“Dallo Spazio alla Terra: gli Use Case della New Space Economy” il 19 maggio a Torino Il programma

La VI edizione di Primavera dell'Innovazione

Sabato 14 Maggio 2022
Dallo Spazio alla Terra: gli Use Case della New Space Economy il 19 maggio a Torino Il programma

Il prossimo 19 maggio la sede dell’Unione Industriali di Torino ospiterà la VI edizione di Primavera dell'Innovazione, la conferenza annuale dedicata all’analisi dei trend, all’individuazione delle sfide e alla verifica delle opportunità nell’ambito dell’innovazione e del trasferimento tecnologico in Italia. 

Organizzata da Consorzio di ricerca Hypatia in collaborazione con Fondazione E. Amaldi in qualità di Piattaforma Ambasciatoriale Italiana ESA Business Applications ed ESA InCubed+, quest'anno la conferenza, che ha ottenuto la medaglia della Presidenza della Repubblica, si terrà nuovamente in presenza e per la prima volta a Torino, a confermare il ruolo guida del capoluogo piemontese, e delle imprese presenti sul suo territorio, nello sviluppo tecnologico del nostro Paese nel settore Spazio.

A inaugurare l’edizione 2022 interverranno Stefano Firpo, Capo di Gabinetto del Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale, Stefano Lo Russo, Sindaco di Torino, Dario Gallina, Presidente Camera di Commercio di Torino, Fabio Grimaldi, Rappresentante Regione Piemonte Fondazione E. Amaldi e Lorenzo Scatena, Segretario Generale della Fondazione E. Amaldi ed ESA Ambassador per le business applications.

Obiettivo di Primavera dell’Innovazione è offrire un’analisi sulle funzioni svolte dalle tecnologie spaziali nell’abilitare nuovi modelli di business a supporto dei settori industriali tradizionali nel contesto della New Space Economy. 

L’Italia possiede una catena del valore completa nel settore spazio: perché l’ecosistema del New Space fatica a decollare? Come è possibile avviare una transizione da un settore aerospaziale basato sulla programmazione e il finanziamento pubblico verso un vera industria commerciale? Queste alcune delle domande chiave da cui partirà la discussione, con la premessa necessaria che sviluppo commerciale e sostenibile debbano trovare un punto d’incontro, che le tecnologie spaziali siano ormai la chiave di volta per ogni settore industriale a diverso livello e che sia necessario un cambio di rotta nella relazione tra capitale pubblico e capitale privato.

Le strategie globali, tra cui l’Agenda 2030, i criteri ESG, gli Obiettivi di sviluppo sostenibile, il Green deal, partono dalla consapevolezza che la sfida verso la sostenibilità può essere affrontata e superata solo eliminando le barriere tecnologiche, gestionali e comunicative ed integrando competenze trasversali. 

A tal fine, l’agenda di PINN 2022 si articolerà in 5 sessioni dedicate ai settori industriali focus della Piattaforma ambasciatoriale della Fondazione E. Amaldi: Agrifood-Tech, Insur-Tech, Energy, Finance e Transportation & Logistic.

Tra gli obiettivi, quello di verificare se sia possibile intraprendere uno sviluppo in grado di coniugare tecnologia, finanza e sostenibilità attraverso l’integrazione delle tecnologie spaziali e come queste possano contribuire ad uno sviluppo commerciale competitivo a livello nazionale ed europeo. 

Durante ogni sessione, saranno presentate dapprima le esigenze e le sfide dell’ industria, il ruolo degli stakeholder e le opportunità offerte dagli investitori e successivamente saranno illustrati i progetti in corso e quelli futuri per fronteggiare tali sfide e offrire soluzioni concrete. 

Stakeholder, investitori, rappresentanti istituzionali e industriali dei settori tradizionali si confronteranno con startup, PMI e grandi aziende operanti nel settore spazio contribuendo e incentivando la cross-fertilisation. 

 IL PROGRAMMA

PRIMA SESSIONE (ore 10-11) – Agrifood-Tech. Le tecnologie spaziali per innovare e rinnovare il settore agroalimentare

La prima sessione, dalle ore 10 alle ore 11, è dedicata al segmento dell’universo tech che punta a migliorare e innovare l’industria alimentare e agricola, due pilastri dell’economia del nostro Paese. Si stima che a livello globale il mercato AgriFood-Tech crescerà con un CAGR (tasso di crescita annuale composto) del 12% fino a raggiungere il valore di 41 miliardi di dollari nel 2027. In Italia il settore AgriFood-Tech non copre ancora tutti i bisogni espressi dagli stakeholder, soprattutto per quanto concerne le tecnologie spaziali. Il forte potenziale e il grande numero di piccoli attori che costituiscono il mercato nazionale e che si aggiungono alle grandi realtà operanti lo rendono un settore unico in termini di necessità e opportunità. 

Lo scopo della sessione è perciò quello di fornire una panoramica dell’Agrifood-Tech in Italia per far emergere le criticità e i bisogni e per far luce sulle difficoltà che le aziende innovative del settore Spazio incontrano lavorando in questo ambito. Verranno quindi presentati gli use case, abilitati tramite tecnologie spaziali che rispondono a bisogni specifici, e le best practices che hanno permesso di attrarre capitali privati.

Tra i relatori, si segnala la partecipazione di Kanira Shah, Investment Principal di Astanor Ventures, società di capital ventures focalizzata sulle imprese che operano nella “food-rigeneration”.

Moderatore: Valerio Roscani, Technology Analyst di Fondazione E. Amaldi.

 

SECONDA SESSIONE (ore 11,30-12,30) – Insurtech. Lo Spazio per l'Insurtech: come i dati satellitari supportano gli innovatori nel campo dell'Insurtech

Il panel analizzerà il settore Insurtech, l’ambito in cui operano le società che usano la tecnologia per innovare e rivoluzionare il mondo delle assicurazioni. Quantificare e monitorare set di rischi differenti in quantità e qualità è una sfida complessa che richiede costanza nell’adozione e l’integrazione di nuove tecnologie, dati, servizi e metodologie per varie tipologie di utente e verticali di mercato.

Gli assicuratori hanno dimostrato di poter intraprendere cambiamenti su larga scala a un ritmo più veloce di quanto fosse ritenuto possibile. 

 Obiettivo della tavola rotonda è evidenziare il ruolo delle tecnologie spaziali in questo scenario evolutivo e discutere il futuro dei servizi assicurativi, identificare i partner, le tecnologie e i dataset necessari a migliorare la performance e individuare il valore della sinergica collaborazione tra mondo assicurativo e settore spaziale.

Tra i relatori interverranno Raffaele Riva, Head of P&C BM Italy di Swiss Re, Paolo Garonna, Segretario Generale di FEBAF Federazione Banche Assicurazioni e Finanza e Gianluca Lorenzi, Head of Reale Lab 1828, solida rappresentanza degli interessi dell'industria assicurativa per il settore spaziale.

Moderatore: Valerio Roscani, Technology Analyst di Fondazione E. Amaldi.

TERZA SESSIONE (ore 12,30-13,30) – Energy. Transizione energetica e innovazione: visione e use case dell'industria Energy

La prima parte della giornata si concluderà con la discussione dedicata al mercato Energy: un’analisi sui molteplici fattori che ne stanno influenzando il cambiamento e sulle sfide che i player energetici tradizionali devono affrontare in un ambito che è al centro di una vera e propria rivoluzione. 

Negli ultimi anni e in particolare in questo periodo storico, la strada verso l’innovazione, la digitalizzazione e la transizione energetica ha dovuto subire una notevole accelerata. Tra le molte le tecnologie avanzate che hanno supportato questa rapida e radicale trasformazione, un ruolo centrale è stato ricoperto da quelle space-related e legate ai dati satellitari: dal monitoraggio delle infrastrutture energetiche alla gestione delle risorse rinnovabili fino alle soluzioni in ambito Smart Cities. 

Durante il panel, i principali player industriali ed istituzionali del settore si confronteranno per portare alla luce la loro visione sullo scenario competitivo regionale e nazionale attuale. Saranno evidenziati alcuni modelli di business e di innovazione attraverso use case, progetti e collaborazioni passate e attualmente in corso che vedono l’integrazione di tecnologie e dati satellitari. Il dibattito sarà l’occasione per delineare una visione comune e la direzione futura della New Space Economy.

Tra gli ospiti, si segnala in particolare l’intervento di Fabrice Testa, Chairman di European Business Angel Network Space, realtà che si configura come rappresentante paneuropeo per la comunità di investitori in fase iniziale e che riunisce oggi oltre 150 organizzazioni di oltre 50 Paesi e Sara Caria, Head della partnership di ENEL.

Moderatore: Giorgia D’Agostinis, Technology Analyst di Fondazione E. Amaldi.

 

QUARTA SESSIONE (ore 14,30-15,30) – Finance. L'innovazione finanziaria nella dimensione del New Space

Nel pomeriggio, la penultima sessione dedicata al settore Finance, oggi sempre più strategico per lo sviluppo e la crescita delle imprese. Conoscere le declinazioni, gli obiettivi, i requisiti della finanza per l’innovazione nella dimensione del mercato spaziale rappresenta un prerequisito per raggiungere gli obiettivi commerciali dell’ultima frontiera tecnologica. 

Venture Capital, Private Equity, strumenti di debito, sono solo alcuni dei concetti che costituiscono il fulcro della cultura finanziaria necessaria a sfruttare appieno le potenzialità del mercato spaziale.

In tale ottica, i relatori della quarta sessione si interfacceranno per comprendere quali sono gli strumenti finanziari necessari a dare il corretto impulso all’ecosistema imprenditoriale spaziale italiano ed europeo, per identificare i problemi finanziari del settore e per discutere di Spazio tra space finance e space technologies. 

Tra i relatori, si segnala Patric Gresko, Head of Division Innovation and Technology Investments dell’European Investment Fund, istituzione europea il cui scopo principale è sostenere le piccole e medie imprese.

Moderatore: Eleonora Lombardi, Head of Business Applications Dpt. and Senior Technology Transfer Manager di Fondazione E. Amaldi. 

 

QUINTA SESSIONE (ore 15,30-16,30) – Transportation&Logistic. Tra modernizzazione delle infrastrutture e mobilità sostenibile, lo Spazio mette sulla buona strada i trasporti nazionali ed europei?

Trasformazione digitale, nuovi player di mercato, cambiamento delle aspettative dei clienti e nuovi modelli di business in ottica sostenibile stanno rivoluzionando anche l’ambito Transportation&Logistic, protagonista della quinta e ultima sessione di Primavera dell’Innovazione.

Sempre più frequentemente si sente parlare di nuove soluzioni in ambito smart cities, come shared mobility e mobility-as-a-service, dove la tecnologia, ed in particolare quella satellitare, è protagonista.

I trasporti infatti rappresentano attualmente un quarto delle emissioni di gas serra in Europa e questa cifra cresce all’aumentare della domanda. Passare a una mobilità più sostenibile e green, senza però trascurare l’efficienza sul fronte logistico, sociale e finanziario, è il principale imperativo a cui devono attenersi le diverse tecnologie emergenti. Tra queste, lo spazio e i suoi asset - telecomunicazioni e navigazione satellitari e osservazione della terra - stanno mostrando sempre più un ruolo di primo piano grazie al loro forte potenziale: dal monitoraggio delle infrastrutture stradali e ferroviarie, al posizionamento e alla comunicazione tra veicoli. 

Durante il panel gli ospiti - player nazionali del settore - presenteranno la loro visione sulle opportunità e criticità di questa cross-fertilizzazione tra spazio, trasporti e logistica riportando use case, progetti e collaborazioni nel contesto della New Space Economy. La giornata terminerà con il lancio di una Call For Ideas. Moderatore: Giorgia D’Agostinis, Technology Analyst di Fondazione E. Amaldi.

AGENDA

09:00 – 09:30| REGISTRAZIONI
09:30 – 10:00| SALUTI ISTITUZIONALI

Stefano Firpo-Capo di Gabinetto del Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale
Stefano Lo Russo -Sindaco di Torino
Dario Gallina - Presidente Camera di Commercio di Torino
Fabio Grimaldi - Rappresentante Regione Piemonte Fondazione E. Amaldi
Lorenzo Scatena - Ambassador ESA Business Applications
Saluti Unione Industriali

 

10:00 – 11:00| Sessione I – AGRIFOOD-TECH 

●      Kanira Shah -  Investment Principal, Astanor Ventures

●      Flavio Lucibello – Presidente Consorzio di ricerca Hypatia

●      Fabrizio Dominici - Head of AI, Data & Space, LINKS Foundation

●      Guido Gobino - CEO, Guido Gobino

Moderatore: Valerio Roscani, Technology Analyst di Fondazione E. Amaldi.

11:00 – 11:30|Pausa caffè

11:30 – 12:30| Sessione II - INSURTECH                                                           

●      Gianluca Lorenzi - Head of Reale Lab 1828, Reale Mutua

●      Raffaele Riva - Head of P&C BM Italy, Swiss Re

●      Paolo Garonna – Segretario Generale, Federazione Banche Assicurazioni e Finanza

●      Marco Ramadoro - Founder AnCoRa Advisory srl and CEO of Stellar Project

Moderatore: Valerio Roscani, Technology Analyst di Fondazione E. Amaldi.

12:30 – 13:30|Sessione III - ENERGY 

●      FabriceTesta - Chairman, European Business Angel Network Space

●      Sara Caria- Head of Innovation Intelligence and Partnerships, Enel

●      Paolo Fino - Professore Ordinario, Head of Dip. Politecnico di Torino

●      Andrea Taramelli - Professore associato Università IUSS, Pavia e associato in Telerilevamento e processi superficiali, ISPRA

Moderatore: Giorgia D’Agostinis, Technology Analyst di Fondazione E. Amaldi.

13:30 – 14:30|Pausa Pranzo

14:30 – 15:30| Sessione IV - FINANCE 

●      Giovanni Tesoriere– CEO, LIFTT

●      Patric Gresko - Head of Division Innovation and Technology Investments, European Investment Fund

●      Giuseppe Scellato - Professore Ordinario ePresidente ESA BIC Turin

●      Stefano Peroncini - CEO, EUREKA! Venture SGR

●      Davide Canavesio -  Vice-presidente OGR e Consigliere Fondazione CRT 

Moderatore: Eleonora Lombardi, Head of Business Applications Dpt. and Senior Technology Transfer Manager di Fondazione E. Amaldi.

 

 

15:30 – 16:00|Pausa caffè

16:00 – 17:00|Sessione V - TRANSPORTATION & LOGISTIC 

●      Eugenio Fedeli - Responsabile Ricerca e Sviluppo, Rete Ferroviaria Italiana

●      Giuseppe Smeriglio - Presidente, Compagnia Ferroviaria Italiana S.p.A. e Partner Fante Logistics

●      Benedetto Camerana – Presidente, Consorzio Lingotto e MAUTO

●      Fabrizio Arneodo - CTO, 5T

Transportation&Logistic Call for Ideas

Moderatore: Giorgia D’Agostinis, Technology Analyst di Fondazione E. Amaldi.

 

Nota tecnica: l'evento si terrà presso la Sala Piemonte del Centro Congressi Unione Industriali Torino, sita in Via Vincenzo Vela 17.

Ultimo aggiornamento: 11:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci