Addio a «Hey Google»: il nuovo Assistant non avrà bisogno della frase di attivazione

Lunedì 26 Aprile 2021
Addio a "Hey Google": il nuovo Assistant non avrà bisogno della frase di attivazione

Chi in questi anni non si è chiesto perché fosse necessaria la frase «Hey Google» per attivare le funzioni di Google Assistant? Ecco, dal prossimo aggiornamento non servirà più grazie alla novità "Guacamole": questa permetterà a tutti gli utenti di chiedere di eseguire "rapidi" senza la frase di sblocco. 9to5Google ha scomposto l'ultimo apk dell'app, scoprendo cosa si celava dietro l'annuncio di Guacamole. Si potranno quindi silenziare allarmi o rispondere alle chiamate: tutte funzioni veloci per cui "Hey Google" è di fatto solo una perdita di tempo. Il test al momento è con i dipendenti, ma nelle prossime settimane diventerà effettivo sui dispositivi

Parler ammesso di nuovo sull'App Store dopo i fatti di Capitol Hill: «Migliorato il sistema di moderazione dei contenuti»

Le prime descrizioni di Guacamole parlavano sì di un aggiornamento che avrebbe reso più rapide alcune richieste, ma negli ultimi giorni la pagina delle impostazioni è stata pubblicata inavvertitamente. Il progetto Guacamole nasce da lontano ma in queste settimane Google ha preferito nascondere la sua vera natura. Ora però la novità è stata svelata: il toggle "Voice shortcuts" ha in descrizione la dicitura «salta la pronuncia Hey Google per l'aiuto nei compiti veloci»

Il menu contiene la sezione “Guacamole”, all’interno della quale si trova il toggle “Voice shortcuts” che riporta la descrizione “Salta la pronuncia di “Hey Google” per l’aiuto nei compiti veloci”. Le “attività rapide” in questione coinvolgono allarmi, timer e chiamate, con le quali si potrà interagire senza dover prima dire “Hey Google”. Google sta attualmente testando questa funzione con i dipendenti.

Ultimo aggiornamento: 27 Aprile, 08:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA