Sempre più pesce nei menù estivi degli italiani

Sabato 7 Agosto 2021
Sempre più pesce nei menù estivi degli italiani

Grigliate di pesce, spaghetti alle vongole, impepata di cozze. Con il caldo e le vacanze cresce, tra gli italiani, la voglia di pesce, anche allevato e nei menù dell'estate degli italiani ci sono sempre più piatti a base di pesce. «Rispetto alle chiusure della primavera, il consumo è più che triplicato. Complici la bella stagione, l'apertura dei ristoranti e la possibilità di stare all'aperto, registriamo una vera e propria impennata nelle vendite di spigole, orate, trote e altri pesci d'acqua dolce. Ottimi anche i risultati per cozze e vongole in particolare, di cui siamo leader indiscussi per l'allevamento delle veraci». Ad affermarlo è Pier Antonio Salvador, presidente di Api, l'associazione che riunisce i piscicoltori di Confagricoltura.

 

Dieta idrica, basta 1 giorno a settimana per riattivare il metabolismo: come funziona

 «Purtroppo, nonostante il nostro impegno, ci fermiamo solo al 20% del totale della richiesta di mercato. Occorre aumentare la produzione 'Made in Italy' e contemporaneamente promuoverne il consumo, attraverso campagne ad hoc, ma soprattutto far sì che, anche nei ristoranti, si conosca l'origine del prodotto. D'altronde l'82% dei consumatori - prosegue Salvador - preferisce pesce allevato in Italia perché è più sicuro e più buono, come risulta da una nostra ricerca commissionata al Crea Marketing Consulting». In 800 siti italiani tra mare, lagune e acqua dolce si allevano 25 specie ittiche diverse. La produzione nazionale è di 180.000 tonnellate ed il fatturato è di 500 milioni di euro. Il settore occupa 15.000 addetti. Il pesce più allevato è la trota (circa 35.000 tonnellate di cui oltre il 35% viene esportato), seguono orata e spigola, con circa 17.000 tonnellate su una richiesta al consumo superiore alle 80.000 tonnellate. l'Italia produce 130 milioni di avannotti di specie ittiche marine pregiate ed è leader europeo nella produzione di caviale di storione, con più di 50 tonnellate. 

 

La ripresa accelera, boom della produzione: +34% sul 2020, Vicenza provincia più lanciata

Ultimo aggiornamento: 8 Agosto, 11:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA