pinopin

Commenti pubblicati:
Venerdì 27 Settembre 2019, 18:00
Chi e' un cristiano cattolico non e' obbligato a suicidarsi, a rinunciare alle cure, all'alimentazione forzata e alla strana ''vita'' chiamata ''sedazione profonda e permanente''. Tale credente, pero', non ha il diritto ''di imporre'', ATTRAVERSO LA POLITICA, al non credente o al credente in uno dei tanti altri Onnipotenti di diversa opinione del TRINO, il suo modo di pensare non suffragato da alcuna reale prova materiale. Il dolore e' salvifico pare abbia detto Suor Teresa di Calcutta, oggi Beata (ne hanno saputo qualcosa i suoi assistiti!!). La stessa, però, quando stava male lei, si curava in un lussuoso ospedale americano e viaggiava in aereo in lungo e in largo. "Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?", disse il Figlio. Chi sa cosa dicevano i tanti figli dell'uomo che i romani fecero morire con lo stesso metodo. Ognuno sia libero di scegliere quando e come morire, anche i '' votati al martirio'' a parole!!!!! Un caro saluto a RedFoxy.
Venerdì 27 Settembre 2019, 12:22
@Zip - Sono diversi motivi che spingono al suicidio una persona senza malattie dolorose e/o incurabili, per esempio un tracallo finanziario, l'abbandono da parte della persona amata, casi di bullismo e, in gerere, chi attua un tentativo suicida, non pensa che non si possa ritornare alla vita, lo attua impulsivamente e come atto momentaneo.
Venerdì 27 Settembre 2019, 11:09
@ maurizzzio - E' il malato inguaribile e sofferente che chiede la sospensione delle cure compassionevoli, idratazione e alimentazione artificiale per abbreviare la sua ''non vita''. A maggior ragione non ha alcun senso non sospenderla, sempre in caso che la persona interessata lo abbia chiesto (o lasciato scritto nel testamento biologico), se si trova in stato di sedazione profonda e permanente. Poi leggiano notizie di malati che muoiono perche' non accettati in un ospedale per . . . mancanza di posto, solo per fare uno dei tanti esempi.
Venerdì 27 Settembre 2019, 10:43
Io non mi pongo il problema sollevato da Cristiana Moldi, ma faccio una domanda: si puo' ancora chiamare vita quella di una persona posta in stato di sedazione profonda e permanente? Una persona sana e non sofferente puo' decidere di porre fine alla propria vita per tanti motivi suicidandosi, un malato terminale deve aspettare la ''la volonta' di un presunto Dio'' perche' la sua vita, dicono, non gli appartiene. Pazzesco!!!!
Martedì 17 Settembre 2019, 15:15
"Allegria", direbbe Mike Bongiorno! Smettetela una buona volta di prendere il Popolo per i fondelli.
Sabato 14 Settembre 2019, 16:31
Finalmente siamo pronti per riattivare alla grande l'accoglienza e con essa tante altre conseguenze negative per il Paese. Almeno evitassero di far sbarcare e rimandassero a casa chi e' senza documenti. Non ci bastano le mafie e tutta la delinguenza dei veri cittadini italici, abbiano bisogno anche di quella generata dal ''fuggiaschismo'' e da certo ''nomadismo''. Meno male che Papa Francesco ha cominciato . . . a vendere i suoi beni, guadagnati con il sudore della fronte, per aiutare i bisognosi!!
Giovedì 12 Settembre 2019, 11:46
La cosa grave e assurda e' che ci sono persone che si credono abbiano il DIRITTO di imporre agli altri le loro idee basate sulle loro credenze. Costoro hanno il diritto di dire cio' che dicono ''SOLO'' a coloro che accettano la stessa fede, sperando che condividano anche l'esaltazione del ''martirio''. La cosa grave, gravissima e' che il capo di uno Stato straniero si arroga il dirittto di imporre ad un altro Stato cosa deve e cosa non deve fare. Prendiamo esempio dalla Civile Svizzera dove il Referendum è alla base della sua caratteristica più significativa: la Democrazia Diretta che fa ''del popolo il sovrano''. Purtroppo il ricco puo' sempre curarsi meglio, molto, molto, molto meglio del povero, quel povero che nel corso della sua vita ha molte piu' probabilita' di avere a che fare e conoscere il vero dolore, la vera sofferenza, la solitudine e . . il desiderio irremovibile di fare al piu' presto possibile la conoscenza di ''sorella morte''.
Lunedì 9 Settembre 2019, 16:51
Dio era distratto o ha ''donato'' consapevolmente la vita a questo mostro, uno dei tanti, tanti, tanti . . infiniti mostri apparsi su questa Terra sperduta nell'immenso Universo? Umanita' abbi pieta' di Dio!
Lunedì 9 Settembre 2019, 16:37
Sante parole, condivido pienamente caro Fiocchi. La Fede, a volte, concorda pienamente con la RAGIONE. Saluti
Lunedì 9 Settembre 2019, 16:24
Senza forse.
Domenica 8 Settembre 2019, 17:36
Se ogni giorno un bel numero di poveri di qualunque razza, colore e nazionalita' che soggiornamo a Roma si mettesse in coda davanti alle porte del Vaticano o davanti a quella, per esempio, del Cardinal Bertone chiedendo cibo o soldi o un lavoro (per le piu' svarite necessita') come risponderebbe la Chiesa Cattolica: aprendo le porte, facendo intervenire gli ''armigeri'' o chiamando la polizia dello Stato Italiano? Sono tanto curioso!!!! Forse, in nome della bonta' e della misericordia, chiederebbe l'aumento dell'8 per mille o un aiuto di 10 euro al mese a tutti i credenti e forse anche ai diversamente e ai non credenti. Mi viene sempre in mente il famoso: ''Fate come vi dico, non fate come faccio''.
Mercoledì 4 Settembre 2019, 19:18
@acqua aria e terra-Le do piena ragione, pero', ''riguardo al treno da prendere'', bisogna distingure il caso del malato grave ma cosciente, da quello grave tenuto in stato vegetativo irreversibile. Il primo puo' lasciare questa terra rifiutando personalmente le cure, l'alimentazione, l'idrattazione e richiedendo la sedazione e gli anti dolorifici o, in alternativa, ricorrendo alla piu' rapida dipartita tramite l'eutanasia che in Italia e' vietata. Il secondo lo potra' fare solo se, quando era sano, ha fatto un regolare testamento biologico dove dichiara che se dovesse entrare un stato vegetativo il suo corpo venga staccato dalle macchine. Saluti
Mercoledì 4 Settembre 2019, 18:28
Caro Fiocchi, lei cita legislazioni straniere criticabili con riferimento all'eutanasia e le do ragione. Non mi pare pero' che la legge Svizzera, per esempio, con la sua legge sull'eutanasia abbia creato quei problemi da lei citati. Inoltre le suggerisco di farsi una ripassatina sui sistemi sanitari di molti Stati, per esempo quelli americani, dove se hai i soldi ti puoi curare alla grande e se non li hai devi ricorrere all'aiuto di un Dio che come lei sa e' molto accupato. Se segue il canale tv ''Giallo'' si sara' accorto che in anche in Italia certi settori della sanita' e della ricerca sono carenti per mancanza di mezzi e che ci sono delle situazioni ospedaliere e di Case di Riposo discutibili in diverse regioni del nostro Paese. L'eutanasia non e' un obbligo, ma una scelta che dipende anche dalle condizioni finanziare del malato e dal tipo vita (o di non vita) che e' costretto a sopportare. Tante persone per i piu' svariati motivi ricorrono ad una forna di eutanasia chiamata suicidio: al massimo un articolo di cronaca chiude il problema. Un malato immobilizzato a vita o in stato vegetativo non ha questa possibilita': a ben il diritto di dire: ''Basta, non ne posso piu', aiutatemi a passare oltre.''. Saluti
Mercoledì 4 Settembre 2019, 17:34
@mistolino-Pienamente d'accordo, mi viene in mente la frase: ''Fai quel che dico, ma non quel che faccio”, da me tradotta: ''E' facile inbacuccare i creduloni quando si e' si sicuri di poterlo fare senza conseguenze''. Saluti
Mercoledì 4 Settembre 2019, 17:07
Sig zip, il problema e' che in quei casi (che non auguro a nessuno ma che possono capitare in teoria, a tutti) una persona, se vuole, solo se lo vuole ripeto, deve essere libera di aiutare il malato ad andare dove e' lecito, legale e permesso praticare la ''dolce morte'', per esempio in Svizzera. In Italia chi lo fa subisce un bel processo e di conseguenza solo certi ''fortunati'' nella sfortuna possono avere la possibilita' di lasciare ''serenamente'' questa Terra creata da un Dio ''misericordioso'' ma chiaramente di parte, come si legge nel Vecchio Testamento.
Mercoledì 4 Settembre 2019, 16:29
Cara RedFox, lei sa che ho perso mia moglie dopo lunga malattia, e subito dopo l'operazione per attivare la PEG e senza nessuna speranza di riavere una ben minima possibilita' di una futura vita cosciente. Io MAI avrei voluto che morisse e MAI avrei chiesto che cio' avvenisse per mano di chicchessia. Questo pero' solo perche' mia moglie non ha mai detto, mai, di voler la sospensione dell'alimentazione e dell'idratazione ove si trovasse il simili codizioni o di ricorrere all'eutanasia andando all'estero. La vita di una persona e' di quella persona e quella persona e' l'unica che puo' decidere come e quando porvi fine, salvo disgrazie, violenze, pena di morte e casi indipendenti dalla sua volonta'. Io, ripeto, ho fatto testamento biologico dove dichiaro di rifiutare l'alimentazione e l'idratazione forzata. Pare che la legge italiana questo lo permetta, ma la Santa Chiesa non e' d'accordo e tira sempre in ballo anche l'obiezione di coscienza di medici. L'eutanasia e' qualcosa di diverso perche' se una persona e' cosciente ed affetta da malattie come per esempio la sla, e' piu' ''complicato'', per esempio, lasciarsi morire di fame e di sete: occorre andare per forza all'estero . . . . anche se l'amico Fiocci e tanti altri benpensanti non sono d'accordo. Un caro saluto.
Martedì 3 Settembre 2019, 19:14
Piu' soffri piu' il Dio dei credenti e' contento e ti ricompensera' con il Paradiso. Sei in stato vegetativo da anni? Non ha importanza, la vita resta sempre un ''dono'', anche se non richiesto ma imposto e, anche se e' diventa peggio di quella di un'alga, te la devi tenere. Io pero' ''non sono credente'' e spero che possa decidere, personalmente o attraverso il testamento biologico fatto secondo le disposizioni dalla legge italiana, di essere sollevato dal dolore e di ''rifiutare tutto il resto''. Il Papa e tutti coloro che la pensano come lui facciono quello che vogliono, ma non hanno nessun diritto di ''imporre'' le loro fantasiose idee a chi alle stesse non CREDONO. In Italia le persone che hanno i ''mezzi e le giuste conoscenze'' possono ''visitare'' per esempio la Svizzeza quando lo ritengono opportuno e rinunciare al presunto Paradiso, ma agli altri resta la preghiera o ''. . . si attaccano . . .''. Perche' almeno non viene fatto un referendum? Forse perche' l'Italia e' il contenitore di un altro Stato che ha il potere di ''imporgli'' cio' che si legge su certi libri di duemila anno fa?
Lunedì 2 Settembre 2019, 18:46
Oltre ai vari personaggi indicati dai fedeli, anche la Scienza compie spesso dei miracoli. Sia grazie alla Scienza. Leggere l'articolo mi ha riempito di gioia. Auguri vivissimi alla Milli Lucas.
Venerdì 23 Agosto 2019, 17:39
Secondo i credenti Dio e' il creatore dell'Universo, quindi anche del Diavolo. Secondo i credenti Dio e' onniscente, quindi sapeva come avrebbe agito il Diavolo. Probabilmente avra' dato al Diavolo il libero arbtrio come ha fatto poi con gli esseri umani. Io mi domando: perche' ha fatto tutto cio'? Forse si annoiava!! Misteri misteriosi della fede.
Venerdì 23 Agosto 2019, 17:21
La Storia passata e quella presente ci raccontano che il Diavolo e' di casa in certi ambienti benedetti. Penso del del rosario Satana se ne faccia un baffo. Ho anche osservato che la data riportata in fondo all'articolo e' ''Sabato 29 Settembre 2018, 12:46''!!!!!!!
Venerdì 23 Agosto 2019, 17:04
Un bel zig e zag e il problema si risolve per sempre. Questo essere appartiene al genere umano?
Giovedì 15 Agosto 2019, 16:08
Non sono credente e ho perso la mia carisssima meta' a causa di questo ''dono'' del Dio dei credenti, e so cosa patiscono fisicanente e moralmenre la persona interessata e coloro che l'amano. Potrei augurare a tutti i credenti di ricevere questo ''fantastico dono'' dal loro Signore, ma non lo posso fare assolutamente perche' io non sono ''buono'' come lui, anzi su certi problemi sono cattivissimo, un vero . . . Diavolo. RIP Nadia.
Mercoledì 31 Luglio 2019, 18:53
Caro sig. Fiocchi, sull'argomento della ''santa'' pedofilia le ricordo che la Chiesa in tanti Stati ci ha lasciato le penne, pardon milioni e milioni di ''sterco del Diavolo''. In Italy invece, a causa del Concordato, basta che qualche Papa si dichiari contrario alla pedofilia e come giustificazione dei mancati interventi si appelli . . . al segreto confessionale e tutto diventa regolare. Detto questo le preciso che non sono un esperto in materia genetica, ma dopo aver letto molti libri penso che tanti caratteri fisici e comportamentali si ricevono nel momento preciso della formazione dell'embrione, altri li si acquisiscono per scelta personale vivendo in un deteminato contesto sociale. Il destino dei viventi e' determinato dal DNA e dall'ambiente e ''credo'' che il suo Dio, invece di pensare tanto alle attivita' sessuali dei peccatori discendenti da Adamo ed Eva, pensasse, per esempio, di piu' ai comportamenti di coloro che agiscono come Caino, il primo assassino (e fratricida) dell'umanita' biblica. Saluti
Martedì 30 Luglio 2019, 16:13
Spero che abbia un'altrettanto valida teoria, si fa per dire, per spiegare perche' esistono tanti pedofili e preti pedofili in particolare. Che tipo di sesso improprio predispone la nascita di tali individui?
Martedì 30 Luglio 2019, 15:57
Il misericordioso Francesco tace!!!
Giovedì 18 Luglio 2019, 15:12
@Coppertone - Nessuno puo' dire che un Dio sia sempre o mai esistito, Una persona puo' solo dire: io ''credo' (penso, sono del parere) che sia sempre o che non sia mai esistito un Dio. Quello che non condivido e' che chi crede in un essere onnitutto, nel passato come nel presente ma spero sempre meno nel futuro, ha senpre cercato di imporre agli altri la propria credenza in toto o in determinati campi: a me di credenze basta quella che ho in cucina. Se io fossi quel Dio non permetterei mai che il Male prevalesse sul Bene, come e' avvenuto in questa e in un incalcolabilbile numero di famiglie.
Lunedì 15 Luglio 2019, 19:34
Leggo: ''Le parole di san Paolo ai Galati suonano, in tale scenario, particolarmente attuali: ''Voi infatti, fratelli, siete stati chiamati a liberta'. Purche' questa liberta' non divenga un pretesto per vivere secondo la carne […]. Ma se vi mordete e divorate a vicenda, guardate almeno di non distruggervi del tutto gli uni gli altri!'', e aggiungo: ''ma ognuno si faccia i . . . . . propri''.
Lunedì 15 Luglio 2019, 17:32
Sono pienamente d'accordo con le sue conclusioni. Io, come tanti non credenti, potrei lasciare il mio 8 per mille allo Stato, pero' leggendo articoli come ''Lo Stato dimentica il «suo» 8 per mille'', ''Dove finisce il tuo 8 per mille'', ''8 per mille, tu lo sai dove finiscono i soldi? Scopri come i fondi vengono divisi e spesi'' e altri, ho deciso di votare per la Chiesa Valdese che impiega la quasi totalita' di cio' che riceve in interventi caritativi.
Lunedì 15 Luglio 2019, 15:43
Basterebbe cambiare una norma e disporre che la quota dell'8 per 1000 di chi non vota RESTA ALLO STATO. Io, ateo, sono COSTRETTO da una legge assurda a finanziare in ogni caso una religione (o piu' religioni se mi astengo dal votare). PAZZESCO!!!! Poi leggo che ''qualcuno'' ci ''ricorda'' che il denaro e' lo sterco del diavolo, pero' la cosa non riguarda, per esempio, ''certi'' prelati.
Venerdì 12 Luglio 2019, 19:24
@ IlariaT - Avevo gia' letto questo suo commento. E' chiaro che, se una persona non lascia nessuna indicazione scritta e legale su cosa si debba fare se dovesse trovarsi in stato di vita vegetativa, la cosa possa creare un problema. Io pero' mi chiedo se una persona in stato vegetativo persistente, dovuto a danni cerebrali di varia natura e piu' o meno gravi, tenuto artificialmente in vita per anni e anni, senta per esempio, dolore se punto con un ago, se possiede ancora il senso della sete e quello della fame . . . e via discorrendo. Ho letto l'articolo ''Stato vegetativo, “risveglio” possibile? Le novità dalla ricerca italiana'', lo legga anche lei con attenzione fino alla fine e si renderera' conto della complessita' e della VARIANZA dello ''stato di vita vegetativo'' e delle tante ''conseguenze'' che esso comporta. Saluti