Stadio, un successo che dura da più di trent'anni

MESTRE - Toniolo stracolmo per il primo appuntamento della rassegna "Note Italiane", inaugurata mercoledì dal concerto degli Stadio. La storica band con oltre due ore di musica ha fatto cantare il pubblico ripercorrendo i suoi maggiori successi inframezzati anche dalla recitazione di alcune poesie di Roberto Roversi. Un concerto che stava per “saltare” a causa dell'assenza del bassista del gruppo, Roberto Drovandi, ancora in convalescenza e che ha inviato un video messaggio al pubblico mestrino, ma che è stato egregiamente sostituito da Gabriele Greco, bassista che accompagna Noemi. «Mestre è una città che per noi è molto importante perché in un certo senso la nostra storia è iniziata da qui – ha ricordato Gaetano Curreri, leader e voce della band – Eravamo stati invitati per suonare a una festa politica in piazza Ferretto. La pioggia fece cambiare un po' il programma e ci esibimmo all'Excelsior: fu un successo e l'inizio di una grande avventura che dura ancora oggi dopo oltre 30 anni di carriera». Tanti titoli che anno fatto la storia della canzone italiana, soprattutto delle melodie romantiche. «Le canzoni d'amore sono quelle che restano per sempre e si ricordano di più nel tempo perché vengono associate a dei momenti particolari della nostra vita – ha aggiunto il leader degli Stadio – Noi abbiamo sempre seguito questa strada e continueremo a farlo perché pensiamo che conti di più sentire voi cantare le nostre canzoni a distanza di anni che arrivare ultimi a Sanremo».
Raffaele Rosa

Venerdì 13 Marzo 2015, 05:08






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Stadio, un successo che dura da più di trent'anni
CONDIVIDI LA NOTIZIA