Ictus cerebrale ischemico: la cura con l'intelligenza artificiale

Domenica 18 Luglio 2021
Ictus cerebrale ischemico: la cura con l'intelligenza artificiale

Il Tiantan Hospital di Pechino ha adottato un sistema di Intelligenza artificiale (AI) in grado di estendere la finestra temporale terapeutica per i pazienti affetti da ictus cerebrale ischemico. Il sistema iStroke è stato sviluppato da BioMind, una società AI che fornisce soluzioni di intelligenza artificiale nell'imaging medico. Miao Zhongrong, direttore del centro di neuroradiologia interventistica dell'ospedale, ha spiegato che il sistema può ridurre notevolmente il tempo della diagnostica per immagini e accorciare il tempo decisionale preoperatorio, fornendo un'analisi automatica rapida e accurata delle immagini. In questo modo la finestra temporale terapeutica per l'ictus ischemico cerebrale può essere estesa da sei ore a 24 ore.

SAN VITO L'intelligenza artificiale sbarca alla Casa di riposo della parrocchia

 

Wang Yongjun, presidente dell'ospedale, ha aggiunto che l'ampio uso del sistema AI per l'ictus ischemico cerebrale in Cina può migliorare notevolmente il livello di trattamento e la capacità delle istituzioni mediche di trattare l'infarto cerebrale acuto, contribuendo così a una migliore prognosi e a una bassa disabilità tra i pazienti. Secondo gli esperti, l'infarto cerebrale ischemico è un tipo di malattia cerebrovascolare. Per i pazienti con ictus cerebrale ischemico, il tempo è essenziale: ogni minuto di ritardo nel trattamento è correlato alla perdita di milioni di cellule cerebrali. 

Ultimo aggiornamento: 14:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA