Atmosfera da lounge: l'abitacolo delle nuove auto è un trionfo cromatico

Mercoledì 17 Novembre 2021 di Nicola desiderio
Atmosfera da lounge: l'abitacolo delle nuove auto è un trionfo cromatico

La luce ha cambiato l’automobile non solo fuori. Le moderne tecnologie di illuminazione stanno infatti ridisegnando anche gli abitacoli dove si respirano ormai atmosfere raffinate degne di una lounge. Anche in questo caso sono stati i led a gettare una nuova luce sui concetti estetici ed ergonomici che guidano la progettazione dell’interno delle automobili. Sono moltissime quelle dotate di sistemi di illuminazione ambiente con morbide sorgenti nascoste, in grado di trasformare i viaggi notturni in sedute di cromoterapia. Sulle Mercedes, ad esempio, si può scegliere tra infinite sfumature, programmare animazioni con lente transizioni o addirittura adattare la combinazione cromatica (insieme alla musica, alla temperatura e persino al profumo) allo stato d’animo del guidatore “sentendolo” attraverso “werable” come i moderni smartwatch.

LE COMBINAZIONI

Vanno a caccia di sensazioni e suggestioni le Renault, che adattano colori e combinazioni cromatiche alle modalità di guida, mentre la Lexus LS propone un’illuminazione per il proprio lussuoso abitacolo ispirata agli andon, le famose lanterne giapponesi. E parlando di benvenuto, ci sono automobili che sfumano l’accensione delle luci interne come in un teatro e illuminano la zona di ingresso con il loro marchio dando un rassicurante senso di protezione. La Volkswagen ID.5 o l’Audi A8 fanno anche di più salutando l’arrivo o l’allontanamento del loro guidatore con animazioni spettacolari sia dei fari sia delle luci posteriori. Un coinvolgente sfoggio di illuminotecnica al limite dell’esibizionismo, ma che ha uno scopo preciso. Sulla ID.5 infatti la banda luminosa alla base del parabrezza, che contribuisce agli effetti visibili all’esterno, serve a stabilire un legame intuitivo con il guidatore sottolineando con semplici indicazioni visive quanto il navigatore, i dispositivi di sicurezza o gli indicatori di direzione già segnalano sulla strumentazione. La luce e l’illuminazione all’interno delle vetture sta dunque ridefinendo il rapporto tra il guidatore, i passeggeri e il mezzo meccanico attingendo a concetti provenienti dall’architettura e dallo studio delle percezioni per aumentare il comfort e supportare il livello di attenzione di chi sta al volante. E tale processo è destinato a evolversi ulteriormente quanto più ci si avvicinerà alla guida autonoma. Il pilota, ritrovandosi passeggero, chiederà alla propria automobile caratteristiche di vivibilità e comodità sempre più simili a quelle che ha a casa. Illuminazione compresa.

 

Ultimo aggiornamento: 19 Novembre, 12:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA