maria.silvestri

Commenti pubblicati:
Lunedì 8 Luglio 2019, 20:01
Dondolata fuori della finestra per gioco? Forse il nonno è affetto da demenza? Se fosse successo dall'undicesimo piano di un palazzo , credo che si sarebbe subito parlato di infanticidio
Venerdì 26 Aprile 2019, 15:24
non servono corse, il Tribunale per i minorenni ha già un bel po' di coppie che hanno già completato l'iter per la disponibilità all'adozione. Ora i giudici decideranno quali convocare, e faranno la scelta definitiva.
Venerdì 26 Aprile 2019, 14:51
dopo un anno di governo "gialloverde" la sicurezza non è certo aumentata
Domenica 14 Aprile 2019, 20:41
un ladro dà sicuramente grandi prospettive di una vita agiata, ma questo non ha neanche saputo farli saltare, i bancomat ( l'articolo dice "tentati"), un vero sprovveduto dagli occhi di ghiaccio...
Mercoledì 3 Aprile 2019, 09:00
non esiste la forte gelosia, chi si comporta in questo modo è un violento e basta
Lunedì 1 Aprile 2019, 18:59
da anni porto vestiti direttamente alla caritas, e quello che serve sono tute, felpe, pantaloni comodi, giubbotti che si lavino facilmente, biancheria in buono stato, cose per bambini ( anche se da un paio di anni le famiglie chiedono meno, sono più giovani e adulti ad avere bisogno). Anton48 ha ragione, nei cassonetti si trova moilta roba sporca, rotta, ammuffita e scarpe secche e sfondate. Queste cose vengono mandate al macero ( non nei rifiuti, che da quqlche anno prevedono uno smaltimento a pagamento), e il ricavato, per quanto scarso, viene impegnato per spese correnti o altri aiuti (pagamento pannolini, bollette eccetera). Che poi altre associazioni siano state costrette ad eliminare punti di raccolta, non ho idea di quale sia la responsabilità della Caritas.
Martedì 26 Marzo 2019, 18:51
immagino il caos nei trasporti, soprattutto aerei...
Giovedì 14 Marzo 2019, 10:43
Vergogna! Una mia amica ha avuto una sorella, nata tetraplegica e con paralisi cerebrale per problemi di parto nel 1962 (...per volere di Dio, allora non si usava molto denunciare...), accudita amorevolmente a casa fino all'aprile del 2006. Case ed Istituti sono pieni purtroppo di persone tetraplegiche che sopravvivono per decenni a incidenti, o con malattie neurologiche o esiti di altre gravi malattie. Prima di fare proposte che definirei oscene basterebbe informarsi.
Giovedì 14 Marzo 2019, 07:30
Caro Bortolin, prima di scrivere a vanvera, leggiti almeno la costituzione, non abbiamo una religione si stato!. Articolo 19: Tutti hanno diritto di professare liberamente la propria fede religiosa in qualsiasi forma, individuale o associata, di farne propaganda e di esercitarne in privato o in pubblico il culto, purché non si tratti di riti contrari al buon costume. Articolo 20: Il carattere ecclesiastico e il fine di religione o di culto d’una associazione od istituzione non possono essere causa di speciali limitazioni legislative, né di speciali gravami fiscali per la sua costituzione, capacità giuridica e ogni forma di attività.
Domenica 10 Marzo 2019, 17:07
Mi chiedo da anni a che cosa servano queste gite, se non a far impazzire i pochi insegnati "comandati" come accompagnatori, vendere pillole del giorno dopo, provocare incidenti spesso gravi o intossicazioni dopo bevute o uso di sostanze( assunte spesso per la prima volta), rovinare e insudiciare stanze e corridoi degli alberghi ( e poi pagare le spese per i danni). Internet avvicina a musei, città d'arte e altro, e se fino a una quindicina di anni fa il valore culturale del viaggio era ancora presente, oggi asolutamente no. I ragazzi appartenenti a famiglie che non possono o non vogliono pagare la quota hannno una ragione in più per sentirsi emarginati e arrabbiati, e i bulli una ragione in più (non che abbiano bisogno di ragioni) per perseguitaare le loro vittime.
Giovedì 7 Marzo 2019, 18:45
Non tocca al vescovo perdonare, al massimo lo può assolvere nel segreto del confessionale.
Giovedì 7 Marzo 2019, 18:43
T%iziana Favero non è di sinistra, è stata a capo di una lista civiva che si sinistra non aveva proprio nulla!!! m lo sa solo chi aveva votato allora a Montebelluna, e il titolo fuorviante contribuirà ( lo sta già facendo, visto il tono dei commenti) a scatenare gli haters di tutta la vera sinistra.
Lunedì 25 Febbraio 2019, 08:45
Non sono credente, ma ho una cara amica che lo è, e che ha perso un figlio sanissimo di 6 anni nel giro di due giorni per una rarissima complicazione di una malattia virale. Dato che assieme al marito hanno continuato a frequentare la chiesa, a interessarsi di attività parrocchiali e ad essere con la gente le persone affettuose, accoglienti e generose che erano sempre stati, una conoscente l'ha apostrofata (ero con lei)chiedendole bruscamente come mai non avesse perso la fede, e lei ha risposto "So che ogni giorno muoiono migliaia di bambini per malattia,incidenti, denutrizione, guerra, maltrattamenti, e la fede non l'ho mai persa.Perchè dovrei perderla ora, solo perchè uno di quei bambini è il mio?". Non capisco come si possa credere in un Dio, ma se la fede può permettere di affrontare un così spaventoso dolore rimanendo integri dentro e non odiando il mondo, non vedo perchè ci si debba accanire contro chi ce l'ha.
Lunedì 11 Febbraio 2019, 11:29
il calazio e l'orzaiolo sono due cose diverse, che a loro volta non hanno niente a che fare con la retina... un po' confusa , la ragazza...
Mercoledì 23 Gennaio 2019, 16:17
Un dolore straziante per la sua famiglia, ma mi chiedo come mai il primo dato riportato sia "una mamma", e solo dopo" psicoterapeuta responsanile di due strutture"...ho dei dubbi sul fatto che se si fosse trattato di UNO psicoterapeuta l'accento sarebbe stato messo sulla condizione di "papà"