A 18 anni è un genio della robotica: Valeria Cagnina premiata dai giovani innovatori

Giovedì 5 Dicembre 2019
Valeria Cagnina con Gabriele Ferrieri e Massimiliano Garri

A 11 anni ha costruito il primo robot, a 16 ha cominciato a insegnare robotica ai bambini piccoli per gioco, a 17 è stata nominata tra le Inspiring Fifty, le 50 donne italiane più influenti nel tech. E Forbes Italia l'ha inserita tra i «100 Under 30 che cambieranno il Paese». Per Valeria Cagnina, diciottenne di Alessandria, «niente è impossibile, spero che il mio esempio faccia venire ai giovani la voglia di cambiare e innovare». Adesso ha una scuola dove i bambini, ma anche i manager, imparano giocando i segreti per costruire robot.   
Oggi alla piccola “genia” della robotica è stato consegnato - nella sala Monumentale della Presidenza del Consiglio dei Ministri - un riconoscimento speciale, il premio Premio Angi Innovation Leader Award in collaborazione con Acea. Il Premio Angi dedicato ai giovani innovatori italiani celebrerà la sua seconda edizione il 17 dicembre. In lizza gli under 40 che si sono maggiormente distinti nel corso dell'anno e i migliori innovation leader che hanno ispirato le generazioni successive.

«Questo premio - ha detto il presidente di Angi Gabriele Ferrieri - è una prestigiosa vetrina, dietro alla quale c'è la nostra mission, lo sforzo quotidiano per dare forza e stimoli ai giovani talenti. Il nostro compito è quello di farli emergere, attraverso sinergie con le istituzioni e collaborazioni con privati, scuole, università e aziende. Tutti i giovani e le aziende che premieremo il 17 dicembre sono la punta di un iceberg, ma ci sono ancora qualità straordinarie da portare alla luce, da supportare, da valorizzare ed è quello che ci impegniamo a fare ogni giorno. L'Innovation Leader Award consegnato oggi a Valeria Cagnina, va esattamente in questa direzione».

Ai talenti dell'innovazione saranno consegnati il 17, alla Camera dei Deputati,  gli undici Oscar. «Conferire questo premio a Valeria Cagnina è motivo di grande orgoglio - dice Massimiliano Garri, responsabile Area Innovation, Technology & Solutions di Gruppo Acea -, così come è un orgoglio sostenere il premio ANGI, portatore di un messaggio che condividiamo in pieno. Promuovere l’innovazione e le iniziative imprenditoriali dei giovani è un obiettivo che quotidianamente Acea si impegna a raggiungere e la storia di Valeria Cagnina da questo punto di vista è di grande ispirazione». 

Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre, 18:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA