charliepd7

Commenti pubblicati:
Martedì 16 Luglio 2019, 16:48
Se oltre ad usare gli autovelox si sapessero controllare tutte le nefandezze che si vedono per le strade forse si viaggerebbe tutti più sicuri. Tra le cose da controllare ci sarebbero guida parlando al telefono (o ancor peggio leggendo/scrivendo messaggi) ed anche controlli sui carichi in camion/furgoni (troppo spesso tutt'altro che sicuri)
Domenica 7 Luglio 2019, 22:17
Ma per fermare questi grattacieli del mare bisogna attendere che una di queste navi abbatta palazzo ducale? Solo in Italia si ha un simile spegio dei tesori storici che ci sono. E' una vergogna consentire a tali navi di avvivinarsi in tal modo al centro storico veneziano!
Sabato 29 Giugno 2019, 21:54
ma possibile che ci siano ancora in giro così tanti creduloni che fanno arrichhire personaggi senza scrupolo che sparano cavolate a raffica
Giovedì 20 Giugno 2019, 16:21
ok la bretella solo se la pagano di tasca loro coloro che hanno progettato ed approvato il lungimirante progetto attuale.
Giovedì 20 Giugno 2019, 09:07
Ecco altro mirabile esempio di come si fanno le opere in Italia. Qui non si valuta il tracciato, altrove (vedi statale 308 del Santo) si realizza nel 2000 un progetto degli anni sessanta (forse il traffico nel frattempo è "leggermente" cambiato) con tutte le relative conseguenze (intasamento, incidenti, ecc..)
Domenica 2 Giugno 2019, 18:53
Certo che il mose è stato utilissimo, vuoi mettere tutti quelli (da Galan in giù) che si sono assicurati la vecchiaia con le tangenti che hanno intascato!
Venerdì 31 Maggio 2019, 20:04
Tuitti i clandestini ed i finti richiedenti asilo vanno rispediti a casa quanto prima e senza possibilità di opporre ricorso!
Venerdì 31 Maggio 2019, 20:02
Ilò motivo è semplice. Quella strada è stata progettata a fine anni sessanta e realizzata nei primi anni 2000, Solo in Italia si realizza un opera stradale sulla base di un progetto di 40 anni prima. E' una pessima strada, intasata di traffico e con praticamente impossibilità di sorpasso, anche quando si trova un mezzo che procede a 40 km/h. Da mettere subito in cantiere il raddoppio, almeno a tralci se non ci sono fondi, ad iniziare dal tratto Padova-Reschigliano.
Sabato 25 Maggio 2019, 15:08
Ecco un esempio di imprenditori (purtroppo in notevole diffusione nell'ultimo decennio) che compongono la categoria che secondo taluni bisogna ancora aiutare. Acquisiscono l'azienda ed in meso di un anno la portano al fallimento, con danno per clienti, fornitori e dipendente e, ci scommetto, non per loro (che troppo spesso escono con notevoli somme derivanti dall'aver spolpato l'impresa fallita)
Venerdì 17 Maggio 2019, 21:06
Manca manodopera? Autorizzati troppo pochi ingressi di cittadini strnieri ? Ma scusate delle centinaia, anzi migliaia di nullafacenti che gironzolano senza meta tutti i giorni per le nostre città e paesi che ne facciamo ? Dobbiame continuare a mantenerli ad oziare (quando non ad importunare) ? COminciamo a dir lor che se vogliono rimanere devono andare a lavorare nei campi ed abbiamo risolto due problemi: quello degli agricoltori senza manodopera e quello dei vagabondi per le città.
Lunedì 6 Maggio 2019, 21:15
Una persona che patteggia una condanna per bancarotta (in Italia patteggia solo chi ha torto marcio ed è indifendibile) non dovrebbe nemmeno essere proposto per un posto nel governo. Quindi è stato un errore nominarlo sottosegretario ed ora, alla luce di nuove gravi ombre (indipendendemente dalla valenza penale che in politica viene rivendicata solo in Italia) deve andarsene!
Lunedì 29 Aprile 2019, 22:38
Bisogna ridurre drasticamente il trasporto merci su strada (imparare ad usare il più possibile le ferrovie come avviene negli altri stati europei). Il metodo sarebbe semplice: per i tir aumento dei pedaggi ed abolizione delle agevolazioni sui carburanti. Nell'80% degli incidenti gravi sono coinvolti (e spesso responsabili) i mezzi pesanti.
Giovedì 25 Aprile 2019, 09:45
Questi sono i personaggi che abbiamo importato come poveri profughi. Al 90% sono solo approfittatori, senza nessun senso civico e totalmente privi di educazione. In una fase economica italiana come l'attuale (non c'è lavoro per tutti e la povertà aumenta) non abbiamo alcun bisogno di tali personaggi; rispedirli a casa loro il prima possibile e senza possibilità di ricorsi.
Martedì 23 Aprile 2019, 14:12
Giova ricordare che ai disabili ed a chi ha probelmi deambulatori o circolatori agli arti inferiori gli ascensori servono banalmente a passare da un piano ad un altro (possibilità spesso altrimenti preclusa). Con tutti i problemi che ha l'Italia gli ascensori direi che vengono molto dopo l'ultimo di questi.
Martedì 23 Aprile 2019, 14:09
Certo non bisogna abusare degli antibiotici, sono noti (e vanno controllati) gli effetti collaterali, ma ricordo che senza di essi si moriva anche per banali influenze, quindi non bisogna generalizzare.
Sabato 20 Aprile 2019, 17:26
Purtroppo anche questa vicenda (è emersa solo una minima parte di coloro che regolarmente evadono ed occultano denaro e patrimonio) conferma l'ignobile intreccio tra mondo politico-finanziario ed imprenditoriale che è la rovina dell'Italiae che distrutto questo paese negli ultimi 25 anni. Almeno avessero il coraggio di adottare leggi tipo quelle americane (la sanzione pesante e certa fa riflettere prima di non rispettare le regole)
Sabato 13 Aprile 2019, 10:10
Avete chiesto cosa ne pensa la popolazione austriaca che, giustamente, non vuole traffico di massa ed è attenta alla salvaguardia dei paesaggi montani ?
Sabato 13 Aprile 2019, 10:07
Forse finalmente si troveranno una parte (minima) dei numerosi evasori che abitano l'Italia. Il fenomeno dell'esportazione illecita e sottrazione fiscael di capitali è purtroppo enormemente diffuso (con cifre diversificate) tra i lavoratori autonomi a vario titolo (i dipendenti, anche volessero, non avrebbero i mezzi sufficienti). Sarebbe ora di iniziare davvero a combattere l'evasione e l'elusione fiscale che, assieme agli sprechi di denaro pubblico, sono la prima causa del dissesto delle finanze pubbliche.
Sabato 30 Marzo 2019, 20:34
Viste le immagini degli scontri, in qualunque nazione, in simile situazione (palesi provocazioni), la polizia avrebbe caricato (forse anche prima e forse anche in modo ancor maggiore). Quindi fuori luogo ogni richiesta di provvedimenti contro questura ed agenti.
Lunedì 18 Marzo 2019, 19:59
Casarini a bordo? Motivo in più per rimandarli tutti in Libia.
Lunedì 18 Marzo 2019, 19:59
La Nuova Zelanda è un paese serio che non si fa abbindolare da finti profughi, li spedirebbe indietro! Ecco perchè vengono sempre qui.
Domenica 17 Marzo 2019, 00:38
Perchè in Italia i medici sono sempre troppo reticenti sul cesareo (all'estero in caso di rischi, anche minimi, è la pressi senza indugio).
Venerdì 15 Marzo 2019, 20:14
Fino agli anni ottanta per la varicella non si vaccinava quasi nessuno. Io, come la gran parte dei miei coetanie, l'abbiamo contratta e con essa le classiche malattie infettive adoloscenziali. Passato il normale periodo per superarla, se ne è andata. Non mi risultano significative complicanze (nessuna tra i miei conoscenti, anche lointani). In questi casi il vaccino è più una moda o un business che una reale necessità.
Domenica 10 Marzo 2019, 16:13
Concordo ed aggiungo che ormai spesso i controllori (specie sui treni regionali) nemmeno chideono più i biglietti a questi "rifugiati" (termine di cui dobbiamo modificare la dscrizione nei dizionari italiani in "persona che vuol vivere sulle spalle altri"), specie se sono in due o più. D'altronde è comprensibile, loro rischiano di finire all'ospedale, qugli altri non rischiano nulla.
Domenica 10 Marzo 2019, 09:58
Le leggi sui limiti alcolici nei paesi che non tollerano tasso alcolico non hanno nulla a che vedere con cosa beve la gente. Se uno non si mette al volante puà bere ciò che vuole, quando vuole. Ma se vieni fermato con tasso alcolico oltre il consentiuto, altro che le sanzioni italiane
Domenica 10 Marzo 2019, 09:54
Condivisibile se i limiti di velocità fossero sempre sensati. Purtroppo troppo spesso sono ridicoli (50 o 70 km/h su strade rettilinee con densità abitativa minimale). In questo modo i tempi di percorrenza assomigliano a 100 anni fa. Per non parlare di strade in cui il limite varia più volte in meno di 1 km (e guarda caso nei tratti più "lenti" spesso trovi solerti vigili con autovelox - e poi la chiamano prevenzione).
Domenica 10 Marzo 2019, 09:47
Magari potessimo essere certi che avrà una pena adeguata e proporzionata a quanto commesso. Purtroppo l'Italia è piena di situazioni in cui i colpevoli la fanno quasi competamente franca (hanno pene ridicole rispetto ai reati commessi)
Martedì 26 Febbraio 2019, 17:27
Non deve spostarsi lui. Bisogna rispedire da dove sono venuti le migliaia di disgraziati che ci siamo portati a casa, accettando la favole dei profughi. Questi sono in gran parte solo approfittatori. Basta vedere il comportamento che hanno: in giro tutto il giorno senza far nulla, sempre pronti a provocare ed importunare, irrispettosi delle regole del vivere civile e volendo si può proseguire.
Martedì 26 Febbraio 2019, 17:20
premesso che sono favorevole ai vaccini contro patologie gravi e definite, nel caso dell'influenza il vaccino non da nessuna certezza di efficacia. Il vaccino infatti riguarda solo alcuni ceppi e, al di fuori di questi, è praticamente inutile. Per alcuni anni (su insistenza del medico che per i vaccini riceve un compenso extra in quanto attività al di fuori dell'ordinario) mi sono vaccinato contro l'influenza. Dopo il secondo anno in cui, malgrado il vaccino, mi son preso l'influenza ho deciso di non utilizzare più tali vaccini. Ovviamente ciascuno è libero di fare la scelta che vuole (su se stesso), ma in questo caso deve essere garantita totale libertà di scelta.
Venerdì 15 Febbraio 2019, 22:40
Sarebbe utile se i politici nostrani prima di parlare facessero qualche ricerca e studiassero su libri di storia imparziali. Nel caso specifico, nessuno nega il dramma delle foibe, ma prima di chiedere scuse ad altri sarebbe utile vedere cose è stato commesso a loro danno prima delle foibe (cosa hanno combinato i fascisti-italiani in slovenia e croazia) e poi si giungerebbe alla conclusione che le scuse dovrebbero quantomeno essere reciproche. Quindi sarebbe ora di finirla con queste periodiche polemiche, opportuno ricordare quelle pagine tristi, ma smetterla di poretendere scuse da chi, quantomeno, avrebbe il medesimo diritto di ottenerle.