Marzo 2019, 12:53
Infatti ricordo un altro caso sempre qui sul gazzettino di pochi mesi fa, mi pare un 70enne. Sarebbe da capire la causa della morte in questi casi: forse il fatto di rovesciare improvvisamente il corpo a testa in giù con scompensi cardiocircolatori o qualcosa di simile?
Martedì 19 Marzo 2019, 18:33
So che un tempo (ora non saprei) venivano assunti come security ai concerti, conoscendo le loro maniere spicce e quindi efficaci a far desistere eventuali scalmanati del pubblico. Ad ogni modo se i fatti corrispondono a quanto scritto, ossia che in tre hanno aggredito alle spalle (e quindi a sorpresa e perciò slealmente) e poi pestato uno che era da solo, si è trattato di vera e propria vigliaccheria non degna della loro fama di duri e puri. Fosse stato un confronto di tre contro tre avrei potuto anche capire (nemmeno tanto, visti i motivi futili), ma tre contro uno è da vigliacchi.
Martedì 19 Marzo 2019, 18:20
Ma porca miseria, dico io: siamo nel 2019, non negli anni '70 in cui ancora non si conoscevano bene gli effetti delle droghe pesanti. Oggi chiunque, specie i giovani che vivono di internet, andando su un qualsiasi motore di ricerca può informarsi sulle conseguenze derivanti dal farsi di eroina o altre droghe pesanti (comprese quelle di ultima generazione fatte di chimica di laboratorio e altrettanto devastanti e alienanti) e scoprire che da una vita normale e serena quando inizi a bucarti o a farti di roba sintetica diventi uno zombie col cervello bruciato alla perenne ricerca della dose perchè le crisi di astinenza sono una sofferenza totale, e la tua vita avrà da lì in poi come unico scopo quello di trovare la prossima dose per non stare male, e diventerai un rifiuto della società in perenne sofferenza e disagio. Ai tempi avrei potuto giustificare gli incauti e disinformati che volevano provare per "goliardia", come fosse bere un wisky, e poi finivano male ma oggi proprio no, bisogna essere degli emeriti idioti per scegliere consapevolmente di provare eroina e droghe pesanti o di nuova generazione nonostante la notevole mole di informazioni a disposizione, sia su siti seri sia su youtube o altre fonti in cui si possono vedere cosa comporta l'uso di queste porcherie. Tutti questi giovani che oggi scelgono di bucarsi, o usare droghe tristemente famose come pesanti e devastanti e quindi coscienti delle conseguenze sono degli emeriti deficienti, perchè a differenza di quelli di 40 o 50 anni fa sanno benissimo a cosa vanno incontro e nonostante questo scelgono di farlo lo stesso. Sono stato ventenne anch'io e ho fatto le mie esperienze senza essere un santo, ma mai ho accettato di farmi una riga di coca o peggio (e mi è capitato che me le proponessero a feste varie), perchè già ai tempi (20 anni fa, quasi non esisteva internet e quindi tutta l'informazione immediatamente disponibile) sapevo lo schifo che c'è dietro. Impossibile che i giovani di oggi oggi non sappiano quali rischi corrono.
Giovedì 14 Marzo 2019, 14:47
Parla di insegnamento a scuola, nelle stesse scuole in cui stanno facendo leggere ai bambini favole contronatura di orsetti o scoiattoli con due genitori maschi o femmine per plasmare la loro mente già da piccoli? Se lei ha figli o nipoti frequentanti l'asilo o le elementari è dunque contento e soddisfatto che gli vengano impartiti certi insegnamenti? Sarà mica anche lei a favore del farmaco approvato per i bambini per alterare i loro ormoni al fine di farli sentire femmine, maschi, trans, bisex, o quant'altro? Le pare giusto cercare di confondere degli infanti con tutte queste teorie deleterie? Mi sa che hanno ragione certi "complottisti" che denunciano una volontà dall'alto di far decimare la popolazione mondiale, e uno dei metodi usati a tal fine è proprio quello di traviare mentalmente i nostri piccoli sin dalla scuola materna in modo che un domani si ritrovino "confusi" e smettano di accoppiarsi e procreare secondo natura come sempre avvenuto. Trattasi di aberrazione e condizionamento mentale, ben più grave di qualsiasi influenza sulle menti da parte di qualsiasi religione, trattasi di idee anti-umanità, anti-gravidanze, anti-proliferazione della razza umana. Abominevole, nel vero senso che si trova scritto su un qualsiasi dizionario in merito a tale termine, roba che nemmeno Mengele sotto il nazismo.
Giovedì 14 Marzo 2019, 13:30
Non è il primo nè sarà l'ultimo. Essere credenti viene visto come roba da sfigati. Già negli anni '70 il noto gruppo prog rock Le orme, uno dei maggiori e migliori in Italia, veniva malvisto in quanto dichiaratamente di idee cristiane e non invece politicamente impegnato come il pensiero unico dell'epoca imponeva (ossia di essere di sinistra altrimenti eri automaticamente un fascista). Lo stesso grande Lucio Battisti fu accusato di essere di destra, solo perchè all'epoca non faceva testi impegnati (impegnati a sinistra, ovviamente) e nonostante non avesse mai dichiarato alcuna appartenenza politica. Poi però sono quelli di sinistra quelli moralmente superiori, quelli dalla mentalità aperta, quelli tolleranti, quelli democratici. Al punto che o la pensi come loro o sei fuori dai giochi e perdipiù infangato e infamato da accuse patetiche. Che si faccia una propria casa discografica e mandi a quel paese i benpensanti.
Mercoledì 13 Marzo 2019, 22:26
Ma infatti, mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa! Alla fin fine meglio ignorare tutto ciò che è dubbio, poco chiaro, contraddittorio, e obbedire al cane addestrato che raduna il gregge. Vivere serenamente senza porsi tanti perchè, come il famoso detto sull'ignorare e conseguente vivere felici, del resto, ci ricorda. Ad ogni modo io la chiudo qui, superfluo e noioso proseguire oltre... buonanotte e buona continuazione.
Mercoledì 13 Marzo 2019, 19:31
Ci sono dati dell'Oms (quindi non di medici alternativi od omeopati) che mostrano come le varie epidemie di polio degli ultimi annii si sono verificate proprio laddove sono state fate campagne di vaccinazione in tal senso. In Africa e in Oriente specialmente. Le avevo anche messo il link al documento ufficiale, ma il mio commento (anzi i miei commenti, dato che ho provato a inviare più volte) non è stato fatto passare, vediamo se passa questo.
Mercoledì 13 Marzo 2019, 18:44
Esatto: giusto l'altro giorno ho letto un articolo che diceva che chi mangia regolarmente carne e derivati animali è come si facesse 4 cicli di antibiotici all'anno. E questo nonostante da noi le leggi in materia siano ben più restrittive rispetto ad altri paesi, il che è tutto dire. E non solo: gli allevamenti sono delle vere e proprie incubatrici di virus, non a caso si parla di influenza aviaria o suina. Ma la gente piuttosto che decidere di cambiare abitudini è disposta a dover subire potenziali pandemie, il ttto per uno sfizio di gola.
Mercoledì 13 Marzo 2019, 18:33
Domande. 1)Prima del decreto Lorenzin, non esistevano immunodepressi? 2)Come mai nessuno ne parlava e soprattutto nessuno li strumentalizzava come argomento per convincere gli altri a vaccinarsi? 3)Come vivevano prima gli immunodepressi, chiusi in case sterilizzate come una sala operatoria a causa delle mancate coperture vaccinali senza uscire, avere vita sociale, frequentare posti affollati, mezzi pubblici, maneggiare denaro che passa da mille mani,ecc...? 4)Come mai le linee guida per gli immunodepressi consigliano loro di stare alla larga da chi ha fatto di recente delle vaccinazioni (e non invece da soggetti non vaccinati)? 5)Come mai ci sono immunodepressi stessi che riconoscono che essere usati come motivo di vaccinazione per terzi è una cosa ridicola essendo che possono venire a contatto con centinaia di batteri e virus per cui non esistono vaccini e quindi far vaccinare tutti gli altri non costituisce una reale protezione per loro? 6)Come mai nessuno o quasi si rende conto che tutto questo fanatismo vaccinale è avvenuto a seguito della scelta dell'Italia come paese capofila per promuovere le vaccinazioni e non a seguito di reali necessità mediche, e quindi si tratta non di motivazioni mediche ma piuttosto di motivazioni politiche e commerciali? 7)Come mai non solo ci si fida della casa farmaceutica Glaxo, ma si fanno accordi con essa esi fanno anche aprire suoi stabilimenti nuovi da noi nonostante essa abbia più condanne attorno per il mondo di un criminale incallito e recidivo? Forse perchè tale casa farmaceutica ha investito milioni e milioni di euro sul nostro paese e preso accordi coi nostri politici? 8)Come mai non sono stati fatti in passato e non vengono fatti oggi degli studi che mettano a confronto soggetti vaccinati e non vaccinati per confrontarne lo stato di salute nel tempo? 9)Come mai i vari luminari favorevoli ai vaccini rifiutano e rifuggonoregolarmente da dei semplici confronti con contraddittorio, se sono tanto sicuri delle loro idee? 10)Come mai si cerca di censurare, imbavagliare ed emarginare anche chi solo avesse dei dubbi sulle vaccinazioni senza necessariamente essere contrario ai vaccini? 11) Come mai la maggior parte dei medici, circa l'80%, sceglie di non vaccinarsi? Cosa temono? 12)Se i cosiddetti novax sono un'esigua e irrisoria percentuale della popolazione, praticamente senza peso rispetto al totale della popolazione, come mai vengono così temuti se la maggioranza si vaccina e quindi dovrebbe ritenersi al sicuro? 13)Come mai, dopo che un'associazione indipendente ha analizzato lotti di vaccini trovandoci dentro pesticidi e altre porcherie nocive, nessuno per zittirla ha tirato fuori delle contro-analisi per chiarire, come sarebbe normale e auspicabile Come mai i NAS non sono intervenuti su una cosa tanto delicata e potenzialmente grave per la salute pubblica? 14)Come mai si parla tanto di effetto gregge, ma ci sono molti casi in cui i focolai e le epidemie si sono verificate proprio tra i vaccinati anche in situazioni di copertura oltre il 95% (addirittura anche in casi di copertura al 100% o quasi) e, al contrario, non dove le coperture sono inferiori anche di molto al 95%? 15)Vi sembra normale, limpido, trasparente e non vi fa sorgere nemmeno il mininmo dubbio tutto questo?
Martedì 12 Marzo 2019, 13:39
Senza andare tanto lontano, esiste e ce l'abbiamo in Italia il Trentino, nello specifico la provincia di Bolzano che da anni registra le minori coperture vaccinali ma nonostante ciò nessuna epidemia, nessun focolaio per le malattie vaccinabili, focolai che si sono verificati invece in regioni definite "virtuose" in quanto ad alta copertura vaccinale tipo la Puglia. Comunque io sarei pienamente d'accordo a fare scuole o territori di soli non vaccinati, per poi constatare chi se la passa meglio in termini di salute complessiva e fare un confronto con le altre zone in cui la copertura vacinale è alta. O a fare studi che confrontino coorti di non vaccinati a confronto a coorti di vaccinati. Chissà perchè non li fanno, dall'alto della loro scienza e delle loro certezze, dovrebbe essere la prima cosa da fare per dipanare ogni dubbio. Paura di ottenere risultati scomodi e/o contraddittori rispetto alla politica vaccinale in atto dettata esclusivamente da accordi commerciali presi con certe case farmaceutiche con alle spalle decine di condanne per affari loschi in tutto il mondo che hanno investito milioni di euro in tal senso, aprendo stabilimenti proprio nel nostro paese? Quando riuscirete a darvi una svegliata informandovi a dovere invece di credere alle fake news appositamente allarmistiche diffuse dai media asserviti al dio denaro?
Martedì 12 Marzo 2019, 12:07
Eh? Sono decenni che si hanno i numeri anno per anno delle coperture vaccinali di ogni regione, degli ammalati, dei decessi e tutto quanto.
Martedì 12 Marzo 2019, 11:58
Eh già, graie ai vaccini introdotti praticamente quando le malattie stavano già scomparendo per conto loro grazie a migliori condizioni igieniche, migliori condizioni alimentari, sistemi fognari prima quasi inesistenti, ecc...
Lunedì 11 Marzo 2019, 19:05
Intanto io aspetto risposte argomentate per ogni domanda che ho posto nel mio primo commento, che invece vedo non arrivare dai luminari che commentano con tanta sicumera ogni volta che si tratta l'argomento. Come mai? Carenza di argomenti, coda di paglia, conflitti di interessi vari? Eppure la scienza dovrebe avere risposte chiare ed esaustive, ma guardacaso non sa perchè dove più ci si vaccina di più ci sono epidemie e viceversa. Mah, misteri della fede (quella scientista).
Lunedì 11 Marzo 2019, 18:58
Speriamo di non finire come certe nazioni in cui i vaccini obbligatori stanno creando epidemie, vedasi in India o in certi paesi asiatici in cui, a ragione, i governanti hanno deciso di stoppare le vaccinazioni perchè si sono resi conto che causavano solo malati e invalidi invece che scongiurare tale evenienza come auspicato, specialmente per i vaccini anti-polio che stanno causando invalidi e ammalati a piè sospinto in concomitanza proprio con le vaccinazioni. Ma saranno sicuramente fake news diffuse dai no vax...
Lunedì 11 Marzo 2019, 18:33
Riposte serie nel merito zero, come sempre. Solo pollici versi, che se corrispondessero a risposte argomentate ne sapremmo tutti di più per il bene comune. Ma evidentemente meglio non approfondire le evidenti incongruenze tra la teoria ed i fatti conclamati. Avanti così, alla faccia del bene comune.
Lunedì 11 Marzo 2019, 18:17
Ebbè, mica sarebbe tutto sbagliato. Non a caso nelle scuole (se ben ricordo) hanno vietato per precauzione il wi-fi per i potenziali pericoli da elettromagnetismo specie verso i più piccoli, suggerendo di avere internet via cavo invece che wireless. Da lì al non avere corrente elettrica ce ne passa. O lei se i suoi figli sono costantemente esposti a campi magnetici a casa e a scuola si sente sicuro? Vogliamo parlare del 5g che arriverà a breve con ulteriore e maggiore inquinamento elettromagnetico? Tutta salute? O ha qualche obiezione, nonostante vari scienziati abbiano avvertito dei rischi derivanti da tali teconologia?
Lunedì 11 Marzo 2019, 17:40
Che ti devo dire... sarò un'anima pura che cerca di capire la verità di fronte a questa improvvisa emergenza mai avvenuta in tempi passati in cui le coperture vaccinali erano inferiori rispetto ad oggi e nessuno parlava di immunodepressi, nonostante ai tempi le chemioterapie fossero molto più devastanti, invalidanti e immunosoppressive rispetto a quelle odierne e quindi gli immunodepressi ai tempi rischiassero molto di più rispetto ad oggi. Incongruenze, fatalità...
Lunedì 11 Marzo 2019, 17:02
Ma qui si tratta di risolvere il problema alla radice piuttosto che correre ai ripari una volta fatto il patatrack: ossia evitare che arrivi tutta questa gentaglia da ogni dove (o quantomeno che arrivino solo soggetti "sicuri" e non chicchessia). Siamo alle solite: invece di risolvere la causa ci si arrabatta poi affannosamente per risolvere le conseguenze di tale causa trascurata (e direi volutamente trascurata, visto che li fanno entrare per sottostare a politiche assurde e devastanti in ogni senso). Il sistema sanitario nazionale dovrebbe essere il primo a sollevare la questione, invece ci impongono di accettare di tutto e di più, col ricatto morale che dovrebbe farci passare per razzisti casomai non fossimo d'accordo. Converrà con me che è tutta una macchinazione decisa da tempo dai piani alti sulla nostra pelle e sulla nostra società, che intendono smantellare e riplasmare secondo la loro visione mondialista del meltin pot lacrimevole...
Lunedì 11 Marzo 2019, 16:47
Certo, morti che versavano in condizioni di salute a dir poco precarie con patologie pregresse gravi, forse? E negli anni precedenti, con coperture vaccinali ben inferiori a quelle odierne, come mai non si sono verificate epidemie, decessi a tutto spiano tra immunodepressi o meno? Stando alla logica provax ci sarebbero dovute essere epidemie gravi e decessi a tutto andare. E che mi dice delle epidemie verificatesi anche in casi di copertura vaccinale ben oltre il 95%, in certi casi anche del 100% o quasi? E al contrario non verificatesi in zone a bassa copertura vaccinale? Se pùò fornire una risposta a ogni singolo quesito che ho posto nel precedente commento le sarei grato.
Lunedì 11 Marzo 2019, 16:34
Se a ogni pollice corrispondesse una risposta argomentata il dibattito sarebbe molto più interessante e costruttivo. Ma evidentemente risposte sensate e razionali a tali domande non ce ne sono, nessuno le sa dare o l'imbarazzo di ammettere certi dati di fatto impedisce di formulare obiezioni credibili. Eppure siete dalla parte della "scienza", che di risposte ne dovrebbe fornire ampiamente e senza lasciare dubbi e senza basarsi su dogmi come una setta religiosa. Vabbè...
Lunedì 11 Marzo 2019, 16:24
Ma fino a qualche anno fa in vari anni in cui le coperture vaccinali erano inferiori a quelle odierne, quando nessuno veniva interdetto dalla scuola o altro luogo pubblico, le risultano stragi di immunodepressi (argomento praticamente inesistente fino al decreto Lorenzin)? O epidemie di vario tipo? Le spese sanitarie sono per tutti finchè pagano le tasse: le risulta che chi si spacca il fegato con l'alcool, chi si rovina drogandosi, chi si procura ferite o fratture facendo sport estremi, ecc... debbano pagare di tasca loro pur essendo causa essi stessi dei danni subiti?
Lunedì 11 Marzo 2019, 15:58
Eh ma quelli delle ong ci assicurano e spergiurano che i "nuovi arrivati" da ogni angolo del globo vengono accuratamente visitati e sottoposti ai trattamenti del caso e dunque non rappresentano alcun problema sanitario. Non so se sia vero o meno, probabilmente si riferiscono a quelli che appena sbarcati non scappano appena possono facendo perdere le loro tracce...
Lunedì 11 Marzo 2019, 15:57
Ha pienamente ragione. E' tutta una farsa: fino a solo pochi anni fa nessuno parlava degli immunodepressi, anche in anni in cui le coperture vaccinali (non solo per il morbillo ma anche per altre malattie) erano inferiori rispetto a quelle odierne, e non mi risulta ci fossero epidemie o stragi di immunodepressi per questo. Come facevano prima gli immunodepressi, quando non vigevano tutti questi obblighi? Morivano come mosche andando a scuola a causa di qualche non vaccinato? Se ne stavano chiusi in case sterilizzate come una sala operatoria? E come mai esistono linee guida che consigliano a chi è immunodepresso di stare alla larga da chi si è vaccinato di recente? Come mai ci sono persone immunodepresse che riconoscono come ridicola tutta questa faccenda di far vaccinare gli altri per proteggere loro, quando esistono ovunque centinaia di virus e batteri per cui non esiste vaccino che potrebbero causargli danni o peggio? Come mai non vengono effettuati (come ci si aspetterebbe) degli studi che confrontino vaccinati e non vaccinati per vedere chi è più in salute (in realtà ne esiste almeno uno, che dice che i non vaccinati nel corso degli anni sono meno soggetti a sviluppare patologie rispetto ai vaccinati, ma è stato liquidato a causa del campione di soggetti troppo esiguo, a quanto ricordo)? Come mai nel Trentino Alto Adige, che ha le minori coperture vaccinali d'Italia, non si verificano epidemie mentre si sono verificate in zone con copertura vaccinale alta? Tutto questo, guarda caso, è partito da quando l'Italia è stata scelta come paese capofila per promuovere le vaccinazioni con investimenti miliardari da parte della Glaxo, azienda che vanta decine di condanne per il mondo per loschi affari. Ma è tutto a posto, niente di sospetto, nessun conflitto di interessi, lo fanno per il nostro bene, dormite tranquilli.
Sabato 9 Marzo 2019, 20:29
Come mi aspettavo: pollici giù e zero risposte nel merito. Questo la dice lunga su questa vergognosa farsa.