Elettroidi a basso costo per riconoscere i gesti: risultato italiano utile per riabilitazione lesioni neuromotorie

Domenica 1 Agosto 2021
Stampati elettroidi a basso costo per riconoscere i gesti: risultato italiano utile per riabilitazione lesioni neuromotorie

Servono per riconoscere i gesti e sono peronalizzabili realizzati grazie a una stampa a basso costo. Sono i sensori per il riconoscimento dei gesti sviluppati dai ricercatori dell'Università Sapienza e la Fondazione Santa Lucia di Roma, in collaborazione con l'Università di Padova, il Consorzio nazionale inter-universitario per le telecomunicazioni di Roma e il Centro nazionale di neurologia e psichiatria giapponese.

Il risultato, descritto sulla rivista Scientific Reports, pu avere applicazioni nella riabilitazione da malattie o lesioni neuromotorie. Di solito per studiare l'attività muscolare si pongono degli elettrodi che misurano la differenza di tensione tra le due posizioni sopra il muscolo da esaminare, permettendo di registrare l'attività muscolare in qualsiasi attività motoria.

LA SCOPERTA TREVISO La raffinata iscrizione in caratteri umanistici Titianus

Un metodo, questo dell'elettromiografia di superficie (sEmg), molto utilizzato per realizzare e controllare le protesi robotiche come interfaccia muscolo-computer per il controllo dei dispositivi riabilitativi. In tale contesto ha un ruolo rilevante il riconoscimento di gesti specifici, basato sull'elettromiografia di superficie per interpretare i gesti umani attraverso algoritmi matematici.

 

I ricercatori coordinati da Viviana Betti della Sapienza hanno sviluppato dei sensori a basso costo, di facile utilizzo e velocemente realizzabili grazie alla stampa a getto d'inchiostro, per acquisire i segnali dell'elettromiografica. In particolare i sensori sono stati realizzati con degli inchiostri a base di nanoparticelle d'argento, che rispetto ai nanomateriali usati negli ultimi anni, come il grafene, sono più stabili e riproducibili, e garantiscono migliori prestazioni. Inoltre, tali sensori sono progettabili in modo completamente personalizzato, a seconda dell'applicazione e delle esigenze della persona.

Wayne McGregor, Biennale Danza di Venezia hi-tech: «Si ballerà fra corpi e robot»

Finora l'impiego dell'elettromiografia di superficie nel campo delle neuroscienze è stato limitato per via delle complesse procedure di fabbricazione, materiali costosi e la necessità di una notevole preparazione degli operatori. Con questo studio si introduce una tecnologia di fabbricazione ultrarapida, economica e sfruttabile da qualsiasi laboratorio, anche senza specifiche competenze.

 

Ulss, ospedali Covid free: «Ora conta la prevenzione»

Ultimo aggiornamento: 2 Agosto, 10:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA