Verissimo, Mahmood: «Mai sentita la mancanza di papà, ora abbiamo un mini-rapporto»

Verissimo, Mahmood: «Mai sentita la mancanza di papà, ora abbiamo un mini-rapporto»

di Silvia Natella

Mahmood si racconta a Verissimo dopo aver vinto il Festival di Sanremo. «Questa - spiega a Silvia Toffanin il cantante classe 1992 - non è solo la mia vittoria, ma anche quella di mia madre che ha fatto sacrifici come me».  L'artista, nato a Milano, è figlio di una sarda e di un egiziano, ma dopo la separazione dei genitori è cresciuto lontano dal padre. Al rapporto con la figura paterna è ispirata la canzone vincitrice della kermesse sanremese "Soldi".

Gigi D'Alessio, foto con Anna Tatangelo e lite social con un follower: «Str****»

«Più che dal dolore - aggiunge - le mie canzoni arrivano da una riflessione, non ho mai sentito troppo questa mancanza. Non mi sono mai sentito solo perché c'erano sempre parenti intorno a me. Ho sentito mio padre dopo il Festival e mi ha fatto i complimenti. Abbiamo riallacciato un mini rapporto già da qualche anno. Alla fine non è stato proprio un abbandono perché ci siamo visti nel corso degli anni, ma io sono sempre stato con mamma e non mi sono mai sentito abbandonato o ferito». 

Sulle sue origini sottolinea di essere nato a Milano: «All'inizio le domande erano dettate dalla curiosità, ma dopo un po' ti stanchi a dover ribadire che sei italiano». Mahmood, all'anagrafe Alessandro, fonde il genere trap con quello cantautoriale, la musica pop italiana con quella araba. Tra le nuove proposte sanremesi nel 2016, è stato anche autore di alcune delle canzoni più belle degli ultimi anni. «Scrivo da quando avevo 18 anni, il mio è stato un percorso lungo». Da giovane lavorava in un bar e il pomeriggio studiava pianoforte.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 2 Marzo 2019, 16:46






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Verissimo, Mahmood: «Mai sentita la mancanza di papà, ora abbiamo un mini-rapporto»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti