Virgin Galactic, nello spazio con la Vss Unity: i video ripresi dalla navicella che presto ospiterà gli italiani

Domenica 23 Maggio 2021 di Paolo Ricci Bitti
Virgin Galactic, nello spazio con la Vss Unity: i video ripresi dalla navicella che presto ospiterà gli italiani

Virgin Galactic: dal cielo del New Mexico, da quota 90 chilometri che per gli americani significa già spazio, arrivano buone notizie per il miliardario Richard Branson che presto diventerà un astronauta; per gli oltre 600 benestanti e pure vip che hanno pagato 250mila dollari per imitare Branson; per l'Aeronautica militare italiana; per il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) e per l'aeroporto di Grottaglie-Taranto che vede avvicinarsi il giorno in cui verrà promosso spazioporto. Questa moltitudione ha festeggiato ieri il successo del test dello spazio-plano Vss Unity portato all'altezza di 15mila metri dall'aereo madre White Knight Two. Come fanno vedere foto e video che fanno venire i brividi, la navicella alata si sgancia, fluttua per un'istante poi accende il motore razzo e cabra a 90 gradi (ovvero va su dritto per dritto) accelerando fino a 4mila kmh (tre volte la velocità del suono). E anche Elon Musk ha scritto un tweet per fare i complimenti alla VG.

 

 

 

 

 

 

 

Una volta raggiunto il culmine del volo parabolico, a quota 90 km, il motore che ha fiammeggiato per un paio di minuti si spegne: iniziano in questo momento gli 8 minuti per i quali pagare biglietti così costosi: si potrà galleggiare nell'abitacolo senza essere schiavi della forza di gravità (come capita agli astronauti e come avviene nei sogni) e guardare la Terra da lassù apprezzandone la curvatura e soprattutto i colori della "meraviglia blu". Poi l'altrettanto emozionante discesa in planata fino all'atterraggio nel nuovissimo spazioporto nel deserto del New Mexico, da ieri il terzo stato americano dopo Florida e California da dove l'uomo ha conquistato appunto lo spazio.

IL VIDEO COMPLETO DELLA MISSIONE VISTA DAL CIELO

 

IL VIDEO DELLA MISSIONE VISTA DA TERRA

 

 

 

Richard Branson, a bordo pista, e gli altri manager e tecnici di Virgin Galactic hanno applaudito e brindato dopo aver tirato un sospiro di sollievo perché di rinvio in rinvio, causa anche il Covid, il successo di questo test era atteso da due anni.

 

 

 

Il prossimo volo prevede due tecnici-passeggeri della Virgin oltre ai due piloti, poi toccherà a Richard Branson che potrebbe diventare il primo turista spaziale (se Blue Origin di Jeff Besoz non lo sorpassa) dopo l'epopea dei primi anni 2000 che videro 7 nababbi spendere decine di milioni di dollari per soggiornare sulla stazione spaziale internazionale. Branson potrebbe diventare insomma l'ottavo della lista e il primo del nuovo corso del turismo spaziale. Poi entro la fine dell'anno o più facilmente all'inizio del prossimo si comincerà a smaltire quella lista dei 600 in attesa fra i quali anche Leo DiCaprio e Lady Gaga.

Prima però, in autunno, toccherà a ufficiali dell'Aeronautica militare e a ricercatori del Cnr in base a un accordo dell'ottobre 2019: in tutto tre italiani  che effettueranno nella termosfera anche esperimenti scientifici nei 7 minuti del volo parabolico in cui si troveranno in condizioni di microgravità. Infine in Puglia continuano le attività per aprire il secondo spazioporto della Virgin Galactic in base a un accordo con Altec, Sitael e Agenzia spaziale italiana. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Paolo Ricci Bitti

Ultimo aggiornamento: 2 Luglio, 12:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA