Twitter dichiara guerra ai falsi account: cancellati 10.000 indirizzi tra Emirati Arabi, Egitto, Spagna e Cina

PER APPROFONDIRE: egitto, emirati arabi, iran, twitter
Twitter dichiara guerra ai falsi account: cancellati 10.000 indirizzi tra Emirati Arabi, Egitto, Spagna e Cina
Guerra dei colossi social agli account falsi usati per propagare false campgne informative per conto di alcuni Stati verso altre nazioni. Un pericoloso gioco politico che in ogni secondo può accendere la miccia di contrasti tra Paesi ma anche tra parti della popolazione di uno stesso Paese che la pensa in modo diverso. Così ieri Twitter ha annunciato di aver sospeso in modo permanente migliaia di account fasulli,  relativi principalmente agli Emirati arabi uniti, ma anche a Egitto, Arabia saudita, Spagna, Ecuador e Cina.

Nel dettaglio, Twitter ha bandito dalla sua piattaforma 4.248 account operati dagli Emirati e diretti a Qatar e Yemen. Gli argomenti dei tweet spaziavano dalla guerra civile nello Yemen al gruppo armato sciita degli Huthi. Altri 273 account eliminati erano utilizzati da Emirati ed Egitto per condurre una «operazione d'informazione sfaccettata con il Quatar come target primario», insieme ad altri Paesi come l'Iran, e per far circolare messaggi a sostegno del governo saudita. Altri sei account sospesi erano collegati all'apparato informativo statale dell'Arabia Saudita. In Spagna Twitter ha rimosso 265 account fake operati dal Partito popolare. In Ecuador, invece, in estate sono stati eliminati poco più di mille account legati al partito Alianza Pas. In Cina infine, dove ad agosto era stata individuata una rete di 200mila account fasulli volta a «seminare discordia sul movimento di protesta ad Hong Kong», sono stati eliminati 4.301 account.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 20 Settembre 2019, 18:56






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Twitter dichiara guerra ai falsi account: cancellati 10.000 indirizzi tra Emirati Arabi, Egitto, Spagna e Cina
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti